Home » Ciclismo giovanile

Allievi e Giovanissimi in gara

12 settembre 2018 Stampa articolo

ciclismoBORGO VALSUGANA (Trento) – Trecentosessanta Allievi al via della 51ª edizione della Coppa d’Oro, domenica 9 settembre a Borgo Valsugana, in una rinomata manifestazione che si colloca tra i maggiori appuntamenti del ciclismo e che dal 1965 ad oggi ha esteso il proprio prestigio al di fuori dei confini nazionali, come dimostrato quest’anno dalla presenza di ciclisti provenienti da Germania (prima vittoria tedesca con Marco Brenner del team Rsg Ansbach), Gran Bretagna e Danimarca.

GianMarco Mazzucato, Lorenzo Gradani e Pietro Riccio di A.S.D.- G.C. Bosaro Emic seguiti dal tecnico Gianfranco Pizzardo e dal consigliere della società Mirco Gradani hanno avuto l’onore e il merito di esordire al fianco dei migliori atleti della categoria maschile Allievi a livello nazionale e internazionale, in quella che è anche conosciuta come la Corsa “da una lira” e Premio dei Direttori Sportivi d’Italia, giacché il ciclista che domina sul tracciato cede il risultato conquistato al proprio Direttore Sportivo, in un ideale riconoscimento del lavoro svolto da coloro che si occupano della preparazione atletica dei ragazzi.

I tre Allievi bosaresi hanno così iniziato a pregustare le emozioni delle grandi competizioni professionistiche che li attendono da qui a qualche anno, circondati da corridori giunti da ogni angolo d’Italia e d’oltralpe, accolti da uno scrosciare di applausi sotto una pioggia di coriandoli nella tradizionale sfilata sul corso principale di Borgo Valsugana che apre la kermesse, e infine lanciati a tutta velocità nella corsa da 87,5 chilometri ai pedi delle montagne trentine, sostenuti da un pubblico numeroso e caloroso che ogni anno si riversa ai lati del percorso per assistere al passaggio della scia.

Dai pendii della Valsugana alla pianeggiante terra padovana, e più precisamente nel cuore del famoso Graticolato Romano, attraverso le strade diritte e lunghe del Comune di Borgoricco, dove sabato 8 sono stati i Giovanissimi a darsi battaglia su un circuito di 1400 metri in occasione del quarto Trofeo Avis “Dona e corri per la vita”.

Tra i 180 iscritti dei Giovanissimi di domenica contati dall’organizzazione A.S.D. G.S. Fiumicello con AVIS sezione di Borgoricco, emergono anche alcuni nomi riconducibili alla società bosarese GC Bosaro EMIC guidata dal Tecnico Sandro Baracco, che hanno saputo distinguersi grazie alla qualità delle loro performances. Stiamo parlando di Marco Giandoso titolare del bronzo nella gara dei G5, Davide Coltro autore del quinto miglior tempo dei G2, Filippo Sturaro che chiude in sesta posizione una corsa sempre condotta in testa al gruppo, i G1 Riccardo Malagugin e Christian Zerbinato che non escono dalle prime dieci posizioni.ciclismo

Uno sguardo alle classifiche della giornata e troviamo Davide Cervesato (C.S. Libertas Scorzè) primo dei G1 raggiunto dopo una manciata di metri da Gabriele Giacometti (A.S.D. Postumia 73 Dino Liviero Ciclismo) e dopo altrettanti da Thomas Morreale (Unione Ciclistica Lupi); tra le colleghe l’ordine di arrivo vede Amalia Campana (Unione Ciclistica Lupi) davanti a Vittoria Vitillo (A.S.D. Bike Frigo Life) e Lisa Carella (SC Leandro Faggin Mag Elettronica). Unione Ciclistica Lupi di nuovo sul podio dei G2 grazie al terzo piazzamento di Riccardo Guidolin, sul secondo gradino Pietro Calzavara (C.S. Libertas Scorzè), mentre U.S. C.S.I. Rubano fa tripletta con Lorenzo Tavino che si aggiudica la gara, Chiara Biscontin e Martina Giacon rispettivamente terza e seconda nel femminile, seminate da Matilde Carretta (C.S. Libertas Scorzè). Proseguono le soddisfazioni per Unione Ciclistica Lupi che nel turno dei G3 incassa la vittoria di Ilaria Sbrissa – seconda Emma Garbin di A.C.D. Monselice e terza Chantal Trovò di G.S. Fiumicello – oltre al quinto e quarto miglior tempo del segmento maschile con Gianluca Venturin e Gabriele Gallo; ripercorrendo l’ultimo chilometro della corsa si assiste all’accelerazione di Gianmaria Chinello (G.S. Saccolongo) che stacca visibilmente il gruppo avendo la meglio in primis su Lorenzo Ceccarello (A.C.D. Monselice) e Alberto Donà (GS Cartura Nalin).

Il podio dei G4 è formato dall’oro Manuel Salmaso (G.S. Saccolongo), l’argento Riccardo Zecchin (SC Leandro Faggin Mag Elettronica) e il bronzo Luca Casarin (A.S.D. Postumia 73 Dino Liviero Ciclismo) mentre Unione Ciclistica Lupi torna ad essere protagonista con la prima e seconda atleta a tagliare il traguardo, Agata Campana e Azzurra Ballan, terza Denise Da Lio (SC Leandro Faggin Mag Elettronica). È Filippo Sabbadin (SC Leandro Faggin Mag Elettronica) a vincere in volata la sfida dei G5, anticipando di pochissimo Nicola Cimpoaie (A.S.D. Postumia 73 Dino Liviero Ciclismo) e Marco Giandoso (A.S.D.- G.C. Bosaro Emic); nella stessa categoria Francesca Genna (Unione Ciclistica Lupi) varca la linea di arrivo davanti ad Althea Benetton (U.S. C.S.I. Rubano). La corsa conclusiva è quella dei futuri esordienti che nel tratto conclusivo del circuit sorprendono il sidecar apripista con una fuga in contropiede che proclamerà vincitore Enrico Prevedello (SC Leandro Faggin Mag Elettronica), alle sue spalle subito Lorenzo De Longhi (Team Diavoli del Montello), Dennis Codato (C.S. Libertas Scorzè), Matteo Torniero (G.S. S. Andrea A.S.D.) e Manuel Tessaro (A.S.D. Postumia 73 Dino Liviero Ciclismo). Elisa Cacco replica la vittoria del compagno di squadra, superando in velocità Alice Bulegato (C.S. Libertas Scorzè) ed Anna Testolina (G.S. Fiumicello).

C.S.



Articoli correlati