Home » serie B, VOLLEY

Alva Inox Delta Volley: buona anche la seconda

16 settembre 2018 Stampa articolo

volleyAlva Inox Delta Volley-Sol Lucernari Montecchio Maggiore 3-0 (25-19, 25-9, 27-25)

Battute punto/errori: Delta 13/13, Montecchio 2/16; Ricezione: Delta 69%, Montecchio 33%; Attacco: Delta 45%, Montecchio 38%; Muri punto: Delta 6, Montecchio 4.

Alva Inox Delta Volley: Dordei 12, Cuda 11, Arienti 10, Bellini 9, Luisetto e Maniero 5, Vanini 2, Trolese e Bernardi 0, Bosetti NE; liberi: Lamprecht e Fregnan. Coach: Massimo Zambonin.

Sol Lucernari Montecchio Maggiore: Mancin 9, Cortese 7, Bertelle 6, Franchetti 4, Frizzarin 3, Flemma 2, Zivojinovic 1, Roncari De Fortunato e Detogni 0, Marcassoli NE; liberi Battocchio e Mariotto. Coach: Luigi Schiavon.

PORTO VIRO – Buona anche la seconda. L’Alva Inox Delta Volley supera 3-0 il Sol Lucernari Montecchio Maggiore e si issa al primo posto del girone B di Coppa Veneto. Vittoria meritata quella dei nerofucsia, capaci di rimediare ad una brutta partenza (1-7) nel primo set e alla fuga vicentina (11-18) nel terzo. Nel mezzo una seconda frazione letteralmente dominata (25-9), segno che c’è ancora molto da migliorare, ma l’Alva Inox ha tutte le carte in regola per essere assoluta protagonista anche quest’anno.

LA PARTITA

Porto Viro in campo con Vanini alzatore e Bellini opposto, Arienti e Luisetto centrali, Cuda e Dordei schiacciatori, Lamprecht libero uno. Luigi Schiavon, tecnico di Montecchio, si affida a Zivojinovic-Cortese in diagonale, Frizzarin e Franchetti al centro, Bertelle e Mancin di banda, primo libero Battocchio. Arbitrano l’incontro Silvia Raunich di Venezia e Alessandra Pilati di Rovigo.

Sprint iniziale di Montecchio sulla battuta di Frizzarin (0-4). Quando Bertelle fa 1-7, coach Zambonin deve intervenire con un time, visto che il Delta non ha ancora messo giù il primo pallone in attacco. Ecco la reazione con Bellini (3-8) e Dordei (5-9), poi due errori di Montecchio (dentro Flemma per Cortese), in mezzo un ace dello stesso Bellini: 8-9, time Schiavon. Spara out Flemma (10-10), Arienti su palla vagante sigla il sorpasso (11-10). Si sprecano le battute sbagliate, Arienti ne piazza una profonda in campo e porta il vantaggio a più due (13-11). Squillo di Dordei (17-15), ancora in evidenza Arienti, prima a muro (17-14), quindi al servizio (21-17, Roncari rileva Mancin tra le fila vicentine). Bellini macina con continuità in attacco (22-17), ma è sempre Arienti a finire sugli scudi (ace del 23-17). La ciliegina sulla torta è una gran giocata sull’asse Vanini-Luisetto: 25-19, 1-0 Delta. Il Sol Lucernari comincia il secondo set con Flemma e il secondo libero Mariotto, Porto Viro, invece, riparte dal solito implacabile Arienti in battuta (0-2). Muro di Dordei (5-2), ace di Cuda (6-2), vola Dordei da posto quattro (7-2) ed è time out per coach Schiavon. Prosegue la fuga nerofucsia grazie ai muri di Dordei e di Bellini (9-3), ancora Dordei per il 10-3, ancora Bellini (due ace) per il 12-4 e il 13-4. Si fa sentire a muro anche Arienti (15-4 e 16-4, secondo time Montecchio che intanto ha sostituito Franchetti con Detogni). Rossicchia qualcosa Montecchio sulla battuta di Bertelle (17-7, per l’Alva Inox Bernardi al posto di Dordei), ma Bellini, Cuda e Luisetto spezzano sul nascere la rimonta berica (20-7, dentro Maniero per Cuda, mentre Fregnan si alterna con Lamprecht in seconda linea). Pilota automatico inserito, c’è spazio anche per un ace di Vanini (24-8) prima del sipario: 25-9. Terzo set, il Delta si affida a Trolese e Maniero (out Arienti e Bellini). Squadre vicine in apertura, poi prende coraggio Montecchio (4-9 Cortese , time out Zambonin). Porto Viro è imprecisa, quasi svogliata a tratti, Mancin e Cortese ne approfittano per lanciare la corsa del Sol Lucernari (5-12). Maniero si dà un gran da fare, sussulto di Cuda al servizio (11-15), non basta a riavvicinare gli ospiti, di nuovo lontani dopo un paio di errori nerofucsia (11-18). Guai a dare per morta la squadra di casa, però: Dordei accorcia il gap a meno tre (17-20, time Montecchio), capitan Cuda lo riduce a meno due (20-22, nel frattempo Arienti ha sostituito Trolese), poi sgancia due missili in battuta che valgono la (ormai insperata) parità (23-23). Vantaggi, l’Alva Inox prende il comando nel momento clou, Maniero e Dordei si trasformano negli eroi di giornata: 27-25, 3-0 Delta.

Le parole di Massimo Zambonin, tecnico dell’Alva Inox: “Siamo stati molto fallosi all’inizia, abbiamo fatto fatica ad entrare in partita, forse pagando anche i carichi di lavoro di questa settimana e l’amichevole di giovedì. Poi, però, siamo riusciti ad esprimerci al meglio, vincendo bene il primo set in rimonta e dominando il secondo. Nel terzo siamo andati di nuovo sotto, ma siamo usciti a rimetterci in carreggiata soprattutto grazie ai nostri giocatori più rappresentativi. La squadra ha dimostrato un gran carattere, penso sia una vittoria pienamente meritata”.

C.S.



Articoli correlati