Home » CONI

Galtarossa allo “Sport village”

Il campione olimpico si racconta ai giovani sportivi rodigini nella seconda serata
22 settembre 2018 Stampa articolo

coniROVIGO – Ancora un’invasione di sport nel salotto buono della città. Con una seconda giornata di esibizioni e presentazioni in piazza Vittorio Emanuele II, ieri sera, venerdì 21 settembre, si è chiusa tra gli applausi la prima edizione di Sport Village, evento organizzato dal Coni Point di Rovigo, con la collaborazione del Comune di Rovigo e dell’Ufficio Scolastico provinciale. Dopo la carrellata della prima giornata, il palco allestito di fronte a Palazzo Nodari ha ospitato un altro nutrito gruppo di realtà locali, che hanno scelto la manifestazione del Coni Point di Rovigo per mettere in mostra i propri talenti.

A far da traino alla passerella, le attività dimostrative proposte sul “liston”. Applausi e occhi sgranati per le splendide ragazze di Ritmica Gimnasia che hanno regalato alla piazza oltre un’ora di esibizioni davvero emozionanti che hanno coinvolto atlete di ogni età.  Molto apprezzato anche l’allenamento organizzato dalla Pugilistica Rodigina, che ha portato nello Sport Village un piccolo ring letteralmente invaso da tanti bambini che si sono affidati ai tesserati della società per imparare i primi rudimenti della noble art. Presenti, come nella prima giornata, anche il gazebo del Cip (Comitato Italiano Paralimpico) e delle Sezioni arbitri del volley e del rugby, oltre al banchetto di AreaSport Rovigo.

Alle 18.45 tutti gli sguardi si sono rivolti al palco per il caloroso saluto al grande ospite di giornata: Rossano Galtarossa. A dare il benvenuto al campione olimpico di canottaggio, il delegato provinciale del Coni Point di Rovigo, Lucio Taschin. Grazie alle domande di Caterina Zanirato il fuoriclasse del remo azzurro si è raccontato di fronte ai giovani sportivi. “Con il mio sport non è stato amore a prima vista, ho iniziato il canottaggio solo per prepararmi alla pallacanestro – ha svelato – È uno sport completo, che consente di gareggiare sia singolarmente che in gruppo”. Il suo palmares parla di quattro podi olimpici in quattro edizioni diverse dei Giochi, tra cui spicca l’oro di Sidney 2000. “Per preparare un’Olimpiade mi sono allenato anche 15 volte a settimana. Alla prima è arrivato subito un bronzo. Dopo l’oro in quella successiva ho pensato di smettere, ma l’idea di rivivere quelle emozioni mi ha riportato in barca e cambiando specialità ho conquistato un altro bronzo”, ha raccontato Galtarossa. Il poker a Pechino. “Il fuoco agonistico era ancora acceso e da quell’Olimpiade sono tornato con un argento, il metallo che ancora mi mancava – ha aggiunto – Ora cerco di dare una mano a chi pratica questo sport stando dall’altro lato, quello dirigenziale e organizzativo”. Dal campione olimpico anche complimenti sinceri al Coni Point di Rovigo per la prima edizione di Sport Village. “Eventi del genere sono importantissimi, soprattutto in questo periodo dell’anno – ha sottolineato Galtarossa – Consentono a chi non ha ancora le idee chiare di scegliere lo sport giusto e aiutano chi invece pratica già una disciplina a scoprirne tante altre interessanti”.

Galtarossa è stato poi raggiunto dall’assessore allo sport del Comune di Rovigo, Andrea Bimbatti, col quale si è alternato nella presentazione delle società protagoniste della serata. Subito sul palco la Pugilistica Rodigina dei maestri Cristiano Castellacci e Carlo Brancalion. Poi l’ampia finestra dedicata alla pallavolo: dopo la consegna della targa ricordo alla Sezione rodigina degli arbitri di volley, hanno raccolto l’applauso della piazza la Serie C femminile dell’Asd Gs Volpe, la Prima divisione femminile della Polisportiva San Pio X, la Serie C femminile, l’Under 14, l’Under 12 e il settore minivolley della Nuova Rovigo Volley e, infine, i ragazzi della Serie D della Pallavolo Occhiobello. Ritmica Gimnasia ha presentato tutte le sue ragazze: dalla squadra Gold Allieve alle squadre Gold Junior/Senior A e Senior B, fino alla formazione Silver. In chiusura foto di gruppo di tutte le società. Il modo migliore per mettere il sigillo su una prima edizione di Sport Village davvero riuscita.

C.S.



Articoli correlati