Home » RUGBY

Rugby Rovigo batte Mogliano, ma che fatica

29 settembre 2018 Stampa articolo

rugbyFEMI-CZ Rovigo v Mogliano Rugby 1969 19-15 (19-10)

Marcatori: p.t. 4’ m. Majstorovic non tr. (5-0), 12’ c.p. Jackman (5-3), 15’ m. Majstorovic tr. Mantelli (12-3), 19’ m. Corazzi tr. Jackman (12-10), 29’ m. Momberg tr. Mantelli (19-10); s.t. 52’ m. Pavan non tr. (19-15)

FEMI-CZ Rovigo: Cioffi (54’ Borin) (78’ Brugnara); Barion, Majstorovic, Van Niekerk, Odiete; Mantelli, Chillon; Ferro (cap.), Lubian, Halvorsen (44’ Vian); Tveraga (44’ Cicchinelli), Canali; D’Amico (63’ Pavesi), Momberg (63’ Cadorini), Brugnara (63’ Vecchini). all. Casellato

Mogliano Rugby 1969: Da Re (56’ D’Anna); Pavan, Scagnolari, Zanatta, Guarducci; Jackman, Fabi (63’ Gubana); Bocchi, Corazzi (cap.), Baldino; Delorenzi (25’ Finotto), Caila; Michelini (41’-78’ Cincotto), Ferraro (63’ Toai Key), Buonfiglio (49’ Di Roberto). All. Cavinato

arb.: Tomò (Roma)

AA1 Pastore (Belluno), AA2 Munarini (Parma)

Quarto Uomo: Rebuschi (Rovigo)

Cartellini: 76’ giallo a Vecchini (FEMI-CZ Rovigo)

Calciatori: Mantelli (FEMI-CZ Rovigo) 2/3; Jackman (Mogliano Rugby 1969) 2/4

Note: giornata soleggiata e mite, circa 26°, campo in buone condizioni. Spettatori circa 1000.

Punti conquistati in classifica: FEMI-CZ Rovigo 4; Mogliano Rugby 1969 1

Man of the Match: Michelini (Mogliano Rugby 1969)

ROVIGO – La FEMI-CZ Rugby Rovigo Delta vince la terza giornata di Top12 superando 19-15 il Mogliano Rugby 1969 allo Stadio “Mario Battaglini”.

La partita inizia con il Mogliano agguerrito che prova a sfondare la difesa rossoblù ma con qualche imprecisione di troppo. Proprio su un errore di trasmissione dei biancoblù a metà campo al 4’ i Bersaglieri ne approfittano aprendo il gioco al largo con un gran break di Odiete, ben supportato da Majstorovic che poi va a segnare la prima meta di giornata. Purtroppo, la trasformazione di Mantelli s’infrange sul palo e il punteggio resta 5-0. Gli ospiti però non demordono, continuando a sostare nella metà campo rossoblù, e al 12’ il pack del Mogliano riesce a mettere in difficoltà quello dei padroni di casa ottenendo un calcio a favore che Jackman mette tra i pali accorciando le distanze sul 5-3. La risposta dei Bersaglieri però non si fa attendere e dopo appena tre minuti uno sfondamento di Halvorsen nei pressi dei 5 metri avversari apre l’azione che porta di nuovo Majstorovic a schiacciare oltre la linea, proprio sotto i pali, e la trasformazione di Mantelli porta il punteggio sul 12-3. Anche il Mogliano non si fa intimidire riuscendo ad eludere la difesa rodigina al 19’ e andando in meta con il capitano Corazzi, accorciando così le distanze sul 12-10 grazie alla trasformazione andata a buon fine di Jackman. Al 28’ un in avanti volontario del Mogliano fa ottenere ai rossoblù una touche sui 5 metri avversari e con un buon drive avanzante i padroni di casa riescono a segnare la terza meta a firma di Momberg, che Mantelli trasforma portando il punteggio sul 19-10 su cui si chiude il primo tempo.rugby

Nella ripresa, due minuti dopo il fischio dell’arbitro, il Mogliano si fa subito valere ottenendo un calcio a favore dopo una mischia appena fuori dai 22 rossoblù, dalla piazzola però Jackman non centra i pali. Gli ospiti non demordono, mantenendo il possesso, e al 52’ accorciano ulteriormente le distanze grazie alla meta di Pavan, agile ad infilarsi tra la difesa rossoblù. Anche in questa occasione Jackman non è preciso dalla piazzola: 19-15. Nei minuti successivi il Mogliano continua a tentare incursioni nella metà campo dei Bersaglieri e a dominare anche in mischia chiusa, cosa che ai rossoblù costa un cartellino giallo al 76’ a Vecchini, entrato in sostituzione di Brugnara al 63’. Negli ultimi istanti della partita i biancoblù sfiorano nuovamente la meta ma i Bersaglieri riescono a scongiurare i pericoli, anche grazie ad una finalmente buona prova in mischia, e la sfida si chiude sul 19-15.

L’head coach Umberto Casellato alla fine del match si dice abbastanza soddisfatto: “Siamo molto contenti perché la partita non era scontata. Poteva essere una partita migliore, ma la strada è ancora lunga. Merito al Mogliano che ha fatto una bella partita, comunque sono confidente e voglio fare i complimenti alla prima linea entrata nel secondo tempo che ha fatto un gran lavoro nell’ultima mischia. Nel complesso abbiamo giocato tanti palloni, ma abbiamo fatto troppi errori. Penso sia stata una partita come quelle d’inizio stagione, abbiamo paura di fare qualcosa, perché non lo facciamo al 100% convinti. Non è un Campionato facile, come dimostra la sconfitta del Calvisano contro San Donà. La partita contro il Reggio sarà molto dura ma i ragazzi sono pronti, dobbiamo continuare ad alzare tutti l’asticella. Anche se sappiamo che ci saranno altre partite difficili, sono molto sereno, abbiamo un obiettivo e stiamo lavorando al meglio per raggiungerlo”.

“Penso che la mischia debba lavorare un po’ di più – è il commento di Jacques Momberg – Le prime sono andate bene, poi abbiamo subito diverse penalità e avremmo dovuto cambiare strategia di spinta in base alle scelte dell’arbitro, cosa che non è successa ma ci lavoreremo. Nel secondo tempo ci voleva un po’ più di ritmo ma questo arriverà con il tempo, la Stagione lunga e continueremo a crescere di partita in partita”.

no images were found

C.S.



Articoli correlati