Home » BASKET, maschile, Promozione

Francesco Tiberio dà la carica

Cipriani Nuovo Basket Rovigo pronto alla prima sfida
2 ottobre 2018 Stampa articolo

basketROVIGO – “Vogliamo partire con il piede giusto anche perché giochiamo in casa, al Palazzetto che deve diventare il nostro fortino inespugnabile. E quindi la carica c’è tutta e ce la metteremo tutta per non deludere le aspettative”. Francesco Tiberio, classe ’94, è uno dei punti di forza del Cipriani Nuovo Basket Rovigo, che venerdì inizia il campionato regionale di Promozione (inizio alle 21.15), ospitando la Pro Pace. Per l’ala rossoblù, alto 186 cm, il campionato alle porte rappresenta una piccola rivincita visto che lo scorso anno ha subito un grave infortunio che lo ha tenuto lontano dal parquet per lungo tempo. Come stai? “Bene. Abbiamo fatto un’ottima preparazione atletica, condita con numerose amichevoli e la caviglia ha tenuto bene.” Stagione nuova, allenatore nuovo, giocatori nuovi, come vedi questo Cipriani Nuovo Basket? “Molto bene. Il gruppo è molto affiatato ed è una cosa importante. I giocatori che sono arrivati, Gobbo, Grignolo, Doati, hanno alzato ulteriormente il livello di qualità della squadra e si sono integrati molto bene. Coach Ventura è un vero maestro soprattutto con i giovani. E poi, è un grande motivatore oltre che essere una splendida persona. È giusto che pretenda molto da noi e cercheremo di non deluderlo. Abbiamo notato, in qualche amichevole, che ogni tanto ci capitano dei blackout che non ci devono essere e su questo stiamo lavorando”. Quali sono le tue caratteristiche? “Velocità, elevazione, resistenza”. Il tuo movimento tecnico preferito? “Il crossover o la virata”. Che aspettative hai da questa nuova stagione? “Migliorare a livello di squadra e crescere personalmente. Spero che quest’anno arrivino i risultati desiderati, ma quello che mi piacerebbe vedere è il palazzetto pieno. Quindi l’invito che rivolgo a tutti è quello di seguirci!”. Favorite del girone? “Metto Piovese, Cus Padova e la stessa Pro Pace. Ma, l’importante è arrivare ai play off (le prime otto), poi sarà un altro campionato”.

C.S.



Articoli correlati