Home » RUGBY

Rugby Rovigo batte Reggio

La FEMI-CZ Rugby Rovigo Delta riesce ad espugnare lo Stadio “Mirabello” battendo 19-16 il Valorugby Emilia primo in classifica.
6 ottobre 2018 Stampa articolo

rugby Valorugby Emilia -Rugby Rovigo 16-19.

Partono bene i Bersaglieri mettendo subito pressione ai padroni di casa: dopo appena due minuti dal fischio d’inizio i rossoblù ottengono una mischia nei 22 avversari, si apre il gioco e arriva un calcio a favore che Mantelli mette tra i pali per lo 0-3. Dopo pochi minuti il Valorugby, grazie ad fallo difensivo dei rossoblù, ha l’opportunità di portare il risultato in pareggio ma dalla piazzola Gennari non è preciso. I Bersaglieri però non demordono e, grazie anche alla superiorità in mischia chiusa, riescono ad allungare ulteriormente le distanze con un altro calcio di Mantelli che centra i pali al 20’. Cinque minuti dopo il mediano d’apertura rossoblù è nuovamente protagonista dalla piazzola, mettendo a segno il calcio dello 0-9 ottenuto dopo un fallo difensivo dei padroni di casa. Nei minuti successivi i padroni di casa si fanno pericolosi e con un drive avanzante, dopo una touche sui 5 metri rossoblù, riescono a segnare con Du Preez: la trasformazione di Gennari porta il punteggio sul 7-9. Sul finire del primo tempo Rovigo tenta un’incursione ma non riesce a concretizzare e le squadre tornano agli spogliatoi sul 7-9.

La ripresa inizia con qualche minuto di ritardo per consentire alla terna arbitrale di valutare le condizioni del terreno di gioco. Il Valorugby ottiene subito un calcio a favore per un fallo difensivo dei rossoblù ma Gennari non riesce a centrare i pali. I Reggiani comunque non demordono e l’ala dei Diavoli si rifà al 46’ mettendo a segno il calcio del sorpasso, ottenuto per fuorigioco dei rossoblù. Con i padroni di casa ancora in attacco, è il pack dei rossoblù che toglie le castagne dal fuoco riuscendo finalmente a spostare il gioco nella metà campo avversaria ma qualche problema in rimessa laterale rende le cose difficili ai Bersaglieri, che non riescono a mantenere il possesso. Al 62’ i rossoblù ottengono un calcio a favore, l’ovale calciato dalla piazzola da Mantelli s’infrange sulla parte bassa del palo e Odiete è lesto a recuperarlo e ad andare a schiacciare oltre la linea avversaria. Mantelli trasforma la prima marcatura rossoblù portando il punteggio sul 10-16. I padroni di casa non si fanno intimorire e al 65’ accorciano le distanze sul 13-16 grazie ad un calcio di Gennari. Al 78’ del match i reggiani riescono ad ottenere un calcio a favore da mischia e Gennari dalla piazzola mette a segno il calcio del pareggio. Mantelli subito dopo tenta un drop ma il calcio non va a buon fine. Negli istanti finali il possesso è ancora dei padroni di casa ma il gran lavoro della difesa rossoblù porta i Bersaglieri in touche appena fuori i 22 avversari dove tentano un’ultima incursione con un drive devastante, che fa loro ottenere un calcio a favore: Mantelli si dimostra ancora una volta preciso dalla piazzola e l’arbitro fischia la fine sul 16-19 che decreta la vittoria della FEMI-CZ Rugby Rovigo Delta.

Alla fine della sfida l’allenatore rossoblù Umberto Casellato afferma: “La partita è stata tirata fino alla fine, volevamo un riscatto dal punto di vista del gruppo e della mentalità al di là del fattore tecnico. Tatticamente abbiamo gestito gli ultimi minuti in modo corretto, siamo stati lucidi, freschi e con la testa nella partita senza quei problemi di preparazione atletica che sono stati millantati dai giornali in settimana. Unico rammarico di questa giornata è il campo e la struttura in cui abbiamo giocato, assolutamente inadeguata per una partita di Top12: il fondo aveva del ghiaino e dei sassi, e tra primo e secondo tempo siamo stati fermi 5 minuti perché c’era un buco di mezzo metro sul campo da gioco. Con questi problemi forse potevamo pensare di fare l’inversione di campo. Sono contento per i giocatori, era un partita delicata ma la strategia della prima linea questa volta ci ha premiato, mi dispiace che Rossi non sia entrato ma volevo un po’ più di confidenza. Sono contento di Visentin, è stato sicuro, ha placcato, è un giocatore di neanche 18 anni su cui comunque possiamo contare. La prossima settimana abbiamo una partita molto molto importante, un altro Derby con il Petrarca ma stavolta di Continental Shield, e dovremo vincere perché giochiamo davanti ai nostri tifosi e vogliamo fare una buona prova in Europa

C.S.



Articoli correlati