Home » serie B2, VOLLEY

Fruvit vittoriosa!

14 ottobre 2018 Stampa articolo

volleyVolley Calerno – G.S.Fruvit Rovigo 0-3 (13-25, 21-25, 11-25)

Volley Calerno: Neroni, Belotti, Mati, Bruno, Tellone, Quacqueri, Caramella, Bonato, Mantovani, Lomoro, Gidere, Frigeri, Allenatore: Mazza, vice Allenatore: Ferrara

G.S.Fruvit: Coltro, Ghiotti, Toffanin, Baù, Fyda, Ferroni, Bolognesi. D’Iseppi, Marini (K), Beriotto, Schibuola, Franzoso (L1), Tridello (L2). Allenatore Roberto Bissacco, vice Allenatore Mario Pavanello.

1°arbitro Camossi, 2° arbitro Ferrari

SAN ILARIO D’ENZA (Reggio Emilia) –  Gara d’esordio più che positiva per una formazione ancora tutta da scoprire, coach Bissacco soddisfatto per il risultato, ma ancora molto cauto sul livello del gioco.

Fruvit ha incontrato una formazione molto giovane, con buonissime potenzialità, ma ancora acerba.

Poco da dire sulla partita se non che solamente nel secondo set le rodigine hanno avuto filo da torcere per guadagnare il parziale.

Questa la starting six di Bissacco: Beriotto e Toffanin sulla diagonale opposto-alzatore, centrali Coltro e Ghiotti, in banda D’Iseppi e Marini, libero Franzoso.

Nel primo set Fruvit sempre avanti con facilità, le emiliane vengono messe a dura prova dalla battuta rodigina, che non permette loro una buona impostazione d’attacco, i parziali mettono in luce la difficoltà della formazione di casa, 3-9, 5-17, 12-23.

Nel secondo set Bissacco schiera la medesima formazione, nel campo opposto Mazza chiama a raccolta le sue ragazze chiedendo maggior impegno e concentrazione.

Fruvit parte bene, Marini è già un punto fermo di riferimento per Beriotto, che con i centrali invece deve ancora trovare il feeling necessario, 3-5, poi la reazione delle padrone di casa si fa più veemente, impattano e sorpassano, 9-6, con buone giocate, aiutate da qualche errore di troppo delle rodigine.

Marini chiama a raccolta le compagne, Bissacco nel frattempo fa riposare Toffanin e la cambia con Bolognesi, stessa cosa al centro, entra Baù per Ghiotti.

Giocando punto a punto Fruvit pareggia a 16, e sorpassa,17-19, riuscendo ad incassare il set.

Senza storia il terzo, che ha messo in mostra l’esperienza delle giallonere, e la fragilità delle giovanissime avversarie, che sicuramente hanno un grandissimo margine di miglioramento.

Bissacco ha potuto permettersi di far esordire la giovane Tridello (U18), soddisfatto l’allenatore Rodigino a fine partita:

“È andata bene, sicuramente siamo stati agevolati dalla brutta partenza del Calerno, ci abbiamo messo del nostro, le abbiamo messe in difficoltà con la battuta, e loro non riuscivano a costruire bene o sbagliavano la ricezione, mentre noi siamo rimasti sempre concentrati.

Sono una squadra giovane, ancora poco rodata, ma non le sottovaluterei per la partita di ritorno.

Per quanto riguarda il secondo set, abbiamo subito un paio di break positivi per loro, e abbiamo inseguito.

Quando le avevamo quasi raggiunte, Calerno ha avuto un turno di servizio favorevole, con un battitore in salto spin che ci ha messo in difficoltà sulla nostra P6, dove non siamo riusciti ad essere determinanti per distribuzioni di palla troppo forzate, ho voluto dare un po’ di respiro alla ricezione e per cambiare un po’ il modulo di attacco ho schierato Bolognesi Per Toffanin, poi abbiamo capito che potevamo giocare di più sulle parallele come avevamo prefissato, e a quel punto abbiamo cominciato a metterle giù.

E’ la prima di campionato e ci sta che i nostri meccanismi non siano ben oliati, sono sicuro che con il lavoro in palestra troveremo i ritmi giusti.

Nel terzo set ho riproposto Bolognesi e Baù che è andata bene al servizio, è stata molto attenta, abbiamo cercato di indirizzare la palla sulle avversarie che meno avevano ricevuto in precedenza, e questo ha pagato, mantenendo il palleggiatore distante da rete loro forzavano i colpi perché avevano il muro chiuso, questo ha permesso a noi di difendere meglio.

Buona prova la nostra, con ampie possibilità di miglioramento, sono convinto che possiamo giocare ad un livello sicuramente superiore, dovremo correggere un po’ il muro, stasera eravamo troppo in anticipo sull’attacco avverso, e mettere più attenzione sulle “pallette”.

Domenica 21 ottobre ci sarà l’esordio casalingo di Fruvit, al palasport di Rovigo alle ore 18, avversario di turno il CSI Clai Imola.

C.S.



Articoli correlati