Home » VOLLEY

Alva Inox Delta Volley: vittoria e primato, netto 3-0 su Portogruaro

21 ottobre 2018 Stampa articolo

volleyAlva Inox Delta Volley-PortoMotori Demenego Portogruaro 3-0 (25-19, 25-11, 25-19)

Battute punto/errori: Delta 9/13, Portogruaro 3/16; Ricezione: Delta 51%, Portogruaro 27%; Attacco: Delta 58%, Portogruaro 38%; Muri punto: Delta 8, Portogruaro 1.

Alva Inox Delta Volley: Dordei 13, Bellini 12, Arienti 10, Cuda 7, Luisetto e Vanini 4, Trolese 2, Michieli 1, Bosetti, Maniero e Bernardi 0, Ruffo NE; liberi: Lamprecht e Fregnan. Coach: Massimo Zambonin.

PortoMotori Demenego Portogruaro: Piovesan e Boz 6, Bottosso e Spizzo 5, Zanuttigh 2, Pilot, Lian e Paganin 1, Biason e Gabbana 0, Zoia NE; liberi Bertacche e Milan. Coach: Corrado Pilot.

Un dolcissimo ritorno a casa per l’Alva Inox Delta Volley. La squadra di Massimo Zambonin si ripresenta al pubblico di Porto Viro superando con un netto 3-0 la PortoMotori Demenego Portogruaro. Gara dominata in lungo e in largo dai nerofucsia che, pur ruotando diversi elementi nell’arco dei tre set, hanno sempre mantenuto saldamente il comando delle operazioni e sciorinato momenti di grande pallavolo. Con questi tre punti il Delta conquista, dopo appena due giornate, la vetta solitaria del girone C di Serie B Maschile.

LA PARTITA

Nessuna variazione nello starting players dell’Alva Inox rispetto alla trasferta di Padova: Vanini alzatore e Bellini opposto, Arienti e Luisetto centrali, Cuda e Dordei schiacciatori, Lamprecht libero uno. Il tecnico di Portogruaro Corrado Pilot punta su Biason-Boz in diagonale, Paganin-Bottosso al centro, Spizzo-Piovesan in posto quattro, libero uno Bertacche. Arbitrano l’incontro Giuseppina Circolo e Paolo Libardi di Bologna.

Di Arienti su palla vagante il primo break della gara (4-2). Ace di Bellini (6-3) e dello stesso Arienti (9-5), subito time per gli ospiti. Allunga Cuda (10-5), Vanini castiga su palla vagante Portogruaro che cambia la regia (11-5, Pilot rileva Biason). Cenni di risveglio sul versante veneziano, vanno a segno in rapida sequenza Boz, Bottosso, Piovesan e Spizzo (ace del 12-10). Dopo un momento di impasse, Il Delta torna a guadagnare margine sul turno in battuta di Dordei (due ace per il 19-13, secondo time Portogruaro). Entrano Zanuttigh tra gli ospiti (fuori Paganin) e Bernardi per l’Alva Inox (a fargli posto Cuda), muro di Luisetto (24-17), ace di Boz (24-19), sipario: 25-19, 1-0 Delta.

Cambio campo, Portogruaro conferma Pilot in sestetto, Porto Viro cerca la fuga immediata trascinata da Luisetto in attacco e Dordei a muro (6-2). Altro squillo a muro, stavolta di Arienti, e coach Pilot chiama tempo (9-4). La musica non cambia, c’è sempre Arienti a punire la seconda linea veneziana (ace dell’11-5), poi la scena passa a Bellini, che si sbizzarrisce tra tecnica, potenza e muro (16-8, Biason sostituisce Pilot tra gli ospiti). Riecco il magic duo, Arienti a muro (18-8, Portogruaro inserisce Lian al posto di Boz) Bellini in attacco (19-8). Passerella finale, trovano spazio Trolese e Michieli (entrambi a segno) per il Delta, Gabbana per Portogruaro: 25-11, 2-0.volley

Terzo set, Zanuttigh dall’inizio per Paganin e Alva Inox al comando grazie alla sua difesa (3-0). Luisetto ci aggiunge un ace (5-1), Bellini un bel pallonetto (6-1), Vanini un tocco dei suoi (8-2). È spettacolo nerofucsia ora, con Bellini e Arienti (11-3), mentre Portogruaro riesce a graffiare con il solo Piovesan (12-6, Trolese ha preso il posto di Luisetto). Fantascientifica difesa di piede di Bellini (16-6), ace di Cuda (16-7, time Pilot), quindi la timida reazione ospite – per la verità facilitata da qualche sbavatura polesana – sulla battuta di Zanuttigh (16-11). Il Delta non si scompone e vara il doppio cambio Bosetti-Maniero per Vanini-Maniero (18-12), segue una valanga di errori in battuta su entrambi i fronti (Fregnan si alterna con Lamprecht in seconda linea) che porta la gara al traguardo. Chiude le ostilità una gran botta di Dordei: 25-19, 3-0 Delta.

Il commento di Massimo Zambonin, tecnico dell’Alva Inox: “Avevamo preparato bene la gara e per almeno due set e mezzo la squadra si è espressa su alti livelli, esprimendo un gioco spettacolare a tratti. Nel finale del terzo parziale c’è stato un piccolo calo di tensione, abbiamo dato spazio anche a chi aveva giocato meno fin qui, ma il risultato non è mai stato in discussione. Un 3-0 netto e meritato per ricominciare al meglio davanti al nostro pubblico”.

C.S.



Articoli correlati