Home » Rugby giovanile

Grande festa con gli inglesi

Fine settimana sportivo dei galletti gialloblù che si è concluso soltanto lunedì sera.
25 ottobre 2018 Stampa articolo

FRASSINELLE (Rovigo) – Lunedì pomeriggio, presso l’impianto S. Malin di Frassinelle, ci sono stati due incontri amichevoli che hanno visto coinvolte rispettivamente l’Under 12 e l’Under 14 gialloblù contro la prestigiosa Hill House School di Doncaster, importante scuola educativa indipendente inglese situata a nord di Londra, nella regione dello South Yorkshire.

C’è da dire che gli incontri sono iniziati con quasi due ore di ritardo in quanto il pullman inglese, che proveniva da Verona, ha trovato un incidente.

Tuttavia questo non ha fermato la festa e l’entusiasmo che ha contagiato tutti i ragazzi, sia italiani che inglesi, per questo appuntamento.

Dopo avere disputato da parte di tutti protagonisti due belle partite agonisticamente combattute, terminate in perfetta parità con un incontro vinto per parte, gli studenti inglesi e i loro accompagnatori sono stati ospiti della società del Rugby Frassinelle presso la Club House gialloblù, mangiando e festeggiando tutti assieme.

Alla fine c’è stato il tradizionale scambio di doni tra gli accompagnatori della Hill House School e la dirigenza del Rugby Frassinelle e tra gli atleti delle rispettive squadre, con i discorsi di ringraziamento da parte dei giovani capitani di entrambe le rappresentative.

Estremamente soddisfatto a fine serata il Presidente del Rugby Frassinelle, Raffaele Mora. Nel ringraziare il professore Angelo Morello grazie al quale è stato possibile organizzare l’evento, durante la serata ha ricordato come “Il rugby sia uno sport capace di gettare ponti e costruire amicizie ben oltre i naturali confini del campo. Queste sono esperienze che ci fanno crescere e aiutano a crescere soprattutto i nostri giovani atleti, che prima che atleti dovranno crescere per diventare uomini.

Ringrazio personalmente a nome mio e della società che rappresento Angelo Morello, che ci ha aiutato in questa splendida iniziativa, nella speranza che in futuro la stessa si possa ripetere. Anche a parti inverse.”

C.S.



Articoli correlati