Home » serie B, VOLLEY

Alva Inox Delta Volley: tre punti sudati, Montecchio sconfitta

28 ottobre 2018 Stampa articolo

volleySol Lucernari Montecchio Maggiore-Alva Inox Delta Volley 1-3 (22-25, 19-25, 25-21, 22-25)

Battute punto/errori: Montecchio 4/9, Delta 5/19; Ricezione: Montecchio 64%, Delta 71%; Attacco: Montecchio 44%, Delta 49%; Muri punto: Montecchio 7, Delta 10.

Montecchio: Bertelle 19, Flemma 13, Frizzarin 11, Cortese 8, Sartori e Detogni 3, De Fortunato 2, Zivojinovic, Mancin e Roncari 0, Cavedon e Franchetti NE; liberi: Battocchio e Mariotto. Coach: Luigi Schiavon.

Alva Inox Delta Volley: Cuda 24, Bellini 15, Dordei 12, Arienti 11, Vanini 9, Luisetto 9, Bosetti, Trolese, Maniero e Bernardi 0, Michieli e Ruffo NE: liberi: Lampreht e Fregnan. Coach: Massimo Zambonin.

MONTECCHIO MAGGIORE – Sudati ma meritati. Altri tre punti per l’Alva Inox Delta Volley che espugna 1-3 il campo di una mai doma Sol Lucernari Montecchio Maggiore nel terzo turno del campionato di Serie B Maschile. Avanti 2-0, i nerofucsia cedono il terzo parziale all’avversario, che torna in campo deciso a vendere cara la pelle nel quarto set. A quel punto salgono in cattedra gli uomini di maggior classe dell’Alva Inox – su tutti capitan Cuda – che spengono i bollori vicentini.

L’Alva Inox schiera Vanini alzatore e Bellini opposto, Arienti e Luisetto centrali, Cuda e Dordei schiacciatori, Lamprecht libero uno. Luigi Schiavon, coach di Montecchio, risponde con Sartori-Cortese in diagonale, Frizzarin-Detogni al centro, Bertelle-Flemma in banda, Battocchio primo libero. Arbitrano l’incontro Silvia Raunich di Venezia e Irene Casarin di Noale.

La battuta di Cuda e la presenza in attacco di Bellini propiziano lo sprint iniziale del Delta (2-5). Ancora un servizio insidioso, a firma Arienti, e coach Schiavon è costretto al primo time della gara (6-10). Funziona a meraviglia l’asse Vanini-Luisetto (9-13), anche Montecchio però è in partita: botta di Flemma, muro di Bertelle, 12-13. I vicentini provano a fare la differenza in difesa, ma Arienti (muro) e Bellini (mani-out) ruggiscono per l’Alva Inox (13-16). Muro di Bertelle (15-16), pronta risposta di Cuda (15-18), secondo time per Montecchio. Entrano Zivojnovic e De Fortunato tra le fila del Sol Lucernari (out Sartori e Cortese), mentre Cuda martella senza pietà, traghettando i suoi ad un passo dall’arrivo (20-24), prima di lasciare il posto a Bernardi. Finale senza sorprese: 22-25, 0-1 Delta.

Ace di Sartori, due errori ospiti, il secondo set comincia con Montecchio al comando (3-0). Immediata reazione nerofucsia, Luisetto, Bellini e Vanini (ace) confezionano il sorpasso (3-4), quindi pallonetto di Cuda e altra battuta a segno di Vanini per il 3-6 (time Schiavon). Dordei tiene alti i giri del motore (6-9) Sol Lucerrnari giganteggia a muro con Frizzarin (8-9), Vanini (tocco di seconda e due ace) e Dordei (pipe mostruosa) placano la sfuriata vicentina (12-17, Roncari rileva Flemma tra i locali, poi Mancin per Cortese). Nuova passerella per Bernardi e Zivojnovic (fuori Cuda e Sartori), due belle conclusioni di Arienti, si chiude con lo show personale di Vanini: tocco malefico dei suoi e muro successivo, 19-25, 0-2.

Terzo set, squadre a stretto contatto in apertura. Il Delta è distratto, impreciso (soprattutto in battuta), se ne accorge coach Zambonin che chiama tempo sull’11-9. Dopo le sostituzioni varate da Montecchio (in campo i “soliti” Zivojinovic, De Fortunato e Roncari), finalmente la scossa nerofucsia con Luisetto a muro e Dordei da posto quattro (16-16). Come non detto, Sol Lucernari si riprende subito il doppio vantaggio (20-18) e coach Zambonin deve intervenire una seconda volta (time e successivo doppio cambio Bosetti-Maniero per Vanini-Bellini). La svolta non arriva, zampata di Detogni (22-19), muro di Bertelle (24-20), che si ripete con il mani-out decisivo: 25-21, 2-1.

Quarta frazione, l’Alva Inox inserisce Fregnan in seconda linea per rinforzare la difesa, Montecchio con De Fortunato al posto di Cortese. Il muro di Arienti vale il primo break del parziale (3-5), Montecchio non ci sta ad abbassare la testa (7-6 Bertelle), Porto Viro, però, le mostra i denti (Cuda, Dordei e Luisetto per l’8-11, time Schiavon). Muro-bis di Arienti (14-10), Frizzarin risponde con la stessa moneta (13-15), De Fortunato avvicina ancora Sol Lucernari (14-15, time Zambonin). Ace di Dordei, tocco felpato di Cuda, il Delta vuole stringere i tempi (14-18). Dentro Trolese per Luisetto (17-20), ace di Sartori (18-20), Bertelle a segno da seconda linea (22-23, time Alva Inox), ma è l’ultimo sussulto di Montecchio. I tre punti portano la firma del top scorer della serata Cuda: 22-25, 1-3 Delta.

Le parole a fine gara di Massimo Zambonin, tecnico dell’Alva Inox: “Sapevamo che Montecchio è un’ottima squadra, del resto, la vittoria della settimana scorsa a Trebaseleghe non era stata casuale. Noi abbiamo fatto molto bene nei primi due set, lavorando al meglio con la battuta e la correlazione muro-difesa, mentre nel terzo siamo calati in alcuni fondamentali, soprattutto al servizio. Nel quarto è venuta fuori la classe e l’esperienza dei nostri giocatori chiave e credo che alla fine i tre punti siano meritati”.

C.S.



Articoli correlati