Home » A2, Calcio a 5, Femminile

Granzette sconfitta a Scandicci

30 ottobre 2018 Stampa articolo
calcio

Vannini-Sinigaglia-Ansaloni-Longato-Zanetti

CF Pelletterie – Granzette 5-1

CF Pelletterie: Giovannini, Licita, Lavado, Pacca, Pasos (C), Teggi, Biagiotti, Maione, Argento, Iaquinardi,Camelli, Pucci. All. Zudetich.

GRANZETTE: Omietti, Iaich, Vannini, Ansaloni, Sinigaglia, Costa, Ardondi, Andreasi (C), Longato, Piccinardi, Zanetti, Grandi. All. Bassi.

Ammoniti: Iaquinandi (CF), Vannini (G)

Reti:  17’43” Biagiotti (CF), 20’55” Vannini (G), 22’18” Teggi (CF), 22’44” Iaquinandi (CF), 37’34” Teggi (CF), 38’16” Biagiotti (CF)

Arbitri: Coviello (Pisa) e Vannucchi (Prato) – CRONO: Scifo (Firenze)

SCANDICCI (Firenze) – Sconfitte, ma a testa alta. Le ragazze del Granzette C5 femminile sono tornate da Scandicci senza punti contro il CF Pelletterie, ma con maggior fiducia per il futuro del campionato. 

Questo perché il Pelletterie si è dimostrato più che una squadra un insieme di top player, messi insieme da una grandissima tattica.

I nomi già sulla carta non avevano bisogno di presentazioni, nel palazzetto sventolavano una bandiera spagnola, una portoghese e una argentina, questo per dire che le avversarie avevano un valore tecnico nettamente superiore alle rodigine, ma le ragazze di mister Bassi hanno messo in campo tutto il cuore possibile e nonostante il 5-1 finale sono rimaste in partita fino alla fine.

Il primo tempo infatti si è concluso 1-0 per le padrone di casa con un gran gol del numero 8 Pasos ma, nonostante la porta maggiormente attaccata sia stata quella di Omietti, le occasioni più nitide sono state a favore delle neroarancio che sullo 0-0 non hanno sfruttato una ripartenza perfetta di Longato e Zanetti. 

Mentre poco prima dell’intervallo è Andreasi che servita con un ottimo passaggio da Sinigaglia non tocca la palla quel poco che basta per metterla in rete a portiere spiazzato.

La ripresa inizia con lo stesso ritmo della prima frazione di gioco, il Pelletterie è una squadra pronta per la categoria superiore ed è un piacere vederle giocare sia individualmente che come squadra, ma il Granzette non si fa intimidire e Vannini mette in scena un’azione magistrale in solitaria concludendola con un tiro nel sette su cui l’estremo difensore non può far nulla: 1-1 e si ricomincia.

Il Granzette chiude tutti gli spazi, ma nulla può quando la numero 10 toscana Teggi decide con una finta di liberarsi dalle avversarie e di mettere la palla nell’angolino alla sinistra dell’incolpevole Omietti; il rapido vantaggio galvanizza le padrone di casa le quali trovano con Biagiotti il 3-1 con un pò di fortuna.

Il doppio svantaggio non frena le ripartenze delle ospiti, Costa lotta su ogni pallone e fa ripartire le compagne, ed è proprio da una ripartenza che Ansaloni con un tiro dalla destra colpisce in pieno la traversa.

Il Pelletterie fa gioco, e lo fa bene, i ritmi sono altissimi ed il Granzette prova a salire in pressione alla ricerca del secondo gol per provare a riaprire la partita; questo ovviamente concede più spazio alle avversarie che, forti anche ovviamente di una maggior tenuta atletica, trovano a 2’ dalla sirena il gol del 4-1 e del 5-1.

Nonostante il risultato lo staff del presidente Verza è soddisfatto della prestazione della sua squadra, perché le ragazze non hanno mai mollato e hanno provato in tutti i modi a mettere in difficoltà l’avversario; ad oggi è innegabile la differenza tra le due squadre ed è giusto infatti siano l’unica squadra a punteggio pieno. 

Ora il Campionato si fermerà per giocare il secondo turno di Coppa Italia: appuntamento a domenica 4 novembre in trasferta contro il Padova C5, chi vince si qualifica al turno successivo. 

C.S.



Articoli correlati