Home » RUGBY

Rugby Rovigo vince contro Valsugana

11 novembre 2018 Stampa articolo

rugbyValsugana Rugby Padova v FEMI-CZ Rovigo  17-21 (3-7)
Marcatori: p.t. 28’ m. Dominguez tr. Mantelli (0-7), 35’ c.p. Roden (3-7); s.t. 41’ m. Odiete tr. Mantelli (3-14), 57’ m. Pivetta  tr. Roden (10-14), 62’ m. Vian tr. Mantelli (10-21), 77’ m. Pivetta tr. Roden (17-21)
Valsugana Rugby Padova: Paluello; Lisciani, Beraldin, Dell’Antonio, Giacon; Roden, Citton (55’ Tomaselli); Girardi, Sironi, Sturaro; Ferraresi (73’ Maso), Albertario (65’ Scapin); Swanepoel, Pivetta (cap), Barducci (73’ Varise). all.Roux
FEMI-CZ Rovigo: Mantelli; Odiete, Majstorovic, Angelini, Cioffi; Dominguez (60’ Chillon), Piva; Ferro (cap.), Lubian, Vian; Canali (52’ Nibert), Cicchinelli; D’Amico, Cadorini (41’ Momberg), Brugnara. All. Casellato
arb. Angelucci (Livorno)
g.d.l. Chirnoaga (Roma), Franco (Pordenone)
quarto uomo: Brescacin (Treviso)
Cartellini: al 73’ giallo Lubian (FEMI-CZ Rovigo), 
Calciatori: Roden 3/3 (Valsugana Rugby Padova), Mantelli 3/3 (FEMI-CZ Rovigo)
Note: 500 spettatori circa, campo in buone condizioni, giornata nuvolosa
Punti conquistati in classifica: Valsugana Rugby Padova 1  – FEMI-CZ Rovigo 4
Man of the Match: Jacopo Pivetta (Valsugana Rugby Padova)

PADOVA – La partita inizia con il Valsugana agguerrito che mette pressione ai rossoblù sui 5 metri e dopo la liberazione dei Bersaglieri recupera l’ovale e tenta un drop con Paluello che non finisce in mezzo ai pali. Nei minuti successivi i rossoblù riescono a spostare il gioco nei 22 avversari ma qualche imprecisione di troppo riconsegna il pallone ai padroni di casa, che si dimostrano cinici e determinati impedendo a Rovigo altre incursioni nella loro metà campo. Poco prima dello scoccare della mezz’ora i Bersaglieri riescono a tornare nei 22 avversari e dopo una touche sui 10 metri aprono il gioco e vanno a schiacciare oltre la linea con Dominguez e con la trasformazione di Mantelli portano il risultato sullo 0-7. Al 36’ i padroni di casa risalgono il campo e per un fallo difensivo dei rossoblù, ottengono un calcio a favore che Roden mette tra i pali per il 3-7 con cui le squadre tornano agli spogliatoi.rugby

Nella ripresa i Bersaglieri si fanno subito valere con il pack che consegna l’ovale perfetto per aprire il gioco e lanciare Odiete in meta. Mantelli trasforma per il 3-14. Rovigo subito dopo va a cercare nuovamente la marcatura con un bel drive avanzante ma non riesce a concretizzare per un in avanti a pochi metri dalla linea di meta. Il Valsugana però non molla e riesce a risalire il campo ottenendo una touche sui 5 metri rossoblù dove con un drive avanzante arriva a schiacciare l’ovale oltre la linea con Pivetta, la trasformazione di Roden accorcia le distanze sul 10-14. I rossoblù rispondono subito con una bella azione al largo che Vian finalizza andando a schiacciare la terza marcatura e Mantelli allunga sul 14-21 dalla piazzola. Non demordono i padroni di casa che intorno al 30’ stazionano nei 22 rossoblù dove al 73’ i Bersaglieri vengono puniti con un cartellino giallo a Lubian. Il Valsugana approfitta della superiorità numerica e dopo un drive dai 5 metri rossoblù va in meta di nuovo con Pivetta e con la trasformazione di Roden accorcia il gap sul 17-21. Nonostante l’uomo in meno i rossoblù tentano un’ultima incursione alla ricerca della meta del bonus ma sono bravi i padroni di casa ad impedirglielo e a chiudere la partita sul 17-21.

rugby“Siamo positivi – è il commento del coach Umberto Casellato alla fine del match – abbiamo avuto una settimana movimentata e forse non abbiamo preparato la partita al meglio, io in primis. Sappiamo che dobbiamo lavorare, oggi è mancata un po’ di aggressività. Il Valsugana aveva più determinazione, nel secondo tempo abbiamo cambiato un po’ il piano di gioco ma quando non si è concentrati al 100% si fa più fatica. Ora ci aspetta una partita difficile a Calvisano e speriamo di poter recuperare qualcuno degli infortunati, soprattutto fra i trequarti. Bisogna iniziare ad avere un po’ di coralità e quello che mi dispiace è che non vedo in campo quella voglia di giocare, tutti insieme, che invece dovremmo avere: lavoreremo su questo e cercherò insieme al resto dello staff di infondere nei ragazzi più entusiasmo”.rugby

C.S.



Articoli correlati