Home » RUGBY

Rugby Rovigo batte con bonus il Calvisano

18 novembre 2018 Stampa articolo

rugbyKawasaki Robot Calvisano v FEMI-CZ Delta 20-27
Marcatori: p.t. 5’ m. Bruno (5-0); 19’ m. Halvorsen t. Chillon (5-7); 34’ m. Casilio t. Lane (12-7); 37’ c.p. Lane (15-7); 40’ c.p. Mantelli (15-10) s.t. 41’ m. Cioffi (15-15); 58’ m. Ferro t. Mantelli (15-22); 74’ m. Odiete (15-27): 78’ m. Panceyra Garrido (20-27)
Patarò Calvisano: Chiesa; Balocchi (24’ Morelli); Panceyra Garrido; Pescetto; Bruno (70’ Dal Zilio); Lane; Casilio (66’ Semenzato); Venditti (47’ Vunisa); Archetti; Zdrilich (66’ Martani); Van Vuren; Andreotti; Leso (54’ Biancotti); Manfredi (61’ Luccardi); Fischetti;
all. Brunello
FEMI-CZ Delta: Cioffi; Angelini; Majstorovic; Van Niekerk; Odiete; Dominguez (38’ Mantelli); Chillon (1’/2’ t. Piva); Halvorsen; Lubian (61’ Vian); Cicchinelli; Ferro; Nibert (1’/2’ t.’ Canali); Rossi; Momberg (1’/2’ t. Cadorini); Brugnara; 
All. Casellato
arb.: Trentin (Lecco)
AA1 Bolzonella (Cueno) AA2 Russo (Milano)
Quarto Uomo: Locatelli (Bergamo)
Cartellini: 14’ rosso Fischetti; 26’ giallo Van Niekerk; 
Calciatori: Lane (Kawasaki Robot Calvisano) 2/3; Chillon (FEMI-CZ Rovigo) 1/2; Mantelli (FEMI-CZ Rovigo) 2/4
Note: giornata soleggiata, ° circa, campo asciutto. Circa 800 spettatori.
Punti conquistati in classifica: Kawasaki Robot Calvisano 1 – FEMI-CZ Rovigo 5
Man of the Match: Piva (FEMI-CZ Rovigo)rugby

CALVISANO – Inizio intenso al “Pata Stadium” con i rossoblù che riescono ad entrare subito nei 22 avversari ma la difesa dei padroni di casa mette pressione riuscendo a spostare il gioco nella metà campo dei Bersaglieri. Al 5’ con una bella azione al largo Calvisano trova la prima marcatura a firma dell’ala Bruno, non trasformata da Lane. Al 14’ un placcaggio pericoloso su Halvorsen costa al pilone di casa Fischetti un cartellino rosso diretto e dalla piazzola i rossoblù hanno l’opportunità di accorciare le distanze, il calcio di Chillon però non centra i pali. Al 18’ i rossoblù ottengono un calcio a favore e vanno in rimessa laterale nei pressi dei 5 metri avversari dove guadagnano metri con un drive da cui si apre il gioco che porta Halvorsen a segnare sotto i pali. Con la trasformazione di Chillon, Rovigo va in vantaggio per 7-5. Al 26’ si ristabilisce momentaneamente la parità numerica tra le due formazioni in campo per un cartellino giallo a Van Niekerk e Calvisano prova un’incursione attaccando nei 22 rossoblù senza però riuscire a concretizzare. I padroni di casa ci riprovano anche nei minuti successivi e al 31’, complice un po’ di confusione nella linea difensiva rossoblù, riescono nell’intento con Casilio: la meta viene trasformata da Lane per il 12-7. Forte della supremazia in mischia chiusa, Calvisano mantiene salde nelle proprie mani le redini del gioco allungando ulteriormente le distanze al 37’ con un piazzato che Lane mette tra i pali per il 15-7. Sul finire del primo tempo i Bersaglieri riescono a mettere a segno altri tre punti dalla piazzola con Mantelli, entrato in sostituzione di Dominguez, e le squadre tornano agli spogliatoi sul 15-10.

Inizia nei migliori dei modi il secondo tempo dei Bersaglieri che con una splendida azione corale, iniziata dai propri 22, vanno in meta con Cioffi dopo appena un minuto dal fischio dell’arbitro. Nonostante la posizione agevolata, Mantelli non riesce a centrare i pali per la trasformazione e il punteggio si ferma sul 15-15. Anche il pack rodigino di toglie qualche soddisfazione: dopo due prove positive, al 58’ i rossoblù ottengono un calcio a favore sui 5 metri avversari e optano per la mischia da cui nasce l’azione che porta capitan Ferro a schiacciare oltre la linea. Questa volta Mantelli è preciso dalla piazzola e mette a segno la trasformazione del vantaggio rossoblù per il 22-15. I Bersaglieri non mollano e al 72’ ottengono la meta del bonus, a firma di Odiete dopo una bella azione dei trequarti, che però Mantelli non trasforma. Subito dopo il Calvisano sorprende andando in meta con Panceyra ma l’arbitro fischia la fine, dopo la trasformazione sbagliata di Lane, e Rovigo vince 27-20 l’ottava giornata di Top12.

Alla fine della partita, il man of the match Gianmarco Piva commenta: “Sono entrato nel secondo tempo e con il passare dei minuti ho preso sempre più confidenza,l’obiettivo comune era aumentare il ritmo e la velocità senza contare che nella ripresa la mischia ha lavorato bene e ci ha dato fiducia. Io penso che quando vinci delle mischie fondamentali, la determinazione e la motivazione crescono e questo oggi ci ha aiutato a vincere la partita. Ognuno era consapevole di cosa doveva fare, ci siamo detti di stare tranquilli e non farci prendere troppo dall’euforia e questo ci ha fatto rimanere lucidi. Abbiamo visto che la partita era alla nostra portata e ci abbiamo creduto fino allea fine”.

“Siamo una squadra molto giovane, non siamo ancora al livello di top team quali Padova e Calvisano stesso ma stiamo lavorando giorno dopo giorno perché vogliamo diventarlo anche noi e arrivare ad ottenere il quarto posto – ha affermato l’allenatore rossoblù Umberto Casellato – Dobbiamo continuare ad allenarci e lo faremo anche questa settimana nonostante il turno di riposo. Sono contento del risultato ma il cammino è ancora lungo, possono sempre esserci delle sorprese come il Valsugana che ha vinto oggi contro il Viadana. Noi possiamo ancora crescere, possiamo migliorare, e su questo dobbiamo rimanere concentrati”.rugby

 

C.S.



Articoli correlati