Home » RUGBY

Rugby Villadose piega Rovigo

19 novembre 2018 Stampa articolo

rugbyFulvia Tour Andreotti Auto Rugby Villadose-Rugby Rovigo 44-17

Marcatori: pt 15′ Benaida meta; 19′ M. Pellegrini meta; 29′ Moro meta; 32′ Biondi meta; 39′ Biondi meta tr. Pasini; st 5′ meta tecnica Villadose; 11′ meta tecnica Villadose; 16′ Parolo meta; 18′ R. Pellegrini meta; 32′ Moro meta; 36′ Benaida meta.

Fulvia Tour Andreotti Auto Rugby Villadose: M. Pellegrini; Benaida, Aretusini, Pravato, Piombo; Davì, E. Pellegrini; R. Pellegrini, Franchin, Moro; Bressello, Ritrovato; Rinaldo, Tenan, Marangoni. Subentrati: Ceccolin, Zanardi, Pietropolli, Manfrinato, Andreotti, Puchkou. A disp.: Melarato. All. F. Brizzante.

Rugby Rovigo: Marra; Parolo, Teneggi, Magagnini, Nicoli; Pasini, Vegro; Rizzatello, Martino, Venco; Bolognesi, Vianello; Vignato, Biondi, Sagins. Subentrati: Scarparo, Parolo, F. Costantini, Ceglia, Farinatti, Mazzetto, N. Costantini. All. Pedrazzi

ARBITRO: Lorenzo Sacchetto di Rovigo.

NOTE: pt 15-12; spettatori: 300 circa; cartellino rosso a: Biondi (st 27′); cartellino giallo a: Pravato (st 14′), Vignato (st 39′); punti in classifica: Fulvia Tour Andreotti Auto Rugby Villadose 5, Rugby Rovigo 0.

VILLADOSE (Rovigo) Mischia, mischia! Risuona ancora nelle orecchie anche a fine partita il grido che continuava ad alzarsi da panchina e spalti a sostenere il Fulvia Tour Andreotti Auto Rugby Villadose, che proprio grazie ad una prova maiuscola del pacchetto degli avanti, ma comunque anche di tutta la squadra, fa suo il derby di ritorno contro la formazione cadetta della Rugby Rovigo.rugby

Nella ripresa, dopo che il primo tempo si era concluso sul 15-12, è venuta fuori tutta l’esperienza e la grande determinazione degli uomini di Brizzante, che pian piano hanno fatto sparire dal campo i giovani rossoblu, facendoli soffrire davanti, tanto da segnare due mete tecniche di seguito nelle otto complessive messe a segno dai padroni di casa.

E ora al presidente Adriano Zamana toccherà offrire la cena alla squadra così come promesso negli ultimi allenamenti.

“Sono una persona di parola e venerdì prossimo faremo tutti assieme la cena – dice il numero uno neroverde alla squadra -. Complimenti per la bella prova, vorrei però ci si soffermasse anche un po’ a pensare che oggi tutto è andato bene, mentre la settimana scorsa, contro un avversario assolutamente non superiore al Rovigo, le cose sono andate in tutt’altro verso. Vorrei quindi una riflessione da parte dei giocatori per poter ripartire da questa prova ed avere la convinzione di oggi sempre in campo”.

“Una prova strepitosa della mischia, nonostante le tante assenze – gli fa eco il tecnico Flaviano Brizzante -. Sapevamo che la partita non sarebbe stata semplice, ma tutti hanno giocato molto bene. Avevo chiesto di mantenere il più possibile il possesso e concretezza e i ragazzi mi hanno accontentato. Oggi la testa c’era. Anche i cambi sono stati positivi e quando la mischia avanza diventa tutto più facile. I trequarti hanno fatto un’ altrettanto ottima prova, in special modo in difesa. Gli stessi nuovi giocatori hanno dimostrato di sapere cosa devono fare. Questa vittoria serviva per la classifica e per il morale: non posso pensare ad un Villadose fuori dalle squadre che andranno a giocarsi la promozione”.

Domenica prossima il campionato si ferma, ma in settimana il Villadose continuerà gli allenamenti. Martedì ci sarà la partecipazione ad un evento dello sponsor La Nuova Sosta e venerdì la cena di squadra. La settima giornata vedrà il 2 dicembre la visita sul campo del West Verona.

I padroni di casa partono fortissimo e alla mezz’ora sono avanti 15-0 con tre mete. Prima Benaida concretizza uno splendido attacco nato da qualche difficoltà in mischia, Emanuel Pellegrini schiaffeggia la palla che viene controllata e riciclata da Pravato, Massimiliano Pellegrini si inserisce e detta i tempi perfettamente all’ala.

rugby

La seconda è marcata dallo stesso Massimiliano Pellegrini dopo una giocata veloce su punizione di Emanuel Pellegrini e la terza vede Moro schiacciare da maul dopo aver recuperato l’ovale ai cinque metri in controruck.

Rovigo fa valere la propria maggiore freschezza nei momenti conclusivi della prima frazione, segnando due volte in bandierina con il tallonatore Biondi.

Nella ripresa sale in cattedra la mischia neroverde che al 5′ e all’11’ conquista le due mete tecniche che cambiano il verso della partita, riaperta per un attimo dal cartellino giallo a Pravato e dalla meta di Parolo del momentaneo 29-17.

Nonostante l’inferiorità numerica, il Dose continua a macinare gioco, soprattutto davanti, dove Riccardo Pellegrini si libera da una mischia per tuffarsi oltre la linea.

Nel finale, Biondi, protagonista in positivo per il Rovigo nella prima frazione di gioco, dà il via ad un accenno di rissa con una serie di pugni contro Massimiliano Pellegrini e rimedia il cartellino rosso.

Da una serie di pick and go nasce la seconda meta di Moro, mentre da un break di Massimiliano Pellegrini e dal successivo calcetto di Davì, la raccolta per l’ottava meta marcata da Benaida per il definitivo 44-17.

Foto di Renato Burattorugby

C.S.



Articoli correlati