Home » A2, Calcio a 5, Femminile

Il Granzette “suona” la Decima

4 dicembre 2018 Stampa articolo

calcio Decima Sport Camp – Granzette 4-6

Decima Sport Camp: Cassanelli, Orlandini, Falla, Rocca (C), Pesci, Facchini, Forlani, Antinarelli, Fiore, Della Corte, Marchi, Purificato. All. Benedetti.

Granzette: Omietti, Gresele, Vannini, Ansaloni, Sinigaglia, Costa, Ardondi, Andreasi (C), Longato, Piccinardi, Zanetti, Grandi. All. Bassi.

Reti : Longato (G), Zanetti (G), Marchi (D), Marchi (D), Facchini (D), Andreasi (G), Falla (D), Longato (G), Andreasi (G).

SAN GIOVANNI IN PERSICETO (Bologna) – Il Granzette batte il Decima Sport 6-4 in una partita incredibile con colpi di scena continui ed emozioni infinite.

Parte forte la squadra nero arancio che dopo appena 2’ trova il vantaggio con Longato; cinque minuti dopo arriva anche il 2-0 grazie ad un’ottima giocata a corale di squadra con imbucata di Andreasi per Zanetti che di testa mette la palla in rete.

Il doppio vantaggio fa calare i ritmi e la padrone di casa rialzano la testa con la migliore in campo, Marchi, che prima lascia partire il suo mancino in una ripartenza ben sfruttata ed a 3’ dall’intervallo sigla il gol del pareggio con un favoloso tiro all’incrocio dei pali sul quale Omietti nulla può fare.

Nella ripresa succede di tutto: al 4’ Vannini riceve un cartellino rosso per gioco scorretto, il Granzette rimane in inferiorità numerica e sulla punizione prende il gol del 3-2. Un minuto dopo però Zanetti, letteralmente indiavolata, recupera palla a centro campo ed il tiro, complice una deviazione, finisce alle spalle dell’estremo difensore Dalla Corte, 3-3.

Al 7’ ancora Decima in vantaggio con un tiro dalla banda destra che finisce alle spalle di Omietti, sempre all’incrocio dei pali.

Il Granzette però non molla, i minuti passano ma la squadra di Chiara Bassi vuole rimanere in partita; al 12’ Longato subisce fallo al limite dell’ara, Andreasi tira in porta, il portiere para ma non trattiene ed è Longato a mettere in rete di punta la palla del 4-4. Meno di un minuto dopo l’arbitro vede un fallo di mano in aerea bolognese ed indica il quinto fallo ed ovviamente anche il rigore. Sul dischetto va capitan Andreasi che spiazza Dalla Corte e sigla il gol del 4-5 neroarancio. La partita si infiamma, gli arbitri non riescono a calmare la tensione, per fortuna però le squadre in campo giocano correttamente e senza farsi male.

Al 15’ Zanetti recupera palla, Piccinardi la ruba sia all’avversaria che alla compagna e si invola da sola verso l’estremo difensore che esce dall’area atterrando la numero 10 rodigina, per l’arbitro non ci sono dubbi, sesto fallo ed espulsione. A battere il tiro libero va sempre Andreasi, riesce ad angolare ma il neo entrato portiere la tocca, per fortuna il capitano nero arancio si lancia sulla palla e vedendo a terra l’estremo difensore in pallonetto mette la palla alle sue spalle chiudendo cosi la partita sul 6-4.

Una vittoria difficile, in un campo difficile, sicuramente non adatto alle caratteristiche del Granzette, contro un avversario di qualità e dal grande cuore e carattere; ecco perché questa vittoria vale forse più di tre punti, per come è arrivata e perché adesso la squadra del presidente Verza è seconda in classifica. 

La strada è ancora lunga ma è sicuramente quella giusta, per arrivare dove è ancora presto per dirlo, ma il lavoro è l’unica cosa che a Granzette sanno fare e faranno già da questa settimana, in quanto grazie alla sosta di domenica per la nazionale si potranno recuperare energie fisiche e mentali per le ultime tre partite del girone di ritorno e soprattutto per la gara di Coppa Italia del 30.12.

C.S.



Articoli correlati