Home » CANOA

Il freddo non ferma la canoa

21 dicembre 2018 Stampa articolo

TREVISO – canoaNonostante il rigore dell’inverno, lo sport della canoa è in pieno fervore. Domenica 16 dicembre presso i laghetti di Revine e Santa Maria in provincia di Treviso, il Comitato Regionale Veneto canoa ha infatti organizzato un test di verifica regionale per tutte le categorie.  La scelta di questa località risiede nel fatto che, dalla prossima stagione 2019, i laghi di Revine e Santa Maria ospiteranno diversi appuntamenti sia regionali sia nazionali ed è chiaro l’interesse da parte del Comitato Veneto che, grazie alla sensibilità e disponibilità delle Amministrazioni locali (Comuni di Tarzo e Revine Lago) punta adesso ad insediare un centro di riferimento per la canoa regionale e nazionale in tale località. 

Tornando al test, questo si è articolato in diverse prove da svolgere sia in canoa sia a terra.  Per i più grandi previsti test massimali sui 2000mt in canoa con giro di boa ai 1000mt e a seguire un test sui 200mt.  Al termine della prova in barca, si è proseguito con 5 km di corsa a cronometro.  Per le categorie giovanili, Allievi e Cadetti, sia il test in acqua sia quello a terra sono specifici per stimolare e valutare l’efficienza motoria e l’acquaticità pertanto ai giovani è stata proposta una serie di esercizi distribuiti tra stazioni e andature differenti in cui sono state valutate in primis le capacità coordinative oltre a quelle condizionali.canoa  

La partecipazione a livello regionale è stata decisamente importante con oltre 150 atleti che si sono misurati sfidando innanzitutto il general inverno considerate le temperature che, nonostante la giornata di sole, hanno sfiorato zero gradi.   

Anche una rappresentativa di temerari canoisti polesani ha preso parte all’iniziativa con Giulia Munerato, Veronica Padoan, Nicola Albertin, Giovanni Zerbinato, Gabriele Biasioli e Edoardo Albertin.  Tutti i ragazzi si sono ben distinti nelle diverse prove sia a terra sia in acqua. Per loro si tratta di un momento di verifica ma anche di stimolo per il proseguo dell’impegnativa attività invernale che dovranno mantenere con forte motivazione e impegno per affrontare nel migliore dei modi la stagione 2019 che si aprirà con le prime gare a partire dal mese di marzo. 

Al pomeriggio, al termine delle attività sportive è stato organizzato un momento conviviale e di scambio di auguri con tanto di pandori presso le scuole elementari di Revine ove le autorità dei due Comuni, incoraggiate dal presidente della canoa Veneta Regionale, Bruno Panziera, si sono dimostrate molto interessate allo sviluppo della canoa in queste località che, per la loro bellezza e vocazione, auspichiamo, possano divenire in maniera continuativa patrimonio del nostro sport. canoa

C.S.



Articoli correlati