Home » VOLLEY

Alva Inox Delta Volley: di nuovo in vetta, Monselice espugnata

6 gennaio 2019 Stampa articolo

volleyTmb Monselice-Alva Inox Delta Volley 1-3 (21-25, 30-28, 18-25, 11-25)

Battute punto/errori: Monselice 3/16, Delta 8/11; Ricezione: Monselice 65%, Delta 59%; Attacco: Monselice 45%, Delta 53%; Muri punto: Monselice 6, Delta 12.

Tmb Monselice: Drago 17, De Grandis 10, Garghella e Gallotta 7, Boscolo 6, Ballerio 4, Govoni 2, Beggiato 1, De Santi, Sasso, Pometto e Matteazzi 0; liberi: Bernuzzi e Rabacchini. Coach: Guglielmo Cicorella.

 Alva Inox Delta Volley: Cuda 17, Dordei 16, Luisetto 11, Maniero e Arienti 10, Vanini 6, Bellini 2, Bosetti e Michieli 0, Trolese e Bernardi NE; liberi: Lamprecht e Fregnan. Coach: Massimo Zambonin.

MONSELICE – Serviva una prestazione così, ai limiti della perfezione, per tornare là in alto. L’Alva Inox Delta Volley espugna 1-3 il terreno della Tmb Monselice e riconquista la vetta solitaria del girone C di Serie B Maschile. Sontuoso primo set dei ragazzi di Massimo Zambonin, Monselice pareggia la partita in un tiratissimo secondo parziale, ma poi deve inchinarsi allo strapotere nerofucsia. Pesa sul risultato l’infortunio patito dall’opposto patavino Drago nel corso della terza frazione, vero anche, però, che la prova corale dell’Alva Inox ha impressionato per concretezza e continuità. Una bella risposta dopo le due gare in chiaroscuro prima della sosta.

Alva Ixon in campo con Vanini regista e Maniero opposto (gli fa spazio Bellini), Arienti e Luisetto centrali, Cuda e il rientrante Dordei in posto quattro, Lamprecht primo libero. Il tecnico di Monselice Guglielmo Cicorella schiera Govoni-Drago in diagonale, Boscolo-De Grandis al centro, Gallotta-Garghella schiacciatori, Bernuzzi libero uno. Arbitrano l’incontro Giuseppina Circolo di Bologna e Paolo Libardi di San Giorgio in Piano.

 Palasport di Schiavonia stracolmo per il big match dell’undicesima giornata. Nonostante i primi botti sparati dai due cannonieri Dordei e Drago, squadre appiccicate (e piuttosto fallose) in avvio. Dopo un recupero prodigioso di Vanini, primo break Delta sul servizio di Maniero (ace del 10-13). Doppio Dordei, in attacco e in battuta, time Cicorella (11-15). Vanini inventa, Cuda trasforma, ancora un punto pesante per gli ospiti (11-16). Monselice inserisce Ballerio per Gallotta (14-18), prima di ricorrere nuovamente al time (15-20). Turno in battuta per Matteazzi (17-21), doppio cambio Alva Inox (17-22, Bosetti-Bellini per Vanini-Maniero), Ballerio accorcia il gap (20-23), Bellini conquista la prima palla set (20-24). Maniero torna in campo giusto in tempo per chiudere la contesa: 21-25, 0-1 Delta.

Seconda frazione, sorpassi e controsorpassi ad infiammare gli scambi inaugurali. Il servizio di Boscolo porta avanti Monselice (9-7), muro di De Grandis e primo time della serata per coach Zambonin (10-7). Ancora muro, di Govoni (11-7), rispondono Luisetto, che fa suo uno scontro a rete (11-9), e Cuda, su palla vagante (12-11). Block di Maniero per la parità (13-13), intanto nella seconda linea nerofucsia si alternano Lamprecht (ricezione) e Fregnan (difesa). Drago, imprendibile in questa fase, porta a casa un nuovo break (15-13), Porto Viro si gioca la carta Michieli in battuta (18-17), senza riuscire nell’aggancio. È solo questione di tempo: bis di Luisetto in attacco, 19-19 (Tmb sostituisce Gallotta con Ballerio). Prova un’altra fuga Monselice (21-19, muro De Grandis-Drago), il Delta rientra subito con l’ace di Cuda (21-21, time Cicorella). Battute finali, l’Alva Inox ripropone il doppio cambio (23-23), Drago vola da seconda linea per il primo set point (24-23), Arienti lo annulla (24-24). I vantaggi sono il degno epilogo di un parziale emozionantissimo: la spunta la Tmb alla quinta palla utile (una anche per il Delta): 30-28, 1-1.

Terzo set, Alva Inox che deve inseguire dopo tre errori consecutivi (5-2). Ace di Arienti (5-4), pallonetto delizioso di Cuda (6-6), punteggio di nuovo in equilibrio. Sbaglia anche la Tmb con Drago (8-9), quindi Dordei sigla il mani out del più due ospite (8-10, Gallotta per Drago, acciaccato, tra i patavini). Due muri mastodontici di Arienti, time immediato per Cicorella (10-14). Altri due block, di Maniero e Cuda (13-20, Beggiato ha rilevato Ballerio per Monselice) e secondo time chiamato dalla squadra di casa (14-21). Le mosse della panchina locale non riescono comunque a smuovere gli equilibri: 18-25, 1-2 Delta.

Garghella per il 4-2 di inizio quarto set. Sul 5-2 esce di nuovo Drago (dentro Gallotta), definitivamente fuori combattimento. Time Zambonin (7-3), l’Alva Inox si desta dal torpore con Vanini (pallonetto geniale), Cuda e Luisetto (muro del 7-6), Si rivede Fregnan in seconda linea, mentre Luisetto firma il sorpasso (8-9). Senza il suo attaccante principe, la Tmb non trova sbocchi offensivi, Cicorella prova a correre ai ripari chiamando tempo (8-11). Due volte Cuda (attacco-ace), due volte Dordei (bis di muri), il Delta non si fa intenerire (9-16, Monselice con Pometto in regia al posto di Govoni). Muro di Arienti (10-18. Cicorella cambia De Grandis con De Santi), ace di Luisetto (10-19), il Palasport di Schiavonia è ormai terra nerofucsia: 12-25 di uno straordinario Vanini, 1-3 Delta Volley.

Le parole a fine gara di Massimo Zambonin, tecnico dell’Alva Inox: “È stata un’ottima prestazione della squadra, abbiamo approcciato in maniera perfetta la partita e il primo set mi ha soddisfatto molto dal punto di vista tecnico-tattico. Il secondo parziale ci è sfuggito ai vantaggi per qualche dettaglio, poi sicuramente l’uscita di Drago ci ha facilitato il compito, ma noi siamo stati bravi a rimanere sempre attenti, concentrati, non abbiamo mollato niente. Sono tre punti fondamentali in chiave qualificazione alla Coppa Italia”.

C.S.



Articoli correlati