Home » A2, Calcio a 5, Femminile

Granzette sconfitta dal Sassoleone

15 gennaio 2019 Stampa articolo

calcioSassoleone – Granzette 6-3

Sassoleone: D’Elia, Fina, Potolicchio, Paolucci, Marzo, Ricci, Bonaventura, Naldi, La Ferrara, Vartuli, Spada.

 

Granzette: Omietti, Vannini, Sinigaglia, Costa, Ardondi, Andreasi (C), Longato, Piccinardi, Zanetti, Grandi, Gresele, Cappelletto. All. Bassi.

Reti: Marzo(S), Zanetti (G), Bonaventura (S), Marzo(S), Ricci (S), Piccinardi (G), Spada (S), Longato(G), Bonaventura (S).

CASTEL SAN PIETRO TERME (Bologna) – Termina con una sconfitta il girone di andata del Granzette C5 femminile; domenica sul campo di Castel San Pietro Terme contro il Sassoleone le neroarancio di mister Chiara Bassi sono uscite sconfitte per 6-3, pagando le fatiche natalizie delle due partite di Coppa.

La cronaca della partita è sempre stata a favore delle bolognesi, decisamente più sulle gambe delle rodigine. Tant’è che dopo essere riuscite a pareggiare il gol subito dopo appena 2’ con Zanetti le neroarancio subiscono tre gol pesantissimi tutti su ripartenze e si ritrovano a dover rimontare un 4-1.

Piccinardi riesce ad accorciare le distanze poco prima dell’intervallo con un ottimo tiro da fuori, mentre sul finire Andreasi colpisce un doppio palo vedendo la palla uscire incredibilmente.

Nella ripresa il Sassoleone si difende con tutte le forze a disposizione e con l’ennesima ripartenza segna addirittura il 5-2.

Il Granzette, già privo di Costa, Ansaloni e Iaich, perde Vannini per infortunio e deve gestire la gara a forze ridotte.

Protagonista assoluto l’estremo difensore avversario che nega il gol a qualsiasi giocatrice neroarancio, tranne al 12’ quando Longato lascia partite un missile su cui nulla può fare.

La partita sembra riaperta ma a 8’ dal termine su punizione Bonaventura mette la palla all’incrocio dei pali infrangendo di fatto i sogni di rimonta delle rodigine e chiudendo la gara sul 6-3.

Il Granzette deve ovviamente analizzare la gara, una sconfitta che non ci sta se si vuole mantenere la parte alta della classifica, ma il momento non è sicuramente dei migliori di conseguenza va analizzato tenendo conto anche delle oggettività come i tanti infortuni o il non aver mai recuperato durante la sosta natalizia.

Quella di domenica è una sconfitta quindi che insegna con errori che saranno valutati in settimana, in vista della prima del girone di ritorno in casa a San Pio X contro il Calcio Padova, quindi con un derby sentitissimo da entrambe le squadre e dal valore assoluto. 

 

C.S.



Articoli correlati