Home » Corsa, PATTINAGGIO

Pattinatori in passerella

Applausi per la passione verdeblù
21 gennaio 2019 Stampa articolo

ROVIGO – Tutto esaurito al Teatro don Bosco sabato 19 gennaio alla presentazione della nuova annata sportiva targata Skating Club Rovigo, nel luogo dove tutto è nato nel 1961. Pattinatori in passerella, atleti, ma non solo. Il galà ha presentato allenatori, dirigenti e volontari, istituzioni e sponsor che costantemente sostengono la squadra di pattinaggio corsa e freestyle rodigina: tra i presenti, Pierino Romagnolo, delegato del CDA di ASM SET, Emanuela Vettorato di Gemma Assicurazione e Mariangela Grendane de La casa del Viaggio (ringraziando anche Albarella, Conad Ravenna e Rovigo, Tabaccheria Rossi, Serramenti F.lli Pavanello, Oxford School, Delta Fish, Andriatic LNG, ASM Onoranze Funebri, Farmacia La Madonna).

Sipario aperto dalle parole del Presidente dello Skating Club Federico Saccardin, fresco di rielezione, alla guida del sodalizio verdeblù dal 1993: “Sono infinite le soddisfazioni in questi venticinque anni di presidenza, ma la più grande è il clima di concordia che avvolge l’intera società, difficilmente riscontrabile in altri luoghi. Ringrazio tutti i dirigenti che mi affiancano, rendendo molto più semplice la mia attività. Le stagioni a venire dovranno concludere la sfida del Pattinodromo delle Rose, ultimandone i lavori e completando la palazzina. Come? – rivolgendosi al vicesindaco Andrea Bimbatti presente in platea – Cercheremo di affiancare l’attività sociale a quella sportiva, coinvolgendo associazione del mondo ‘sociale’. E’ un grande orgoglio avere uno staff dirigenziale cresciuto dal profilo delle competenze e delle responsabilità che permette in tal modo di gestire l’impianto al meglio”. Oltre al defilé di dirigenti e volontari viene premiato lo staff allenatori dall’assessore regionale allo sport Cristiano Corazzari: “E’ una bella realtà polesana, annoverata tra le nostre eccellenze. L’aspetto più importante è lo spirito ed i valori con i quali amministrate la fiducia dei genitori. Quando si parla di sport, si intende spesso il concetto di agonismo, ma non è esaustivo: occorre condividere la passione. Essere bravi atleti di oggi significa essere bravi cittadini domani. Avere persone che impegnano il loro tempo nel volontariato sportivo è da encomiare”. Poco prima il responsabile tecnico Roberta Ponzetti, nel dare il giudizio tecnico della stagione passata, si è così espressa: “E’ stato un anno interessante e di crescita al di là dei risultati agonistici raggiunti. E’ uno staff tecnico che ha regalato energia, entusiasmo e passione, con voglia di far crescere gli altri con serenità”.

Inizia la sfilata dei campioni, dove vengono premiati i titoli regionali, nazionali ed internazionali. I momenti salienti riguardano Sonia Crepaldi, oro al campionato italiano freestyle di Monza nella disciplina slide, Mattia Diamanti e Benedetta Rossini premiati per il doppio oro conquistato nei 100 metri in corsia di Cassano d’Adda, oltre al meraviglioso argento europeo conquistato dall’atleta ravennate nei 200 metri cronometro ad Ostenda (Belgio). Assente Desiana Caniatti per impegni personali (doppio titolo italiano, titolo europeo ed argento mondiale). Atleti premiati dal vicesindaco ed assessore comunale allo Sport, che portando il saluto dell’amministrazione comunale rodigina, afferma: “E’ una società di eccellenza che ha saputo crescere a livello territoriale. Oggi tenere in piedi una società sportiva è un impegno davvero gravoso. Voi andate citati come esempio, avendo lavorato controcorrente alla mentalità del ‘lamentarsi’ costantemente. Vi siete impegnati a costruire un impianto sportivo che avete donato alla città”.  Via via salgono sul palco tutti i gruppi di atleti delle varie scuole di pattinaggio intervallati da filmati che riassumono la stagione 2018 e dalle risate stimolate da Massimo Brancalion dei Tanto par Ridare con alcuni dei suoi sketch più celebri. Tra i vari interventi, si sottolinea quello del delegato provinciale del Coni Lucio Taschin: “Siete una delle società che promuove costantemente lo sport su tutto il territorio provinciale, siete diventati grandi nel piccolo con l’enorme passione dimostrata”. Poi rivolgendosi al pubblico di genitori in sala: “Lo sport non deve mai essere un metro di punizione dei propri figli. L’andare male a scuola non sia punito con il ‘non fare sport’, ma sia appunto un sistema per migliorarsi continuamente”. Prima del saluto finale è intervenuto anche Giovanni Spagna, delegato regionale della FISR, federazione sport rotellistici, che ricalca i precedenti: “Il presidente federale Sabatino Aracu ha ripetuto di aprire sempre maggiori scuole di pattinaggio – come è stato evidenziato durante la serata, avendo aperto corsi a Crespino, Villadose, Boara Pisani, Taglio di Po (presenti e premiati i rispettivi assessori allo sport Bruno Malaspina, Davide Aggio, Andrea Gastaldello e Alberto Fioravanti) e Baricetta – aumentando sempre di più l’attività per i giovani che non fanno attività agonistica”. Da qui si riparte con entusiasmo per l’annata 2019.

C.S.



Articoli correlati