Home » C Regionale, RUGBY

Rugby Frassinelle: la parola a coach Mauro Cantarello

8 febbraio 2019 Stampa articolo

Manca poco meno di una settimana alla ripresa del campionato di Serie C regionale dove la prima squadra del Rugby Frassinelle domenica 17 gennaio, alle 14.30, sarà impegnata in casa contro il Piazzola Sul Brenta. L’occasione è utile per incontrare il direttore sportivo della prima squadra, Mauro Cantarello.

 Allora Mauro, la prima cosa che ti chiedo come sta di salute la squadra?

La squadra è abbastanza in salute, anche se abbiamo parecchi infortuni. I ragazzi comunque si allenano regolarmente e stanno assorbendo gli schemi di Coach Fenzi e di coach Visentin. Il gioco di quest’anno è incentrato sulla velocità e sulla comunicazione tra i reparti e si tenta di proporre giocate nuove ed efficaci. Il tentativo è quello di fare uscire, soprattutto, il pallone più velocemente nei punti d’incontro per permettere alla linea veloce di potere esprimere tutta la sua potenzialità”

 La pausa invernale, oltre che per recuperare i ragazzi acciaccati, so che è stata anche l’occasione per ritrovarvi con Riccardo Brazzorotto.

Si, abbiamo chiesto a Riccardo di riprendere i concetti del ritiro di Lavarone. Poi si è puntato molto sull’importanza della comunicazione nel senso letterale del termine. Si è tentato di sviscerare il tema della comunicazione in tutti i suoi aspetti, per poi calarlo in ambito sportivo.

La comunicazione nel rugby è fondamentale, ma è altrettanto fondamentale l’affiatamento tra i membri della squadra. Tutto il lavoro si è concluso con una tecnica esperienziale svolta a gruppi di 6 membri per tentare di mettere in pratica i concetti espressi in mattinata. A termine dell’incontro abbiamo visionato alcuni video emozionali che ci hanno aiutato a caricarci al punto giusto. Poi ovviamente abbiamo pranzato assieme. È stata una esperienza positiva e i giocatori hanno apprezzato i temi proposti”.

 Quest’anno ci sono stati diversi inserimenti nella rosa. Si è cercato di inserire giovani interessanti con alcuni giocatori di esperienza all’interno di un gruppo già consolidato. Come sta procedendo l’inserimento?

Molto importante è l’amalgama tra i componenti della squadra, ma è altrettanto importante avere giocatori di qualità. I nuovi innesti si sono subito messi a disposizione dei Coach e si sono inseriti molto bene nel gruppo con la giusta umiltà e tenacia nel raggiungere gli obiettivi. Il compito principale dei coach è quello di rendere consapevoli i giocatori delle loro qualità ed esaltarle durante gli allenamenti e durante le partite. Direi che c’è un giusto mix di giovani e di “vecchi”, passami il termine, che rende la squadra competitiva”. rugby

 “Quali sono le tue impressioni su questo inizio di campionato?

L’inizio è stato abbastanza positivo, anche se abbiamo lasciato qualche punto di troppo per strada, come per esempio nella prima giornata abbiamo mancato il bonus offensivo e contro il Lido Venezia che per noi è sempre un terreno molto ostico abbiamo perso. La partita con la nostra avversaria diretta il Selvazzano si è conclusa in parità, ma potevamo sicuramente portarla a casa. Purtroppo, abbiamo pareggiato anche contro il Montebelluna 29 a 29, dove siamo riusciti a pareggiare con una nostra meta a tempo ormai scaduto. Il campo di Frassinelle deve essere il nostro fortino e dobbiamo recuperare tutti i punti che non siamo riusciti a fare durante il girone di andata. Direi che dobbiamo riuscire ad essere più performanti quando giochiamo in trasferta, ma sono fiducioso nel gruppo e abbiamo un solo obiettivo: arrivare primi nel girone, il blasone del Frassinelle lo merita…i ragazzi, i coach, gli accompagnatori e tutta la società lo meritano”

Rugby Frassinelle non vuole dire soltanto Rugby giocato. Circa un paio di mesi fa assieme ai ragazzi della squadra e a coach Marco Fenzi vi siete attivati a sostegno delle popolazioni dell’Agordino.

Il principio fondante del Rugby è il sostegno, ed è giusto esprimerlo anche oltre l’ambito prettamente sportivo. L’importanza della serata è stata doppiamente importante: abbiamo raccolto fondi per i VVFF di Agordo e abbiamo riunito tutte le società sportive rugbistiche (Femi CZ Rugby Rovigo Delta, Rugby Rosolina, Rugby Badia e Rugby Frassinelle). Trovarsi tutti assieme per raccogliere fondi è stato veramente utile e divertente, se poi è per una buona causa capisci che tutto diventa estremamente importante. Ci siamo lasciati con la promessa di ripetere un’altra serata tutti assieme, perché il clima della serata ha colpito tutti positivamente. Tra questa iniziativa ed altre attività pro-calamità messe in atto dalla nostra Società abbiamo raccolto una somma consistente che sarà sicuramente utile alle popolazioni coinvolte da questo dramma, la lettera di ringraziamento dei Vigili del Fuoco di Agordo e le parole contenute in essa ci hanno riempito il cuore di gioia”.

C.S.



Articoli correlati