- AgoraSportonline.it - https://www.agorasportonline.it -

Alva Inox Delta Volley vince in rimonta

volley [1]Alva Inox Delta Volley-Sol Lucernari Montecchio Maggiore 0-0

19-25, 21-25, 25-21, 25-12, 15-11

Battute punto/errori: Delta 11/16, Montecchio 6/18; Ricezione: Delta 61%, Montecchio 46%; Attacco: Delta 47%, Montecchio 44%; Muri punto: Delta 7, Montecchio 9.

Alva Inox Delta Volley: Maniero 22, Cuda 16, Dordei 12, Luisetto 10, Arienti 4, Vanini 2, Bellini, Bosetti, Michieli e Bernardi 0, Trolese NE; liberi: Lamprecht e Fregnan. Coach: Massimo Zambonin.

Sol Lucernari Montecchio Maggiore: De Fortunato 14, Bertelle 12, Flemma 10, Cortese e Franchetti 8, Mancin 4, Frizzarin 3, Sartori 2, Detogni 1; Zivojinovic 0, Roncari NE; liberi Battocchio e Mariotto. Coach: Luigi Schiavon.

PORTO VIRO – Il carattere della grande squadra. Strepitosa rimonta dell’Alva Inox Delta Volley nella sedicesima giornata di Serie B Maschile. Messa sotto 2-0 da un ottimo Sol Lucernari Montecchio Maggiore, la formazione di Massimo Zambonin ribalta il punteggio e mantiene la sua imbattibilità casalinga. Il 3-2 contro i vicentini cambia poco a livello di classifica (Monselice e Motta rosicchiano un punto), ma tantissimo a livello morale. Un morale che con il rientro di Dordei e la prestazione super di Maniero (22 punti personali) non può che essere altissimo in casa nerofucsia.

Alva Inox n campo con Vanini alzatore e Maniero opposto, Arienti e Luisetto centrali, Cuda e Bernardi schiacciatori, Lamprecht e Fregnan i due liberi. Luigi Schiavon, tecnico di Montecchio, si affida a Sartori-De Fortunato in diagonale, Frizzarin-Franchetti al centro, Bertelle e Flemma di banda, libero Battocchio. Arbitrano l’incontro Stefania Petrera di Bolzano e Marco Pernpruner di Negrar.

Dominio del cambio palla in avvio, Maniero l’attaccante più proficuo tra i nerofucsia. È proprio il gigante dell’Alva Inox a sbloccare punteggio: attacco e due ace, 12-9, time Schiavon. Reazione ospite, Flemma e schiacciata out di Porto Viro, 12-12. Ace e pipe dello stesso Flemma. In mezzo un’infrazione dell’Alva Inox, 13-16, interrompe il gioco coach Zambonin. Il Delta si appoggia all’asse Vanini-Luisetto, Montecchio – che sostituisce Franchetti con Detogni – scappa via grazie a Bertelle (ace) e Flemma: 16-21, ancora un tempo per la panchina di casa. Zambonin prova senza successo la carta Michieli in battuta (17-22), Schiavon alza il muro con Zivojinovic (out Sartori, 18-24), chiude l’acuto di Frizzarin: 19-25, 0-1 Sol Lucernari.

L’Alva Inox si prende il primo break del secondo pariale con Maniero a muro (4-2), pareggio vicentino sul mani-out di De Fortunato (4-4). Ace di Cuda (6-4) e Luisetto (8-5), time Schiavon. La battuta, sempre la battuta, di Maniero (11-7), ma anche la difesa, quella di Fregnan (12-7). Montecchio vara il doppio cambio Zivojinovic-Cortese per Sartori-De Fortunato, ma è Bertelle (attacco e muro) a spostare gli equilibri: 12-11, tempo per Zambonin, che sdogana anche il doppio cambio nerofucsia (Bosetti-Bellini per Vanini-Maniero). Alva Inox in crisi nera, entra Dordei per Bernardi (12-14), gli errori restano un macigno pesantissimo sulla schiena dei locali, che scivolano a meno quattro (12-16). Maniero (appena rientrato) e Arienti (muro) provano a invertire la tendeza (14-16), i muri di Bertelle e Franchetti ricacciano giù Porto Viro (15-19). Maniero è l’ultimo ad ammainare la bandiera in un altro finale amaro per il Delta: 21-25, 0-2.

Terzo set, Porto Viro conferma Dordei in sestetto. Carica Luisetto in apertura (3-1), a firma Cuda il successivo strappo (9-6, time Montecchio). De Fortunato due volte a segno, si avvicinano gli ospiti (10-9), rispondono Cuda con l’ace del 12-9 e Dordei con la staffilata del 13-9. Il tecnico ospite Schiavon ripropone il doppio cambio, poi il muro di Arienti che lo convince a interrompere di nuovo il gioco (15-11). Ace di Maniero (17-12), entra De Togni per Montecchio (out Franchetti), Cuda colpisce da posto quattro (19-13) e si ripete poco dopo ispirato da Dordei (21-15). Nonostante gli ultimi tentativi di Sol Lucernari (24-21, time Zambonin), la banda nerofucsia porta a casa la pelle: Dordei sigla il 25-21, 2-1.

Quarta frazione, Delta subito avanti 2-0. Sul 4-1 Schiavon richiama in panchina Flemma, al suo posto Mancin, quindi ricorre al time (5-1). Doppio Luisetto, l’Ava Inox va e c’è un altro cambio per Montecchio: Detogni rileva Franchetti (8-2). Fucilata di Dordei (10-3), rosso per Sartori (e per Maniero) che viene sostituito da Zivojinovic (con lui anche Cortese per De Fortunato). Sol Lucernari sta perdendo la testa, coach Schiavon cerca di richiamare all’ordine i suoi ragazzi con un altro time (13-5), ma i vicentini crollano inesorabimente sotto i colpi di Dordei in battuta (tre ace consecutivi per il 19-6, Montecchio con Mariotto libero). Scatenati Luisetto da una parte e Mancin dall’altra, mentre si aspetta solo di andare al quinto: 25-12, 2-2.

Tie-break, Delta al comando con i muri di Luisetto e Vanini (4-1, entra Cortese per Sol Lucernari). Time Schiavon sul 5-1, block di Maniero (7-3), si va al cambio campo sull’8-4 dopo un altro punto di Maniero. In ritmo Dordei (10-5 e 11-6), tempo per Schiavon (12-7), Flemma riduce le distanze (12-9), magia di Cuda per il 14-10, il sigillo non poteva che essere di Dordei: 15-11, 3-2 Delta.

Le parole di Massimo Zambonin, tecnico dell’Alva Inox: “È una vittoria importantissima a livello morale. Montecchio ha fatto un’ottima prestazione nei primi due set, noi non eravamo partiti affatto male, ma ci siamo un po’ disuniti, abbiamo perso fiducia, faticavamo a creare gioco. Poi abbiamo rischiato Dordei, che era fermo da tre settimane, e il suo ingresso è riuscito a dare morale a tutta la squadra, che si è ritrovata e ha iniziato a giocare la sua pallavolo, aiutato dallo straordinario pubblico di Porto Viro”.