- AgoraSportonline.it - https://www.agorasportonline.it -

Rugby Rovigo si aggiudica il big match contro Valorugby

FEMI-CZ Rovigo v Valorugby Emilia 30-21 (22-7)

Marcatori: p.t. 1’ m. Costella tr. Gennari (0-7), 16’ m. Majstorovic tr. Mantelli (7-7), 19’ m. Vian non tr. (12-7), 22’ m. Majstorovic tr. Mantelli (19-7), 30’ c.p. Mantelli (22-7); s.t. 42’ m. Dell’Acqua tr. Gennari (22-14), 65’ c.p. Mantelli (25-14), 71’ m. Vian non tr. (30-14), 79’ m. Mordacci tr. Farolini (30-21)

FEMI-CZ Rovigo: Odiete; Barion, Majstorovic, Antl, Cioffi (5’-7’ Borin) ; Mantelli, Chillon; Ferro (cap.) (74’ Mantovani), Lubian, Vian (77’ Borin); Canali, Nibert (45’ Halvorsen); Pavesi (41’ D’amico), Momberg (41’ Cadorini), Brugnara (18’ Vecchini) (55’ Brugnara). All. Properzi

Valorugby Emilia: Farolini (cap.); Costella (75’ Marzocchi), Paletta, Vaega, Gennari (72’ Caminati); Rodriguez, Panunzi; Amenta, Rimpelli (72’ Maghi), Mordacci (63’ Messori); Balsemin (13’-41’ Messori) (49’ Favaro), Dell’Acqua; Du Plessis (57’ Bordonaro), Gatti (41’ Festuccia), Muccignat. All. Manghi

Arb. Luca Trentin (Lecco)

AA1: Stefano Pennè (Lodi) AA2: Francesco Russo (Milano)

Quarto Uomo: Marco Borraccetti (Forlì)

Calciatori: Mantelli (FEMI-CZ Rovigo) 4/6; Gennari (Valorugby Emilia) 2/3, Farolini (Valorugby Emilia) 1/1

Note: giornata mite e soleggiata, con circa 15 gradi e vento assente, terreno in buone condizioni. Presenti 1500 spettatori. Prima del fischio d’inizio è stato osservato un minuto di silenzio in memoria di Franco Siligardi, ex allenatore del Club e delle giovanili rossoblù scomparso qualche giorno fa. È stato inoltre esposto lo striscione #TuttiConManuel, in sostegno di Manuel Bortuzzo, talento veneto del nuoto rimasto gravemente ferito in una sparatoria.

Punti conquistati in classifica: FEMI-CZ Rovigo 5; Valorugby Emilia 0

Man of the Match: Mantelli (FEMI-CZ Rovigo)

ROVIGO – La FEMI-CZ Rugby Rovigo Delta vince al “Battaglini” 30-21 lo scontro diretto con il Valorugby Emilia, nella quindicesima giornata di TOP12, mentendo così il primo posto della classifica.

Il Valorugby inizia subito forte contro i rossoblù, riuscendo dopo solo un minuto dal fischio d’inizio ad eludere la difesa dei Bersaglieri e ad andare in meta con Costella. La trasformazione di Gennari va a buon fine: 0-7. I rodigini comunque non si perdono d’animo e, dopo diverse prove positive con il pack, riescono a risalire il campo e a schiacciare oltre la linea con Majstorovic al 17′. La trasformazione di Mantelli porta il punteggio in parità 7-7. La marcatura apre la strada ad una serie di azioni rossoblù che portano di nuovo oltre la linea prima Vian al 19′, dopo un break di molti metri di Cioffi, e poi ancora Majstorovic al 22′. Mantelli trasforma solo la terza meta dei Bersaglieri portando il punteggio sul 19-7. Al 30′ i rossoblù hanno l’opportunità di allungare ulteriormente dalla piazzola e Mantelli non fallisce: 22-7. Verso la fine della prima frazione di gioco i Bersaglieri ancora agguerriti tentano di segnare la quarta meta con una serie di pick and go sui 5 metri avversari che però vengono vanificati da un in avanti e le squadre tornano agli spogliatoi sul 22-7.

La ripresa vede il Valorugby farsi subito pericoloso e andare in meta dopo due minuti dal fischio dell’arbitro grazie ad un drive avanzante. La marcatura, firmata da Dell’Acqua proprio sotto i pali, viene trasformata da Gennari che accorcia le distanze sul 22-14. Al 50′ gli ospiti hanno un’altra opportunità di fare punti, stavolta dalla piazzola, ma il calcio di Gennari s’infrage sul palo sinistro. Il Valorugby non demorde e continua a mettere pressione ai padroni di casa, riuscendo a spostarsi in attacco sui 5 metri rossoblù ma senza riuscire a concretizzare gli sforzi di andare in meta. La risposta dei Bersaglieri arriva attorno al 65′ quando dalla piazzola Mantelli mette a segno il calcio piazzato del 25-14. Ma è al 71′ che i rossoblù si fanno valere con la quarta meta, quella del bonus, segnata magistralmente da Vian ma non trasformata. Sul 30-14 i giochi sembrano ormai chiusi ma il Valorugby non ci sta è proprio allo scadere segna la terza marcatura di giornata a firma di Mortacci. La trasformazione di Farolini chiude la partita sul 30-21.

Alla fine del match Diego Antl commenta: “Penso che la squadra abbia reagito bene, io ho dato un po’ del mio che voglio trasmettere ai miei compagni. Oggi potevamo fare qualche meta in più, avevamo bisogno forse di essere più comunicativi e di farci sostegno reciproco, comunque la squadra c’è e anche il gioco e noi abbiamo voglia di arrivare fino in fondo. Il Valorugby è una grandissima squadra, l’abbiamo analizzata tutta la settimana, hanno grandi giocatori fisici e sapevamo che sarebbe stata una guerra come tutte le altre partite ma complimenti alla nostra difesa che oggi è riuscita ad imporsi.”

“È stata una partita difficile tra primi in classifica -afferma l’allenatore rossoblù Franco Properzi – Siamo riusciti a fare 5 punti e anche molto buoni, perché con pochissimo possesso siamo riusciti a portare a casa la partita. Inoltre la difesa oggi è stata ottima, continuiamo così”.

 

 

 

 

 

Fiamme Oro Rugby v Kawasaki Robot Calvisano 13-31 (0-5)
Rugby Viadana 1970 v Mogliano Rugby 1969 24-22 (4-1)
Lafert San Donà v S.S. Lazio Rugby 1927 21-19 (4-1)
Verona Rugby v Argos Petrarca Padova 8-36 (0-5)
FEMI-CZ Rovigo v Valorugby Emilia 30-21 (5-0)
Valusugana Rugby Padova v Toscana Aeroporti I Medicei 13-23 (0-4)

classifica di campionato

Kawasaki Robot Calvisano, FEMI-CZ Rovigo 58; Argos Petrarca Rugby 54; Valorugby Emilia 53; Fiamme Oro Rugby 42; Toscana Aeroporti I Medicei 39; Rugby Viadana 1970, Lafert San Donà 29; Mogliano Rugby 1969 27; Verona Rugby 22; Valsugana Rugby Padova 18; S.S. Lazio Rugby 1927 12