Home » BASKET, Promozione

Il Cipriani ospita Battaglia Terme

28 febbraio 2019 Stampa articolo

basketROVIGO – Importante partita per il Cipriani Nuovo Basket Rovigo che domani sera, inizio alle 21.15 al palazzetto dello sport, ospita il Basket Battaglia Terme. Una sfida delicata non solo per le pantere di coach Ventura, attualmente terze in classifica, ma anche per gli ospiti padovani, settimi della classe e costretti a vincere per restare in zona play-off. All’andata vinsero i termali 66 a 58.
Rovigo arriva da cinque vittorie consecutive, ma è sempre alle prese con una lunga serie di infortuni che costringeranno il tecnico bolognese, a definire la rosa anti-Battaglia solamente all’ultimo momento. Lunga, infatti la lista degli acciaccati-indisponibili: Nicola Braggion ha saltato gli ultimi allenamenti per influenza e la sua presenza è in forse, con Luca Doati che sarà costretto a sedersi in panchina per fare numero, ma inutilizzabile perché ha ripreso a muoversi solamente lunedì dopo un mese di stop. Marco Demartini è sempre fermo per problemi alla schiena, così come Emanuele Borgato. Luca Turri ha ripreso a muoversi da poco e dunque non potrà essere al top della forma, con Matteo Donà che in allenamento ha subito un duro colpo al costato ed è in forse. Marcello Felisati è sempre alle prese con un’infiammazione tendinea e acciaccati sono anche Alberto Grignolo e capitan Khalifa Diagne.
Le Pantere, che la scorsa settimana hanno vinto facilmente sul campo dell’Usma, non devono certamente aspettarsi una partita semplice.
Il Battaglia Terme, allenato da coach Gianluca Bertin, proviene da una severa lezione contro la ProPace Padova (105-63), ma solo una settimana prima aveva espugnato (66-56) il difficile campo de I Frogs, grazie ai 20 punti di Gomiero. Che, nella gara d’andata fece la differenza assieme al centro Samuele Masiero, autore di 15 punti, e l’altra ala Andrea Businaro.

basket

Riccardo Ferrari

Intanto, la squadra dei dirigenti del Cipriani Nuovo Basket Rovigo si è rinforzato con l’arrivo di Riccardo Ferrari. Ferrari, che per 40 anni è stato bancario e quindi per diverso tempo direttore di filiale della Monte Paschi di Siena, ha anche un passato da sportivo: ha iniziato a giocare a basket all’età di 14 anni nel “Don Bosco Rovigo”. Poi, a 21 anni, è passato al rugby militando prima nell’Este, poi nella seconda squadra della Rugby Rovigo, e quindi nel Roverdicrè, che militava nel campionato di serie C. A 32 anni, il ritorno nel basket con la società del “Centro Attività Motorie Rovigo.
Riccardo Ferrari, che è anche papà della Pantera Alberto Ferrari (attualmente indisponibile per impegni di lavoro, ma tesserato con il Cipriani), si aggiunge così alla squadra di dirigenti e di “addetti ai lavori” rossoblù “allenata” dal presidente Gionata Morello e così composta: Carolina Zambelli, Enrico Davì, Alberto Liviero, Matteo Lucchin, Andrea Lucchin, Lorenzo Davì, Giampaolo Stoppa, Luca Giacobbe e Enrico Zurma.

 

C.S.



Articoli correlati