Home » RUGBY

Rugby Rovigo vince con bonus contro I Medicei

2 marzo 2019 Stampa articolo

Toscana Aeroporti I Medicei v Femi-Cz Rugby Rovigo Delta 23 – 42   (13-14)
Marcatori: p.t. 7’ cp Newton (3-0); 11’ m Odiete tr Mantelli (3-7); 13’ m Odiete tr Mantelli (3-14); 29’ m Greeff tr Newton (13-14); s.t. 47’ m Antl tr Mantelli (13-21); 57’ cp Newton (16-21); 61’ m D’Amico tr Mantelli (16-28); 63’ m Cioffi tr Chillon (16-35); 77’ m Cioffi tr Chillon (16-42); 80’ m McCann tr Newton (23-42)
Toscana Aeroporti I Medicei: Cornelli; McCann, Lupini, Cerioni (cap.) (74’ Mattoccia), Lubian (45’ Biffi); Newton, Esteki (48’ Rorato); Greeff,  Boccardo, Cosi (66’ Chianucci); Minto, Grobler; Montivero (48’ Romano), Giovanchelli (48’ Broglia), Schiavon (45’ De Marchi)
All. Presutti, Basson, Minto
Femi-Cz Rugby Rovigo Delta: Odiete (77’ Visentin); Barion, Majstorovic, Antl, Cioffi; Mantelli (63’ Piva), Chillon (cap.); Halvorsen (69’ Mantovani), Lubian, Vian; Canali, Nibert (63’ Parolo); Pavesi (41’ D’Amico) Cadorini (41’ Momberg), Vecchini (41’ Brugnara). 
All. Casellato, Properzi
Arb. Bolzonella (Cuneo)
AA1 Pennè (Milano), AA2 Russo (Milano)
Quarto Uomo: Giovanelli (La Spezia)
Cartellini: 47’ giallo a McCann (Toscana Aeroporti I Medicei)
Calciatori: Newton (Toscana Aeroporti I Medicei) 4/4; Mantelli (Femi-Cz Rugby Rovigo Delta) 4/4; Chillon (Femi-Cz Rugby Rovigo Delta) 2/2; 
Note: giornata di sole, circa 18°. Campo in buone condizioni. Spettatori circa 1350.
Man of the Match: Diego Antl (Femi-Cz Rugby Rovigo Delta)

FIRENZE – Il match inizia con qualche imprecisione da entrambe le parti ma con buoni spunti in attacco da parte dei rossoblù, come un ottimo break di Antl che porta la squadra rodigina all’interno dei 22 avversari dopo pochi minuti dal fischio d’inizio. Sono però i padroni di casa a mettere a segno i primi punti dalla piazzola con Newton all’8’ dopo un errore in difesa dei Bersaglieri. La squadra rodigina non si fa intimorire: all’11’ trova una touche sui 22 avversari e dopo un drive avanzante il gioco si apre al largo dove Mantelli abilmente serve un ovale perfetto ad Odiete che va a schiacciare oltre la linea. L’apertura rossoblù non fallisce la trasformazione: 3-7. Scena che si ripete pochi istanti dopo, al 15’, di nuovo con Odiete che firma la seconda marcatura personale e di giornata e con Mantelli che dalla piazzola centra i pali per il 3-14. I Medicei accorciano le distanze al 20’, quando ottengono un calcio a favore proprio sotto i pali che Newton mette tra dentro con facilità per il 6-14. I padroni di casa si fanno più agguerriti e provano varie incursioni fino al 30’ quando riescono concretizzare i propri sforzi grazie alla meta di Greef, trasformata poi da Newton per il 13-14 con cui si chiude il primo tempo.

I Bersaglieri iniziano con intensità la ripresa provando diverse incursioni che la pronta difesa dei padroni di casa riesce però ad arginare. I rossoblù non demordono e, complice anche l’inferiorità numerica dei Medicei per un giallo a McCann, al 49’ riescono a trovare la terza meta con Antl che va a schiacciare oltre la linea. Mantelli si dimostra nuovamente preciso della piazzola: 13-21. I padroni di casa però non ci mettono molto ad accorciare le distanze, ancora grazie al piede di Newton che al 57’ mette tra i pali il calcio del 16-21. Rovigo però non si fa intimorire e al 61’ D’Amico, dopo un drive da touche sui 5 metri avversari, schiaccia l’ovale oltre la linea per la meta del bonus che Mantelli poi trasforma: 16-28. Non contenti i rossoblù vanno a segno per la quinta volta al 64’ dopo una bella azione dei trequarti: stavolta la marcatura è a firma di Cioffi che schiaccia proprio in mezzo ai pali agevolando la trasformazione di Chillon che porta il punteggio sul 16-35. Cioffi si replica al 77’, andando a segnare la quinta marcatura di nuovo sotto i pali, dove Chillon trasforma per il 16-42, dopo un’azione in cui i rossoblù riescono a gestire e controllare l’ovale nonostante alcune imprecisioni nella trasmissione. Negli istanti finali della partita i Medicei provano un’ultima incursione andando a segno con McCann al 79’ e Newton con la trasformazione porta il punteggio sul 23-42 con cui si chiude la partita.

Alla fine della sfida coach Franco Properzi: “Rovigo ha giocato contro Rovigo nel primo tempo, dopo due belle mete ci dimentichiamo le direttive dell’allenatore e placcaggio basso diventa un’opzione. Per fortuna nell’intervallo la capacità e l’esperienza dei ragazzi hanno individuato subito il problema e abbiamo espresso proprio un bel rugby. Qualche mancanza anche nel secondo tempo ci fa riflettere un po’ sulla nostra continuità. Lezione imparata”.

C.S.



Articoli correlati