Home » RUGBY

Rugby Rovigo strapazza le Fiamme Oro

10 marzo 2019 Stampa articolo

FEMI-CZ Rovigo v Fiamme Oro Rugby 52-27 (31-8)

Marcatori: p.t. 8’ c.p. Biondelli (0-3), 12’ m. Majstorovic tr. Mantelli (7-3), 16’ m. Majstorovic tr. Mantelli (14-3), 22’ m. Vian non tr. (19-3), 24’ m. Barion non tr. (24-3), 30’ m. D’Onofrio G. non tr. (24-8), 34’ m. Halvorsen tr. Mantelli (31-8); s.t. 46’ m. Odiete tr. Mantelli (38-8), 56’ m. Chillon tr. Mantelli (45-8), 59’ m. Vian tr. Mantelli (52-8), 63’ m. McCarthy tr. Biondelli (52-15), 72’ m. Biondelli non tr. (52-20), 81’ m. D’Onofrio G. tr. Biondelli (52-27)

FEMI-CZ Rovigo: Odiete (61’ Visentin); Barion, Majstorovic, Antl, Cioffi (61’ Borin); Mantelli, Chillon (57’ Loro); Halvorsen (50’ Venco), Lubian, Vian; Canali (41’ Mantovani), Nibert; D’Amico (50’ Pavesi), Momberg (cap.) (50’ Cadorini), Brugnara (50’ Vecchini).

All. Properzi

Fiamme Oro Rugby: D’Onofrio G.; Marinaro, Quartaroli, Forcucci, Bacchetti (41’ Vaccari); Biondelli, Parisotto (41’ Masato); De Marchi (41’ Bianchi), Cristiano (cap.), Favaro (63’ D’Onofrio U.); McCarthy, Caffini (61’ Faccenna); Iacob (41’ Vannozzi), Moriconi (41’ Kudin), Zago (61’ Mariottini). 

All. Guidi

Arb. Andrea Piardi (Brescia)

AA1: Federico Vedovelli (Sondrio), AA2: Matteo Giacomini-Zaniol (Treviso)

Quarto uomo: Stefano Rebuschi (Rovigo)

Cartellini: 53’ giallo a Kudin (Fiamme Oro Rugby)

Calciatori: Mantelli (FEMI-CZ Rovigo) 6/9; Biondelli (Fiamme Oro Rugby) 4/5

Note: giornata mite e soleggiata, con circa 18 gradi e vento assente, terreno in buone condizioni. Presenti 1500 spettatori. Come di consueto nelle partite contro la FEMI-CZ Rovigo, le Fiamme Oro Rugby hanno tolto dalla distinta la maglia numero 10 in memoria di Stefano Casotti, giocatore di entrambe le squadre prematuramente scomparso.

Punti conquistati in classifica: FEMI-CZ Rovigo 5; Fiamme Oro Rugby 1

Man of the Match: Majstorovic (FEMI-CZ Rovigo)

ROVIGO – 

La FEMI-CZ Rugby Rovigo Delta si aggiudica un’altra importante vittoria: allo Stadio “Battaglini” i rossoblù segnano 8 mete e superano 52-27 le Fiamme Oro Rugby nella diciassettesima giornata di TOP12 e rimanendo in vetta alla classifica.

L’inizio della partita vede le Fiamme Oro andare in vantaggio dopo 8 minuti dal fischio d’inizio: è biondeggi a mettere a segno in primi punti dimostrandosi preciso dalla piazzola. La risposta dei rossoblù però non si fa attenere e dopo una touche nei pressi dei 5 metri avversari al 12’ i Bersaglieri ci provano con diversi pick and go vicino alla linea di meta fino a quando Majstorovic riesce a schiacciare oltre. Mantelli trasforma per il sorpasso 7-3. Dopo pochi minuti arriva la seconda marcatura rossoblù, sempre a firma di Majstorovic che servito magistralmente da Odiete va a schiacciare sotto i pali. La trasformazione di Mantelli porta il punteggio sul 14-3. I Bersaglieri continuano a dominare e nel giro di due minuti vanno in meta altre due volte: al 22’ con Vian e al 24’ con Barion, autore della marcatura del bonus. Mantelli non riesce a trasformare le marcature: 24-3. La riscossa delle Fiamme Oro arriva al 30’ quando, dopo una serie di tentativi sui 5 metri rossoblù, riescono a trovare il buco con l’estremo D’Onofrio. Anche Biondelli in questo caso non è preciso dalla piazzola e non mette a segno la trasformazione: 24-8. I Bersaglieri non si fanno intimorire e il loro gioco brioso continua a dare buoni risultati: al 34’ infatti tornano a schiacciare oltre la linea, sotto i pali, con Halvorsen. Stavolta il calcio di Mantelli va a buon fine: 31-8. Alla fine del primo tempo i rossoblù hanno l’opportunità di allungare ulteriormente ma dalla piazzola, da lunga distanza, Mantelli non riesce a centrare i pali e le squadre tornano agli spogliatoi sul 31-8.

La ripresa vede ancora i rossoblù agguerriti: dopo appena 6 minuti dal fischio dell’arbitro arriva la sesta meta di giornata, segnata da Odiete sotto i pali avversari e trasformata da Mantelli per il 38-8. Al 52’ gli ospiti rimangono con un uomo in meno per un giallo a Kudin e Rovigo ne approfitta poco dopo per andare in meta con Chillon. La trasformazione realizzata da Mantelli porta il punteggio sul 45-8. Non contenti i rossoblù ipotecano l’ottava marcatura al 59’ a firma di Vian, che va schiacciare l’ovale proprio sotto i pali agevolando la trasformazione di Mantelli del 52-8. Le Fiamme Oro riescono a rispondere: prima al 63’ andando in meta con McCharty, proprio subito prima di ristabilire la parità numerica, poi al 72’ con la marcatura di Biondelli che realizza però solo la prima delle due trasformazioni portando il punteggio sul 52-20. Negli istanti finali della partita le Fiamme Oro riescono ad ottenere un punto di bonus andando a segnare la quarta meta di giornata con l’estremo D’Onofrio. Biondelli manda tra i pali l’ovale e il match si chiude con la sua trasformazione del definitivo 52-27.

“È stata una partita meravigliosa per 60 minuti – è il commento di coach Franco Properzi alla fine della sfida – sono stati veramente 60 minuti d’incanto, ogni allenatore vorrebbe avere una squadra che gioca così. Ci manca solo la continuità degli 80 minuti, forse per i cambi o forse per l’appagamento di chi gioca dall’inizio c’è stato un rilassamento che non deve esserci. Questa è una cosa che dobbiamo migliorare, 80 minuti devono essere 80 minuti, è una lezione che oggi abbiamo imparato. Per il resto sono molto contento, i ragazzi hanno delle competenze e una capacità di gioco incantevole”.

Soddisfatto anche il rossoblù Massimo Cioffi: “Oggi siamo partiti bene, rispetto ad altri match in cui abbiamo avuto un po’ di difficoltà all’inizio. Tutta la settimana abbiamo provato a giocare il nostro rugby e lo stiamo dimostrando, sappiamo quando accelerare e gestire la maggior parte delle situazioni. Negli ultimi 20 minuti sono entrati tutti quelli della panchina e molti ragazzi giovani, che magari hanno pochi minuti sulle gambe e un po’ meno confidenza, e qualche errore individuale di troppo ci ha portato a prendere le ultime tre mete. Non possiamo comunque che essere contenti dei 52 punti segnati, portiamo l’asticella sempre più in alto e dobbiamo continuare a farlo”.

 

 

La classifica di campionato:

Kawasaki Robot Calvisano, FEMI-CZ Rovigo 68; Argos Petrarca Rugby 63; Valorugby Emilia 62; Fiamme Oro Rugby 48; Toscana Aeroporti I Medicei 40; Rugby Viadana 1970, Lafert San Donà 34; Mogliano Rugby 1969 31; Verona Rugby 23; Valsugana Rugby Padova 19; S.S. Lazio Rugby 1927 12

C.S.



Articoli correlati