Home » Softball giovanile

Flamingos: ritorno in palestra

14 marzo 2019 Stampa articolo

softball giovanileBOLOGNA – In attesa del via libera dell’Amministrazione comunale all’uso dello “Spisni“ le Under 15 del New Softball Bologna sono riuscite ad organizzare, grazie alla grande sportività della Fiorentina Softball, una amichevole nello splendido impianto di Baricella. Le ragazze grigio-rosa sono scese sul parquet con molte assenze: Lalla e Vittoria ai try out in terra di Lombardia, Emmina e Giulia fuori per infortunio. Ad aiutare il parco lanciatrici è giunta dalla romagna Lucrezia e il peso tecnico dell’amica di Villa Verucchio si è sentito tutto. Agli ordini dell’arbitro federale Pereira, la giornata si è articolata in due tranches di circa due ore ciascuna, ed ha lasciato un senso di positività nel team felsineo (ed anche nei suoi sostenitori). Complessivamente bene sia l’attacco sia il reparto difensivo, con un buon adattamento di quest’ultimo agli spazi effettivi, in relazione alle dimensioni dei nostri luoghi di allenamento. Piuttosto confortante il box di battuta, senza particolari vuoti nel line up, e con diversi lampi con Reggi, Viola, Lucrezia e, soprattutto Sara, autrice di una lunga palla in tribuna. “Se apriamo una finestra su quest’ultima atleta – dice il coach – , si vede subito la bella progressione qualitativa nel difficile ruolo di catcher, oltretutto alle prese con i lanci di Lucrezia e Giorgia, due produttrici di lanci non esattamente morbidi. Possiamo considerarci soddisfatti soprattutto della velocità con la quale abbiamo superato il nostro nemico storico: l’ansia. E, superato il primo impatto, si sono sciolte con tranquilla efficacia Asia, Jasmin Amalia e Federica (una new entry proveniente dal Sasso Marconi). Poi, quando anche Sabrin è riuscita a rilasciare tutta la sua potenza in una valida profonda, si è capito che la giornata aveva ottenuto il giusto significato. E, in chiusura, la nostra attenzione si sposta su Lalla e Vittoria. Seppure in giro dall’alba e dopo l’intenso allenamento/prova dei try out, non hanno mancato di essere presenti anche all’amichevole, lanciando, difendendo e battendo con sicura efficacia. Dunque, sorrisi per questo esordio, ben consapevoli che il calendario esprimerà valori anche più elevati. Saluto finale anche per Emmina, scesa dalla montagna col proverbiale braccio al collo, non ha mancato di sedersi con le compagne in panchina, a testimonianza della sua vicinanza alla squadra”

C.S.



Articoli correlati