Home » RUGBY

Rugby Rovigo travolge Valsugana

16 marzo 2019 Stampa articolo

rugbyFEMI-CZ Rovigo v Valsugana Rugby Padova 45-0 (33-0)
Marcatori:p.t. 6’ m. Piva tr. Mantelli (7-0), 8’ m. Vian tr. Mantelli (14-0), 22’ m. Mantelli non tr. (19-0), 36’ m. Odiete tr. Mantelli (26-0), 39’ m. Odiete tr. Mantelli (33-0); s.t.53’ m. Ferro tr. Mantelli (40-0), 58’ m. Odiete non tr. (45-0)
FEMI-CZ Rovigo: Odiete; Barion, Antl, Angelini, Cioffi; Mantelli, Piva (77’ Loro); Halvorsen, Lubian (50’ Venco), Vian; Canali, Nibert (49’ Ferro); D’Amico (49’ D’Amico), Momberg (cap.) (73’ Rossi), Vecchini.
All. Properzi
Valsugana Rugby Padova: Paluello (62’ Rossi); Lisciani, Dell’Antonio A., Kurimudu (62’ Gritti), Beraldin; Roden (62’ Dell’Antonio F.), Benetti; Girardi (62’ Scapin M.), Sironi, Maso; Albertario, Caldon (45’ Baldelli); Swanepoel (41’ Paparone), Pivetta (cap.) (54’ Giulian), Varise (38’ Barducci).
all. Roux
arb. Gabriel Chirnoaga (Roma)
AA1: Riccardo Angelucci (Livorno), AA2: Francesco Meschini (Milano)
Quarto uomo: Eugenio Scrimieri (Milano)
Cartellini: 50’ giallo a Sirioni (Valsugana Rugby Padova)
Calciatori: Mantelli (FEMI-CZ Rovigo) 5/7; Roden (Valsugana Rugby Padova) 0/1
Note: giornata mite e soleggiata, con circa 20 gradi e vento assente, terreno in buone condizioni. Presenti 1200 spettatori.
Punti conquistati in classifica: FEMI-CZ Rovigo 5; Valsugana Rugby Padova 0
Man of the Match: Odiete (FEMI-CZ Rovigo)La FEMI-CZ Rugby Rovigo Delta non fallisce la prova nell’anticipo della diciottesima giornata di TOP12: al “Battaglini” i rossoblù superano il Valsugana Rugby Padova con un netto 45-0.

ROVIGO – Il match inizia con il Rovigo che tenta subito un’incursione nella metà campo avversaria ma un errore di trasmissione consegna l’ovale al pack avversario che ottiene, 3 minuti dopo il fischio d’inizio, un calcio a favore: Roden dalla piazzola però non centra i pali. Pochi istanti dopo Rovigo risponde ottenendo un calcio a favore con la mischia e guadagnano terreno. Le belle azioni che innescano i rossoblù portano in meta prima Piva al 6’ e poi Vian all’8’ e Mantelli mette a segno entrambe le trasformazioni. Al 16’ un grande break di Halvorsen porta nuovamente i Bersaglieri vicini alla meta, non concretizzata per un errore di trasmissione. Al 19’ è Momberg a provare a schiacciare oltre la linea ma l’arbitro fischia ovale alto da terra. I rossoblù non demordono e dopo un’altra buona prova della mischia, break e finta di Mantelli che s’invola e schiaccia in meta. L’apertura rodigina non centra però i pali per la trasformazione: 19-0. Anche il Valsugana ci prova, intorno al 25’, arrivando a sfiorare la meta dopo una lunga serie di pick and go sui 5 metri rossoblù ma senza riuscire a concretizzare. Al 36’ arriva la meta del bonus dei rossoblù grazie ad un incredibile coast to coast di Odiete, che poi si replica al 39’ trovando un buco nella difesa avversaria a pochi metri dalla linea. Mantelli trasforma entrambe le marcature portando il punteggio sul 33-0 su cui si chiude il primo tempo.

La ripresa inizia bene per i rossoblù che al 53’, approfittando della superiorità numerica per un giallo a Sirioni, con una splendida azione vanno in meta con Ferro, entrato da pochi minuti in sostituzione di Nibert. La trasformazione di Mantelli porta il punteggio sul 40-0. Pochi istanti dopo i Bersaglieri tornano in meta: Odiete mette infatti a segno la terza marcatura personale che però Mantelli non trasforma. Poco prima della mezzora il Valsugana riesce a portarsi nei pressi dei 5 metri rossoblù dove innesca una serie di pick and go per riuscire ad oltrepassare la linea di meta ma la difesa rodigina non lascia scampo. Sul finire della partita i Bersaglieri provano un’ultima corsa verso l’ottava meta ma la difesa del Valsugana impedisce i loro tentativi. L’arbitro fischia quindi la fine sul 45-0.

Alla fine della sfida il man of the match David Odiete, arrivato oggi a quote 20 mete segnate in questa Stagione, afferma: “Stiamo facendo 5 punti da molte partite e anche se come individualità è più facile emergere, tutte le mete segnate sono frutto del lavoro collettivo. Con questo gioco ci esprimiamo al meglio, lavoriamo in sinergia e con la giusta mentalità ed i risultati si vedono. Ora ci aspetta la dura partita con il Calvisano che potrebbe decidere il primo posto ma dobbiamo continuare a pensare a noi stessi e a mettere in campo il nostro gioco”.

“Siamo molto contenti – commenta coach Franco Properzi – l’obiettivo era tenere a zero punti questa squadra avversaria e l’abbiamo centrato. Purtroppo il gioco è stato piuttosto spezzettato e forse non abbiamo dato il massimo con il reparto della mischia. Però tutto doveva essere fatto in funzione della partita di sabato prossimo contro Calvisano, come i minutaggi di alcuni giocatori chiave: abbiamo centrato gli obiettivi che ci eravamo prefissati e ora ci concentriamo sulla prossima sfida”.

C.S.



Articoli correlati