Home » serie B2, VOLLEY

Fruvit torna con un punto da Cremona

17 marzo 2019 Stampa articolo

volleyEsperia Cremona – G.S.Fruvit 3-2 

17-25, 26-24, 25-21, 23-25, 15-11

G.S. Fruvit: Coltro, Ghiotti, Toffanin, Baù, Fyda, Ferroni, Bolognesi, D’Iseppi, Beriotto, Schibuola, Franzoso (L1), Tridello (L2). Allenatore Giuliana Perilli.

Esperia Cremona: Andreani, Antonucci, Nicoli, Lodi, Decordi, Ruffa (L), Fortuna, Ghisolfi, Bulla, Onyeukwu. All.: Sbano-Denti.

Arbitri: 1° Massimiliano Boscato, 2°  Giuseppe Salvatore Virga

CREMONA – Fruvit nella gara numero venti sfiora il colpaccio in casa della seconda in classifica. Le lombarde hanno faticato non poco per vincere la partita e molto probabilmente non si aspettavano una “resistenza” così intensa da parte di Fruvit. Esperia che nelle ultime sette gare, cioè dall’inizio del girone di ritorno, ha perduto solamente dalla capolista Clai Imola.

“Nel primo set penso che Cremona ci abbia sottovalutato vista la nostra posizione in classifica, invece abbiamo giocato bene, commenta Perilli a fine partita. Abbiamo battuto bene, spesso su Antonucci che sapevamo avere la ricezione scarsa e questo ha pagato, poi abbiamo preso coraggio loro no e il set è andato via liscio. Nel secondo potevamo fare meglio perché eravamo in vantaggio nettamente però quando loro hanno iniziato a giocare noi abbiamo sbagliato troppo in attacco a differenza delle loro bande che saltavano e picchiavano forte. Abbiamo rubacchiato il quarto nel finale sotto di 23-20 e poi nel quinto non ne avevamo più.

Tutto sommato un punto ci sta bene, continua Perilli, fuori casa contro la seconda, dietro a noi hanno tutte perso e ad oggi abbiamo otto punti dalla quart’ultima. Domenica prossima avremo uno scontro diretto in casa contro il Pianamiele vedremo come andrà.”

Commento conciso ma veritiero quello del coach Fruvit, che condensa in poche parole le oltre due ore e un quarto di partita.

Perilli ha ruotato quasi tutte le giocatrici per cercare di arginare Esperia schierando inizialmente Beriotto e Ferroni in diagonale, Bolognesi e D’Iseppi in banda, Toffanin e Baù centrali, Franzoso libero.

Si è vista una Fruvit corsara nel primo set, dove con il servizio ha messo in difficoltà un’avversaria che ha sbagliato tanto in ricezione e difesa, tanto da non riuscire ad attaccare con lucidità. I parziali raccontano che Fruvit una volta in vantaggio ha saputo gestire la partita con sagacia, 3-7, 12-16, 16-20.

Nel secondo set invece Fruvit ha inizialmente illuso i tifosi al seguito, con un punteggio di 4-14 molti pensavano di essere a buon punto.Cremona invece ha avuto il merito di una reazione perentoria con ben otto punti di fila, costringendo Perilli a qualche cambio. Il set è stato combattuto e vinto ai vantaggi dalle padrone di casa grazie anche agli attacchi fuori delle rodigine.

Terzo set giocato punto a punto fino al 13 pari quando Fruvit inizia a soffrire il muro di casa e qualche pallonetto di troppo al centro dello schieramento. Esperia si porta a più sei, Perilli cambia al centro entra Ghiotti per Toffanin. Fruvit accorcia il distacco, 20-17, ma poi persevera negli errori, inoltre più volte lascia scoperta la parallela permettendo ai laterali lombardi di trovare facili spazi. Entra anche Coltro per Baù e Fruvit tenta una rincorsa tardiva che si ferma al punto ventuno col muro vincente di D’Iseppi. 

Quarto set giocato alla pari fino a dieci quando Franzoso esce dal campo per una pallonata in faccia e prende il suo posto Tridello. Nel frattempo Esperia passa in vantaggio e lo incrementa a più sei. Arriva il momento di crisi delle lombarde, Cremona si fa raggiungere a 19 e sorpassare, Bolognesi, Ghiotti e D’Iseppi vanno a segno. Le ragazze di Sbano si riprendono a muro fermando Bolognesi, Ferroni attacca fuori e ancora Bolognesi, entra Fyda al suo posto e sarà lei a siglare l’ace del set point.

Si va al tie break quindi consapevoli di avere la possibilità di portare comunque punti a casa. Esperia vuole vincere davanti al pubblico di casa e vendicare la sconfitta dell’andata, si arriva al sei pari con lo stesso numero di errori commessi, tre per parte, ma si cambia campo col Cremona avanti di due, 8-6, il 10-6 è l’ennesimo pallonetto che trova sguarnita la difesa Fruvit al centro. La stanchezza fisica è evidente per entrambe le squadre, a Beriotto viene fischiata la doppia del 12-8, successivamente un bagher giallonero finisce lungo fuori.  Perilli chiama il time out e sostituisce Bolognesi con Fyda, Ferroni segna, e anche Fyda in pipe e in battuta, 13-11. Sono gli errori gialloneri in attacco quelli che concedono set e partita a Cremona.

 

 

 

C.S.



Articoli correlati