Home » BASKET, femminile, serie B

Una grande Solmec Rhodigium piega la Cestistica Rivana

17 marzo 2019 Stampa articolo

Rhodigium Basket – Zannini Rivana 71- 67

28-15; 39-33; 56-51;

Rhodigium Basket: Vaccarini, Turri 12, Zamboni, Veronese, Masarà, Ferraro, Sorrentino 1, Furlani 11, Cappellato, Ballarin 15, Cognolato 7, Pegoraro 25, Viviani. All. Frignani

Zannini Rivana: Marchi 4, Piermattei, Piva 15, Bonvecchio, Reversi 2, Chemolli 8, Fadanelli 12, Bregu 3, Villarruell 13, Bianconi 8. Coach Matassoni

1° Arbitro: Ario Rossi Di Badia Polesine (RO) e 2° Arbitro: Mattia Brocco di Limena (PD)

ROVIGO – Una Solmec Rhodigium Basket delle grandi occasioni manda al tappeto una squadra di alta classifica come la Cestistica Rivana, a risolvere ad una manciata di secondi dalla fine, quando il vantaggio delle rodigine era di un sol punto, la tripla di Pegoraro tirata allo scadere dei 24” da grande distanza e in equilibrio precario. È stata una partita difficile anche per un arbitraggio poco accorto soprattutto nei confronti delle locali, ma ugualmente la determinazione, la grinta e il cuore delle rossoblù hanno portato ad un successo strameritato. Partita sempre in mano alle padrone di casa salvo nell’ultimo parziale dopo il 6’ minuto quando le trentine si sono portate a +1 brave e locali a risorpassare subito.

La partita inizia con un ritmo elevatissimo, va subito ai liberi le Cestistica che non sbaglia dalla lunetta, Rovigo risponde con Cognolato dalla lunga distanza. Le rossoblù vanno in vantaggio e dopo una fase punto a punto iniziano ad allungare fino a portarsi alla fine del parziale sul punteggio di 28-15, complici non solo i tiri in penetrazione ma anche dalla lunga distanza.

Nel secondo quarto il primo minuto passa con un nulla di fatto da entrambe le parti. Nel secondo va a punto la Cestistica che guadagna anche due tiri dalla lunetta, 28-18, subito dopo accorcia dalla lunga distanza 28-21. Arbitri che in questa seconda fase fischiano in una sola direzione, a favore delle trentine infatti, dopo poco più di 3’ di gioco sono 4 i fatti assegnati alle rodigine contro l’unico delle avversarie che certo non si risparmiano contro le padrone di casa soprattutto “menando” in difesa, grazie a questo il punteggio è di 28-24. Pegoraro in penetrazione 30-24. Risponde la cestistica 30-26. In lunetta Cognolato, nulla di fatto. Fallo su Pegoraro che va in lunetta, 31 -28. Ai liberi ancora le trentine 31-29. Ballarin 33-29. Nuovamente Ballarin 35-29. In lunetta le trentine 35-31. Pegoraro in penetrazione 37-31. Accorciano le avversarie 37-33, ma Pegoraro dalla media distanza manda le due squadre alla pausa lunga sul punteggio di 39-33.

Al rientro in campo a violare il canestro sono le ospiti, subito imitate le rodigine. Cognolato subisce fallo al tiro, buoni entrambe. Ballarin in penetrazione 45-35.  Rispondono le trentine. Dopo 5 minuti, il punteggio è di 45-37. Pegoraro dalla media distanza 47-39. Pegoraro sfodera la bomba, 50-41. Replicano subito le avversarie. 52-46. Bomba della Cestistica che si porta a -1. Pegoraro dalla media distanza 54-51. Turri 56-51. E su questo punteggio si chiude il parziale. Che ancora una volta, purtroppo, ha registrato un arbitraggio a senso unico.

Gli ultimi 10 minuti vanno subito a punto le avversarie, 56-53. Finalmente un fallo assegnato a favore delle locali, in lunetta Furlani 57-53. Cestistica si porta a -2. Ora i due quintetti sono pari, 57-57. Va in lunetta Sorrentino e Rovigo va +1. Adesso va in vantaggio per la prima volta la Cestistica. Fallo su Cognolato, Rovigo a +1. Avanti Cestistica 60-61. Ballarin 62-61. Fallo su Pegoraro che va ai liberi 64-61. Questa volta va in lunetta la Cestistica 64-63. Ballarin 66-63. Fallo su Pegoraro che va ai liberi 67-63. In lunetta Ballarin 68-63. Fallo in attacco delle trentine. In lunetta la cestistica 68 -65 e 1 minuto di gioco. 68-67 e poco meno di 40” di gioco. Bomba fantastica di Pegoraro 71-67.

 

Iole Sturaro



Articoli correlati