Home » RUGBY

Vittoria sofferta per il Rugby Villadose

25 marzo 2019 Stampa articolo

rugbyFulvia Tour Andreotti Auto Rugby Villadose-Rugby Desenzano 2006   33-22

MARCATORI: pt 3′ E. Pellegrini meta; 12′ Tenan meta tr. Benaida; 17′ E. Pellegrini meta tr. Benaida; 20′ Pravato meta tr. Benaida; 40′ A. Rossi meta; st 2′ D. Rossi meta tr. Astolfi; 20′ Perego meta; 26′ Marangoni meta tr. Benaida; 32′ S. Bellini meta.

Fulvia Tour Andreotti Auto Rugby Villadose: Benaida; Pavan, R. Pellegrini, Pravato, Piombo; Davì, E. Pellegrini; Pavanello, Franchin, Greggio Masin; Manfrinato, Bressello; Zanardi, Borsetto, Tenan. Subentrati: Ceccolin, Andreotti, Marangoni, Torri, Moretto. A disp.: Melarato, Sponton. All. Brizzante.

Rugby Desenzano 2006: D. Rossi; Cioli, Savoldi, A. Rossi, Nerini; Astolfi, M. Bellini; Fabiani, Zanoletti, Bresciani; Martani, Saottini; S. Bellini, N. Conforti, Andreis. Subentrati: Falcuccio, Foletti, Ronchi, C. Conforti, Perego, Toninelli, Mensah. All. Castiglia e Pintossi.

ARBITRO: Walter Agostini di Venezia.

NOTE: pt 26-5; cartellino giallo a: Tenan (st 4′); punti in classifica: Fulvia Tour Andreotti Auto Rugby Villadose 5, Rugby Desenzano 2006 1.

VILLADOSE (Rovigo) – Vittoria con troppa sofferenza per il Fulvia Tour Andreotti Auto Rugby Villadose opposto in via Pelandra nell’ultima giornata del girone d’andata al Desenzano.

Il Dose ipoteca la partita con il punto di bonus conquistato dopo 20′ di gioco. Pronti, via ed Emanuel Pellegrini sfrutta con un pick and go una giocata al largo. Gli ospiti provano a replicare dalla distanza con il piede di Astolfi, il cui calcio è però corto e allora i padroni di casa ripartono. Prima è Tenan a finalizzare una splendida giocata da touche, poi di nuovo Emanuel Pellegrini ad andare oltre la linea da maul con la spinta di Borsetto e al 20′ è Pravato a chiudere sotto ai pali un avanzamento in mischia aperta e il successivo cross kick di Davì all’ala verso Piombo con una serie di ricicli tra i centri.

Nel finale, un momento di disattenzione costa caro ai polesani con Rossi che ne approfitta per battere in velocità Davì e accorciare le distanze. Un segnale che la concentrazione è da ritrovare e, infatti, la ripresa si apre con una meta dell’altro Rossi e la partita si riapre, anche con il cartellino giallo a Tenan. Deve così entrare Ceccolin, eroico nello stringere i denti nonostante una doppia lesione tendinea. Il Desenzano inizia a credere nella rimonta e il Villadose si adagia troppo e così anche Perego all’inizio dell’ultimo quarto di gara trova la marcatura da giocata su rimessa laterale. I padroni di casa rischiano di disunirsi, ma da una mischia riescono a riprendersi e a segnare con Marangoni e la trasformazione di Benaida ridà un doppio break di sicurezza.

La partita, però, non è ancora finita e da maul è stavolta Simone Bellini a segnare e la trasformazione di Astolfi finisce all’incrocio dei pali: 33-22.

C.S.



Articoli correlati