Home » Calcio a 5

Granzette vola in finale e si gioca la Coppa Italia

31 marzo 2019 Stampa articolo

calcioFutsal Molfetta-Pm Granzette 3-4 D.T.R. (2-0 P.T., 2-2 S.T.)

Futsal Molfetta: Liuzzo, Castro, Mazzuoccolo, Monaco, Mezzatesta, Ricco, Dicorato, Nucci, Tricarico, Colosimo, Porcelli, Borraccino. All. Iessi

Pm Granzette: Grandi, Vannini, Sinigaglia, Andreasi, Longato, Ansaloni, Costa, Ardondi, Piccinardi, Zanetti, Cappelletto, Omietti. All. Bassi

Marcatori: 17′ P.T. Mazzuoccolo (M), 19’29” Castro (M), 4’29” S.T. Longato (G), 12’51” Zanetti (G)

Sequenza Rigori: Mazzuoccolo (M) Sbagliato, Andreasi (G) Sbagliato, Dicorato (M) Sbagliato, Ansaloni (G) Gol, Castro (M) Gol, Longato (G) Gol

Ammoniti: Vannini (G), Castro (M), Longato (G)

Arbitri: Francesco Aufieri (Milano), Maria Serena Orgiu (Cagliari) Crono: Angelo Tasca (Treviso)

MESTRE – Il Granzette ha compiuto il passo decisivo aggiudicandosi la tanto desiderata vittoria contro un valido Futsal Molfetta e si qualifica così per la finale di oggi (domenica 31) contro il Virtus Ragusa, vincente dallo scontro con l’Union Fenice.

Le ragazze di mister Bassi non si fanno scappare l’occasione e con una prestazione a tutto cuore strappano il posto in finale alle pugliesi.calcio

Il primo tempo si chiude con il vantaggio del Futsal Molfetta per 2-0 e con un rigore non concretizzato di Mezzatesta, il Granzette parte timidamente e cerca di accorciare le distanze con alcune offensive poco fortunate. Ma è nel secondo tempo che il Granzette alza la testa e tenta la rimonta con Longato che realizza la tanta attesa rete del 2-1, una manciata di minuti dopo Zanetti si trova davanti all’estremo difensore avversario e con un tap-in trova la rete del pareggio. Il tempo regolare termina in pareggio e le due squadre si confrontano ai rigori, grande prestazione di Grandi tra i pali che para ben 2 rigori del Molfetta, Ansaloni e Longato con sicurezza sferrano i due calci decisivi che valgono la vittoria e l’accesso alla finale. La competizione si conclude 4-3 per il Granzette.

Le neroarancio ora dovranno affrontare un match importante e molto impegnativo contro il Virtus Ragusa per essere incoronate campionesse italiane e scrivere un pezzo di storia per il calcio a 5 femminile rodigino. 

Da non perdere quindi la finale di oggi a Mestre alle ore 18.30 presso la Palestra Franchetti, perché sarà sicuramente un incontro disputato ad alti livelli, le due squadre in campo di certo non si risparmieranno e lo spettacolo sarà assicurato. 

 

C.S.



Articoli correlati