Home » RUGBY

Vittoria sofferta e di misura per il Rugby Villadose

1 aprile 2019 Stampa articolo

rugbyFulvia Tour Andreotti Auto Rugby Villadose-Crema Rugby 21-20

Marcatori: Pt 23′ Greggio Masin Meta Tr. Benaida; 40′ P. Manclossi; St 3′ A. Crotti Meta Tr. Manclossi; 15′ Greggio Masin Meta Tr. Benaida; 22′ Pavanello Meta Tr. Benaida; 30′ Libutti Meta; 36′ Panzetti Meta.

Fulvia Tour Andreotti Auto Rugby Villadose: Benaida; Piombo, Melarato, Aretusini, R. Pellegrini; Davì, E. Pellegrini; Tenan, Franchin, Greggio Masin; Manfrinato, Bressello; Marangoni, Sponton, Zanardi. Subentrati: Borsetto, Ceccolin, Pavanello, Torri, Andreotti, Pasello. A disp.: Pravato. All. Brizzante.

Crema Rugby: A. Crotti; Beltrame, M. Scaglia, Manclossi, Carrera; Panzetti, Poggi; Libutti, P. Crotti, Alongi; G. Scaglia, Fontanella; Bonali, Grana, Salini. Subentrati: Dovier, Viganò, Cattaneo, Ferri, Binetti, Cremonesi, Foltran. All. Ravazzolo.

Arbitro: Francesco Cagnin di Venezia.

NOTE: pt 7-3; cartellino giallo a: Zanardi (pt 40′); punti in classifica: Fulvia Tour Andreotti Auto 4, Crema Rugby 1.

VILLADOSE (Rovigo) – Vittoria sofferta, di misura, ma che dovrebbe garantire al Fulvia Tour Andreotti Auto Rugby Villadose una maggior tranquillità per il prosieguo del campionato in termini di salvezza e permanenza nella categoria.

Partita iniziata in salita con Pavanello che esce dalla formazione titolare per un problema fisico e si accomoda in panchina. Gli subentra come numero 8 Tenan, costretto a sua volta a lasciare il campo dopo pochissimi istanti di gioco, ad ulteriore conferma della stagione poco fortunata del Dose dal lato infortuni.

Rimescolate le carte, i padroni di casa marcano per primi dopo un tentativo sbagliato dalla piazzola di Benaida, con la meta di Greggio Masin, nata da una mischia avanzante che conquista un calcio di punizione battuto velocemente da Emanuel Pellegrini per innescare poi la terza linea, bravo ad allungarsi oltre la linea.

Poco altro da segnalare nei primi 40′ di gioco, con un palo colpito da Manclossi su calcio di punizione, che si rifà nel finale dopo un fallo di Zanardi che costa al pilone dieci minuti in panca puniti.

La prima frazione termina così sul 7-3.

Brizzante prova a spronare i suoi ma è il Crema a partire meglio nella ripresa, trovando la meta del sorpasso con Crotti.

La replica è affidata ancora una volta a Greggio Masin e nasce sempre da mischia avanzante che conquista una punizione e con il vantaggio sfruttato al largo.

A quel punto il tecnico neroverde gioca la carta Pavanello per gli ultimi minuti e l’ex capitano fa subito sentire la sua presenza.

La mischia sale in cattedra, guadagnando una serie di calci di punizione e portando oltre il numero 8 neroverde per il momentaneo 21-10.

Il Crema, tuttavia, non ci sta e torna a farsi vedere in attacco e negli ultimi dieci minuti spaventa il Dose con due mete.  La differenza, alla fine, la fa la giornata migliore al piede del calciatore di casa rispetto a quello ospite e il Fulvia Tour Andreotti Auto Rugby Villadose vince 21-20.

 

 

C.S.



Articoli correlati