Home » ATLETICA

Discoboli Azzurri in Campo a Copparo, Abano e Noale

11 aprile 2019 Stampa articolo

Week end pieno per la Discobolo Rovigo impegnato su tre fronti. Sabato 6 a Copparo ed Abano e domenica 7 a Noale. Copparo festeggiava il suo 44° meeting di primavera in attesa di mostrare il prossimo anno un nuovo impianto. Buona affluenza e particolare attenzione alla partecipazione dei bambini dai 6 ai 10 anni tutti premiati con medaglia ricordo dal “mitico” Bigoni vera anima della società organizzatrice. La pattuglia rodigina forte di circa 80 atleti gara si è ottimamente distinta in questo ottimo meeting internazionale. La Palma del migliora performer aspetta all’allievo Matteo Grigolato che nei m 150 con il tempo di 17″33 si è migliorato di ben 1″25. Una enormità che sancisce I progress I di questo ragazzo in odore di minimi per gli italiani di Agropoli. Ottimo anche Nicola Florindo 17″86 e Bianca Cavallini scesa di Otto decimi dalla sua pb e stoppando i crono a 20″11. Buoni gli esordi del master Renzo Contu Cat. M60/22″33. Nei m.300 Mihai Irimca si è migliorato fino a 38″05. Sgambata nei m. 1.000 assoluti per Andrei Neagu all’esordio outdoor dopo la medaglia di bronzo agli italiani indoor allievi. 2’39″85 il suo tempo. Sorpresa generale per il tempo del primo anno cadetto Cristian Capato nei m. 300/41″17 tempo che fa sperare nel sub 40″ a breve. Tempo normale per Lorenzo Zullato 10″65 negli 80 piano cadetti. Infine, l’esordio discreto per Gaia Cappello, protagonista delle campestri che ha esordito nei m. 1.000 cadette con un discreto 3’29″33.

Tanti gli esordienti due le gare in programma I m.60 e I 300. Gare che I giovanissimi Discobolo hanno affrontato le loro prime gare con piglio di chi non è mai domo.

Em6: Manuel Barcaro 10″83/61″98; Silvestrin 12″01/74″41; Miola 11″60/77″78; Magosso 12″11/86″48;Varotto 13″64/88″15;Secco 13″63/89″25.

Em8: Alexander Mertiri 10″60/68″03; AYuob El Zerg 10″90/73″10.

Em10: Andrea Vicentini 9″77/60″04; Davide Trentini 9″79/58″32; Liam James Cappello 10″31/58″76; Lorenzo Secco 10″37/73″76; Pietro Contiero 10″86/64″61; Ragazzi Filippo Rocco m.60:8″98; Samuele Roccato m.60:9″51. EF6: Gemma Crepaldi 11″17/67″18; Gemma Contiero 11″75/72″62;

EF8: Roberta Arcidiacono 10″36/62″16; ChiaraTumiati 11″14/67″44; Aurora Trentini 11″37/69″06; Linda Botoc 11″91/87″16; Giacometti 12″14/87″16.

EF10: Lia Crepaldi L.10″21/-; Eleonora Barcaro 10″42/55″34; Azzurra Boraso 11″87/72″60.

Nell’altro fronte, al CdS Provinciale di Abano Terme, Ragazze e Cadette erano impegnate, rispettivamente per le gare individuali.

Sei in tutto, come da regolamento hanno partecipato a due gare ciascuna.

Tutte e sei si sono cimentate con la gara sprint sui 60 metri, con un numero impressionante di ben 120 atlete al via sui blocchi di partenza.

Nonostante la nutrita concorrenza, Elena Crepaldi, partita con le migliori in prima serie, ha ottenuto un eccellente secondo posto, battuta letteralmente sul filo di lana solo da un’atleta delle Fiamme Oro, ma con lo stesso tempo di 8”5 che è di assoluto valore.

Ventiduesima assoluta giunge Anna Martinelli, con il tempo di 9”1, che costituisce un miglioramento notevole sulla distanza.

Di seguito arrivano, con lo stesso tempo di 9”4, Aurora Zullato, Ilaria Nezzo e Chiara Arcidiacono, queste ultime due alla prima gara sulla distanza, e infine Anna Scanzano, anche lei debuttante.

Crepaldi, Martinelli, Nezzo e Arcidiacono sono state poi impegnate anche nella gara di salto in alto, da cui arriva, per Elena Crepaldi, il secondo podio della giornata, con il terzo posto ottenuto grazie alla misura di 1,28 m. Ottimo quinto posto per Ilaria Nezzo, con 1,25 m, seguita da Chiara Arcidiacono e Anna Martinelli con la misura di 1,15 m.

Aurora Zullato e Anna Scanzano, come seconda gara di giornata, si dedicano invece al getto del peso, entrambe per la prima volta.

Aurora Zullato, con un bel 8,23 m ottiene l’ottavo posto assoluto, mentre la più giovane Anna Scanzano ottiene, per lei ancora agli esordi, un incoraggiante 4,86 m.

Per le cadette, erano presenti, nella sua specialità prediletta, Taré Bergamo, la campionessa italiana 2018 di lancio del disco, e Daniela Seremet sugli 80 metri.

La campionessa domina la propria gara migliorando ben due volte il proprio personale e fissandolo a 37,54 m, senza che nessuna avversaria potesse minimamente impensierirla.

Daniela Seremet, che affronta per la prima volta gli 80 m, vince la propria serie con una bella progressione sulle avversarie e chiudendo decima assoluta col tempo di 11.3 che fa ben sperare.

Domenica 7 a Noale, la Discobolo era presente con tre formazioni al campionato regionale di staffette.

L’inizio è affidato alle tre ragazze della 3×800 m, Ilaria Nezzo, Chiara Arcidiacono e Elena Crepaldi. Impegnate in una affollata serie unica con ben 17 formazioni, le ragazze ottengono un ottimo sesto posto, a meno di un secondo dalla quinta piazza, ottenuto grazie ad una prova coraggiosa e di tutte e tre le ragazze, di cui due al primo anno di categoria, con Elena Crepaldi capace di correre la propria frazione in un ottimo 2’38”.

Successivamente a scendere in pista sono i ragazzi della 4×100, con Samuele Roccato, Filippo Rocco, Francesco dall’Oco e Matteo Cominato.

Pur con una formazione inedita nell’ordine dei frazionisti, i quattro confermano il tempo ottenuto la settimana prima a Padova e si piazzano al diciassettesimo posto.

Ultime a scendere in pista le quattro cadette della 4×100, già protagoniste nella 4×200 indoor a Padova a fine febbraio, nell’ordine: Benedetta Bettarello, Daniela Seremet, Gaia Cappello, Sara Cestarollo. Le quattro atlete azzurre affrontano la gara con la consueta grinta e determinazione e fanno registrare un bel 56”11, buon viatico per il futuro e sintomo di un quartetto ormai affiatato, come si addice alle migliori staffette.

C.S.



Articoli correlati