- AgoraSportonline.it - https://www.agorasportonline.it -

Assaggio di pista per gli Esordienti

COPPARO (Ferrara) – Al “Meeting Primavera” di Copparo sabato 6 aprile Confindustria Atletica Rovigo è stata protagonista anche con un nutrito gruppo di Esordienti. Dopo le gare di cross che hanno caratterizzato la prima parte dell’anno, i piccoli atleti nerarancio si sono confrontati per la prima volta anche in pista, affrontando con entusiasmo e determinazione le prove dei 60 metri e 300 metri. “Nel calendario non sono tante le gare su pista dedicate alla categoria Esordienti – spiega Enrico Pozzato, coach di Confindustria Atletica Rovigo – Per questo il Meeting di Copparo è stata un’occasione che abbiamo colto al volo, per garantire ai nostri bambini un’esperienza nuova e un assaggio di vero agonismo”. Pur ruotando l’intera categoria attorno a una dimensione puramente ludico-motoria, la competitività, se proposta nella giusta misura, può aiutare molto la crescita dei giovanissimi sportivi rodigini. “Negli Esordienti di solito l’allenamento e impostato come un gioco. Il risultato non deve essere uno stress, ma allo stesso tempo l’aspetto agonistico non va trascurato e può essere molto utile per preparare il passaggio alla successiva categoria Ragazzi, che porta a più frequenti confronti con i coetanei – aggiunge Pozzato – E’ importante provare l’esperienza della vittoria, così come quella della sconfitta, per essere pronti ad affrontare ogni situazione non solo nello sport ma in generale nella vita. Al termine di ogni gara per i miei Esordienti è sempre festa sia per chi vince sia per chi arriva dietro”.

La prova di Copparo ha comunque dimostrato che le potenzialità non mancano nel gruppo di Confindustria Atletica Rovigo. Nella gara maschile riservata all’annata 2008, secondo posto per Tobia Cavallini e terzo per Pietro Dolcetto nei 60 metri; podio anche per Victoria Negrello nella prova femminile. Nei 300 metri buon quarto posto per Nico Puggina, quinta Maria Sole Renai. Tanti podi e piazzamenti anche nelle gare riservate ai piccoli di 6, 7, 8 e 9 anni.

“Anche questa volta eravamo la società più numerosa – sottolinea Alberto Busson, dirigente di Confindustria Atletica – Nonostante il freddo, è stata un’esperienza fantastica. Facciamo tanti sacrifici per regalare giornate come queste ai nostri bambini e l’entusiasmo che vediamo in gara ci ripaga del duro lavoro. E’ giusto introdurre in maniera graduale anche gli Esordienti all’agonismo: il potere educativo dello sport non può prescindere da un po’ di sana competizione”.