Home » serie B, VOLLEY

Alva Inox Delta Volley: play off con dedica, Monselice dominata

14 aprile 2019 Stampa articolo

volleyAlva Inox Delta Volley: playoff con dedica, Monselice dominata 3-0

Alva Inox Delta Volley-Tmb Monselice 3-0 (25-17, 25-22, 25-15)

Battute punto/errori: Delta 6/10, Monselice 1/14; Ricezione: Delta 87%, Monselice 77%; Attacco: Delta 57%, Monselice 41%; Muri punto: Delta 10, Monselice 4.

Alva Inox Delta Volley: Dordei 21, Cuda 12, Bellini 10, Arienti 5, Luisetto 2, Vanini e Bernrdi 0, Bosetti, Maniero, Trolese e Michieli NE; liberi: Lamprecht e Fregnan. Coach: Massimo Zambonin.

Tmb Monselice: Drago 10, Ballerio 7, Gallotta e Bernard 5. De Santi e De Grandis 2, Garghella e Govoni 1, Beggiato e Pometto 0. Sasso e Matteazzi NE; liberi: Bernuzzi e Rabbachin. Coach: Guglielmo Cicorella.

PORTO VIRO (Rovigo) – C’è modo e modo di raggiungere un obiettivo. L’Alva Inox ha scelto di farlo con una prestazione sontuosa al cospetto di una delle grandi rivali di questa stagione, la Tmb Monselice. Il netto 3-0 ottenuto dagli uomini di Massimo Zambonin non vale solo i tre punti in classifica e il matematico accesso ai play off. È anche un segnale di forza e di convinzione in vista dei prossimi, cruciali, impegni. A quelli, però, ci si penserà da domani, per ora il Delta Volley si gode questo traguardo. Con una dedica speciale: alla città di Porto Viro, agli sponsor, alle istituzioni, ai tifosi, sempre presenti e sempre fondamentali per sostenere la squadra nelle sfide più importanti della stagione.

LA PARTITA

L’Alva Inox si presenta in campo con Vanini alzatore e Bellini opposto, Arienti e Luisetto centrali, Cuda e Dordei schiacciatori, Lamprecht libero. Guglielmo Cicorella, tecnico di Monselice, risponde con la diagonale Govoni-Drago, al centro De Santi-Bernard, laterali Ballerio-Garghella, libero Bernuzzi. Arbitrano l’incontro Dario Dello Stritto di Trieste e Ruggero Lorenzin di Vicenza.

Più sciolta in avvio Monselice, avanti 1-4 con ace di Bernard e attacco di Drago. Carica nerofucsia nel segno di Dordei: muro e due botte di fila, 5-4. Ancora Dordei protagonista, ma in battuta stavolta: prima provoca la ricezione sbagliata degli ospiti capitalizzata da Arienti, quindi schianta a terra l’ace del 9-6. Nemmeno il time di Cicorella riesce a fermare l’ira del guerriero romano, che prima di cedere il servizio mette a segno anche la battuta del’11-6, Dopo un’altra stoccata di Dordei, Monselice inserisce Gallotta per Garghella (16-10), ma la mossa non produce effetti, anzi, complice un ispirato Cuda, Cicorella deve interrompere di nuovo il gioco (20-13). Il guaio per i patavini è che solo Ballerio riesce a passare con continuità in attacco, dunque, impensabile provare la rimonta. Muro di Arienti e prima palla set per i padroni di casa (24-16), Bellini trasforma la seconda: 25-17, 1-0 Delta.

Confermato Gallotta nel sestetto di Monselice che inizia il secondo set. Immediato break dell’Alva Inox sul turno in battuta di Bellini (un ace per lui): 6-2. time Cicorella. Gap congelato tra le due e le tre lunghezze, a interrompere il solito tran-tran ci pensano Arienti (muro) e Dordei, 14-9. Lampi di Drago (15-12 e 16-14), gli ospiti provano a cavalcare l’onda positiva con il cambio De Santi-De Grandis. Anche in questo caso la sostituzione non porta benefici immediati: muro di Luisetto proprio su De Grandis, 19-15, time Cicorella. Monselice ha comunque voglia di lottare: Drago difende, Bernuzzi palleggia, Gallotta conclude, 20-18. Nel momento topico, però, gli ospiti ciccano un paio di palloni, regalando margine a Porto Viro (22-18). Finale convulso, Gallotta e Drago ricuciono più che possono (22-20), Dordei e Cuda ribadiscono che questa è casa loro (23-20 e 24-21). Chiude l’errore meno atteso, quello di Drago: 25-22, 2-0.

Terzo set, abbrivio inaugurale di Monselice (0-2, Pometto al palleggio per gli ospiti) annullato da una straordinaria prova a muro dell’Alva Inox, oltre che dal solito incontenibile Dordei: 7-2, time Cicorella. Sempre più Dordei-show, ace dell’11-4 e nuova sostituzione ospite (Garghella per Ballerio). Anche Cuda va che è un piacere, muro a uno per il 13-6. Si rivede Monselice, con il break del 13-9 (muro di De Grandis), ma Bellini (muro) e Cuda scacciano subito i fantasmi: 17-9, ancora un tempo richiesto dal tecnico ospite. La resa patavina adesso è conclamata, il Delta trova solo strada libera verso l’obiettivo play off; 25-15, 3-0,

Il commento entusiasta di Massimo Zambonin, tecnico dell’Alva Inox: “È stata una prestazione fantastica della mia squadra, francamente non mi aspettavo riuscissimo ad esprimerci a questi livelli. La partita era stata preparata molto bene dal punto di vista tattico, i ragazzi hanno rispettato quello che ci eravamo detti ma si sono anche superati, giocando una pallavolo straordinaria. Abbiamo i play off in tasca adesso, ci mancano ancora tre punti per chiudere in testa la regular season, ma da domani pensiamo solo alla Coppa Italia, che è l’altro grande obiettivo stagionale”.

C.S.



Articoli correlati