Home » Senza categoria

Fruvit strapazza Arbor ed è matematicamente salva

14 aprile 2019 Stampa articolo

US Arbor Interclays – G.S.Fruvit 0-3

18-25, 16-25, 22-25

US Arbor Interclays : Cucconi, Vecchi, Borghi, Magnani, Salvaterra, Arrigoni, Zanichelli, Davoli, Corsi, Talami, Caluzzi, Bonacini, Gennari, Bucciarelli. Allenatore: Garuti, Assistente: Orlandini.

G.S.Fruvit Rovigo: Coltro, Ghiotti (6), Toffanin (9), Baù, Fyda (2), Ferroni (12), Bolognesi (10), D’Iseppi (8), Beriotto (3), Schibuola, Franzoso (L1), Tridello (L2). Allenatore: Perilli

Arbitri: 1° Cerigioni Serena, 2° Casciato Yuri.

REGGIO EMILIA – Altra vittoria fuori casa, altri punti preziosissimi per la compagine polesana che porta a casa il sesto risultato utile consecutivo e la certezza di aver salvato la stagione con un girone di ritorno invidiabile, fin qui solo tre incontri persi di cui uno al tie break, ora sono undici i punti dalla zona retrocessione, e mancano due partite alla fine del torneo.

Sabato 27 nell’ultima casalinga Rovigo arriverà il Campagnola che ha vinto dal Clai Imola ormai promosso in B1. Fruvit poi termina a Rimini con lo Stella ancora in lotta per la salvezza.

“Un po’ temevo la partita di oggi, commenta coach Perilli, venivamo da una striscia positiva ma il fattore campo poteva essere determinante per Reggio che la settimana scorsa ha vinto dal Lugo, invece siamo riuscite a vincere bene.

Abbiamo lasciato spazio solo nel terzo set dove siamo partite dietro, ma le ragazze un punto alla volta hanno saputo recuperare bene e nel finale siamo rimaste lucide quando serviva.

Nei primi due set abbiamo dominato, attaccando bene e con intelligenza, anche se abbiamo giocato poco al centro in primo tempo, la battuta ha messo in difficoltà Reggio sin da subito e poi abbiamo murato tantissimo.

Le avversarie hanno sbagliato, evidentemente a questo punto del campionato già salve a metà classifica si sono sentite appagate, ed è andata meglio a noi.

Ora ricarichiamo le batterie durante le vacanze di Pasqua e aspettiamo il campagnola che verrà in casa nostra per giocarsi la carta salvezza ringalluzzite dalla vittoria su Imola, mentre noi dovremo dare il massimo per dimostrare che è stata una stagione balorda e che forse avremmo potuto disputare un campionato migliore nella fase di andata, e per il nostro pubblico più fedele che ha continuato a seguirci nonostante tutto.”

La partita: Perilli schiera Beriotto e Ferroni in diagonale, D’Iseppi e Bolognesi in banda, Ghiotti e Toffanin centrali, Franzoso libero.

Bolognesi e compagne hanno imposto sin da subito il loro gioco contro un avversario che forse non aveva motivazioni come quelle delle giallo nere.

Primo set che inizia con uno 0-4 grazie a Bolognesi in attacco e in battuta con due ace, di seguito Ferroni, Reggio reagisce e si porta a tre.

Le due formazioni giocano punto a punto sino al 7-8 poi arriva il predominio Fruvit, Beriotto smarca bene le ali Bolognesi e Ferroni, la difesa funziona ottimamente, 9-14 con Ghiotti. Ferroni segna in battuta poi arriva la fast di Toffanin.

Il 13-18 è una ribattuta di prima intenzione di Beriotto, Reggio riesce a portarsi sotto, 15-18, ma poi arrivano due stampate a muro di Bolognesi, 15-20.

L’agitazione delle padrone di casa diventa palpabile, sparano fuori due attacchi e viene fischiata una doppia al palleggiatore, 15-23.

Bolognesi subisce un muro, segna il punto numero 24 e sbaglia la battuta del set point. Ci pensano le reggiane a consegnare il parziale con un attacco fuori.

Nel secondo set l’inizio è punto a punto sino al quattro pari, Ghiotti al servizio infila due ace, D’Iseppi segna a muro e Garuti chiama il primo time out dopo una doppia del suo palleggiatore.

Ancora Beriotto a muro e Toffanin con due fast velocissime, 5-11 poi è il momento di D’Iseppi con una schiacciata e un ace e Toffanin ancora a muro e in battuta per due volte, 8-18.

Ghiotti ancora a muro e Bolognesi, 8-21. Garuti nel frattempo ha cambiato tutte le titolari ma continuano a commettere errori in attacco e Perilli cambia Fyda per Bolognesi, Reggio continua a sbagliare, 10-23.

Le padrone di casa hanno un sussulto e si portano a tredici, il ventiquattresimo punto Fruvit viene da un attacco sbagliato reggiano.

Tre sono i set point che Reggio annulla, ci pensa Ferroni a chiudere.

Arbor tenta di recuperare nel terzo set, parte bene al servizio, e piazza due muri su Bolognesi e D’iseppi, 5-1.

Arrivano gli errori Fruvit in battuta con Ghiotti e Ferroni, Arbor piazza un paio di diagonali e Fruvit continua a sbagliare, 11-7.

Sul muro di Ghiotti Reggio chiama il time out e al rientro in campo piazza tre punti consecutivi.

Perilli cambia Bolognesi con Fyda sul 14-10 e le emiliane sbagliano in attacco per due volte, 15-12. Beriotto trova pronte D’iseppi e Ferroni che impattano e portano in vantaggio Fruvit 15-17, Toffanin di prima intenzione segna su ricezione lunga.

Arbor si porta in parità col servizio ed è Perilli a chiamare il time out chiedendo più attenzione in difesa sulla parallela

Al rientro in campo prima Toffanin poi Fyda portano in vantaggio Fruvit, 19-21, time out per Reggio che impatta di nuovo, polesane che si portano sul 21-24, Reggio segna sul contrattacco.

Perilli spezza il ritmo avversario chiamando il suo secondo time out, il finale è tutto di Ferroni.

Ora meritata pausa pasquale e si torna in campo sabato 27 aprile alle ore 18 a Rovigo contro il Campagnola (Re), giornata e orario in contemporanea per tutte le squadre del girone nelle ultime due giornate imposte dalla federazione.

C.S.



Articoli correlati