- AgoraSportonline.it - https://www.agorasportonline.it -

Alva Inox Delta Volley: sabato c’è Zanè, l’ultimo ostacolo per il primo posto

volley [1]PORTO VIRO (Rovigo) – L’ultimo ostacolo. A dir la verità, la regular season si chiuderà la settimana prossima in casa di San Donà, ma l’Alva Inox Delta Volley non vuole lasciarsi sfuggire l’occasione di chiudere in anticipo la pratica primo posto. Sabato 27 aprile (ore 18) a Porto Viro arriva il Fai Zanè: con tre punti i ragazzi di Massimo Zambonin blinderebbero definitivamente la propria leadership nel girone C, senza nemmeno dover aspettare il risultato di Motta, nel frattempo impegnata nel derby sul campo di Treviso.

Una chance irripetibile, per di più da cogliere in casa, dove i nerofucsia desiderano tornare a brillare dopo i due ko rimediati in Coppa Italia. Classifica e morale, due obiettivi importantissimi contro un avversario che, al contrario, non ha più molto da chiedere al campionato. Zanè è sesta a quota 35 punti, già salva da alcune settimane ma comunque troppo lontana dalla quinta piazza occupata da Massanzago. L’errore da non commettere, però, è quello di aspettarsi un avversario “in ciabatte”. I vicentini hanno venduto cara la pelle nella sfida d’andata (terminata 1-3 per l’Alva Inox) e altrettanto faranno in questo match di ritorno, peraltro sulla scia di un buon momento di forma. La squadra di coach Ugo Soliman ha sì perso in casa 1-3 con Motta l’ultima gara prima di Pasqua, ma nelle settimane precedenti aveva raccolto tutta una serie di risultati positivi, per esempio, battendo le “illustri” Montecchio (1-3), Treviso (2-3) e Massanzago (3-2) e strappando un punto sul campo di Monselice (3-2).

Sarà un sabato di passione a Porto Viro. La Final Four di coppa è una ferita fresca, ma l’Alva Inox può imparare molto anche da una delusione così cocente: “La Coppa Italia, e in particolare la semifinale persa contro Caronno, ci ha insegnato che dobbiamo restare sempre sul pezzo e sempre concentrati in ogni partita, in ogni set – commenta l’opposto nerofucsia Massimo Maniero – Contro Monselice lo siamo stati e difatti ne è venuta fuori un’ottima prestazione di squadra.  Lo stesso dovrà essere contro Zanè, che, anche se già salva, sono sicuro verrà a Porto Viro per fare la sua onesta partita, provando a fare risultato”.

Rispetto a un girone fa, i vicentini hanno avuto una sensibile impennata di rendimento. Ma come si spiega questo exploit? “Hanno avuto bisogno di amalgamarsi, ma una volta che sono entrati in forma hanno dimostrato di essere una buona squadra – risponde Maniero – Hanno elementi di qualità in tutti i reparti. Io ho giocato con Niero a Motta e penso che se hanno fatto certi risultati buona parte del merito sia proprio dell’alzatore, che evidentemente è tornato ad esprimersi ai suoi livelli. Poi c’è Kosmina, che è un opposto di grande esperienza e può fare danni quando è in giornata, così come sono di valore le bande Filippo Roman e Poletto e il libero Manfron, un vero ‘aspirapolvere’ in seconda linea. Insomma, affrontiamo un avversario tosto, per cui dobbiamo essere concreti e cinici, tirando fuori tutta la nostra forza in campo. Il primo posto in campionato è un obiettivo importante tanto quanto la Coppa Italia: centriamolo e poi vedremo strada facendo dove possiamo arrivare”.