Home » C1, RUGBY

Rugby Villadose tira le somme

7 maggio 2019 Stampa articolo

rugbyVILLADOSE (Rovigo) – Si è concluso domenica 5 maggio il campionato del Fulvia Tour Andreotti Auto Rugby Villadose, che il mese prossimo, il 9 giugno, una volta terminate tutte le attività, comprese quelle giovanili, si ritroverà come di consueto per chiudere e festeggiare l’annata appena trascorsa. Un campionato positivo che ha visto il team neroverde mantenere la propria categoria, dopo una prima parte sofferta, anche causa numerosi infortuni, e un girone Passaggio concluso al comando. E’ il momento, dunque, per tirare le somme della stagione.

Nella prima fase, il Fulvia Tour Andreotti Auto Rugby Villadose si è posizionato di un soffio al quarto posto nel girone, vedendo sfumare la possibilità di giocare nella poule Promozione, con 27 punti (1 soltanto in meno del Rovigo, pur mai riuscito a sconfiggere nei due scontri diretti il Dose – un pareggio e una vittoria del club di via Pelandra). 5 vittorie, 1 pareggio, 4 sconfitte, con 202 punti segnati e 228 subiti.

Miglior marcatore in questa fase è stato Massimiliano Pellegrini con 37 punti, seguito da Moro (25), Riccardo ed Emanuel Pellegrini (20), Greggio Masin, Pravato, Pavanello e Benaida (10), Melarato, Davì, Tenan, Rinaldo e Aretusini (5) oltre a cinque mete tecniche, per un totale di 32 mete marcate. Il quarto posto, come detto, ha dato a Davì e compagni l’onere di dover lottare per la salvezza nel girone Passaggio, conquistata senza patemi e con ampio margine, con tre giornate d’anticipo sulla conclusione del torneo. Alla fine, nel girone, i neroverdi sono arrivati al primo posto con 34 punti. 7 vittorie e 3 sconfitte, 232 punti fatti e 225 punti subiti.

Nella seconda fase, il miglior marcatore è stato Benaida con 49 punti, davanti a Piombo (35), Emanuel Pellegrini (30), Pavanello, Greggio Masin, R. Pellegrini (15), Borsetto, Marangoni, Zanardi (10), Pravato, Tenan, Aretusini, Davì, Manfrinato (5), Massimiliano Pellegrini (4) e due mete tecniche, per un totale di 34 mete marcate.

Nel complesso, considerando l’intera stagione, il Fulvia Tour Andreotti Auto Rugby Villadose ha giocato 20 partite, vincendone 12, pareggiandone 1 e perdendone 7, per un totale di 434 punti fatti, 450 subiti, con 66 mete segnate.

Il miglior marcatore complessivo risulta essere il giovane estremo arrivato in corso d’opera Jalal Benaida con 59 punti segnati, davanti all’inossidabile Emanuel Pellegrini, metaman neroverde con 10 marcature e un totale di 50 punti. Dietro a loro: Massimiliano Pellegrini (41 punti), Riccardo Pellegrini, Piombo (35), Moro, Greggio Masin, Pavanello (25), Pravato (15), Aretusini, Tenan, Zanardi, Davì, Borsetto, Marangoni (10), Rinaldo, Melarato, Manfrinato (5), oltre a un totale di 7 mete tecniche. Da segnalare pure gli innesti positivi a fine stagione dei giovani under 18 Pavan e Mhetli, che rappresentano l’avvenire assieme ad altri ragazzi della società.

E’ stata, dopo tre stagioni, anche l’annata conclusiva alla guida del team per Flaviano Brizzante, festeggiato da tutta la squadra e dalla dirigenza domenica sera alla trattoria da Rossi ad Arquà Polesine, in provincia di Rovigo, con la consegna di una targa in suo onore da parte del presidente Adriano Zamana, con dedica a Briz cuore neroverde (foto allegate).rugby

Una decisione presa di comune accordo tra società e tecnico per guardare al futuro del club, che in settimana annuncerà ufficialmente il nuovo allenatore per la prossima stagione.

“L’inizio, sin dalla preparazione in estate, non è stato dei migliori con un clima non molto positivo, ma strada facendo il gruppo si è compattato e ha ottenuto discreti risultati – commenta il presidente Adriano Zamana -. Ricordo che nella prima fase siamo rimasti fuori dalla qualificazione al girone promozione solo per un punto, che forse avremmo potuto racimolare ma le cose sono andate così e tutto sommato forse è stato meglio giocare nel girone salvezza, dove la squadra ha dimostrato il proprio valore ad organico completo, mentre le sconfitte sono arrivate solo quando il gruppo era ridotto per vari motivi, pertanto il bilancio è abbastanza soddisfacente, considerando premesse e situazioni vissute.

Una parola d’obbligo per Flaviano Brizzante, anche se sono combattuto nel mio ruolo di presidente e amico, conoscendolo da tanto tempo. Con lui abbiamo avuto un’esperienza triennale che ci ha dato certamente delle indicazioni. Gli auguro nel prosieguo che questo cambio con un’eventuale altra realtà possa consentirgli di esprimere ciò che è in grado e ha dimostrato di poter dare”.

“Ringraziamo naturalmente il tecnico Flaviano Brizzante per quanto fatto – dice il vice presidente Stefano Cappellini -, e i ragazzi per l’impegno dimostrato e l’attaccamento alla maglia, oltre alla disponibilità, nonostante una stagione dura con tanti infortuni. A tal proposito, non posso che ringraziare tutto lo staff medico e tutti gli accompagnatori e il personale della club house che sono sempre stati d’aiuto. 

Cercheremo di confermare tutta la rosa a disposizione e di potenziarla con nuovi innesti per provare a giocarci fino in fondo il prossimo campionato con l’obiettivo di cercare di tornare in serie B e fare perciò del nostro meglio”.rugby

 

C.S.



Articoli correlati