Home » serie B, VOLLEY

Alva Inox Delta Volley: via ai playoff, nerofucsia a due passi dalla serie A

9 maggio 2019 Stampa articolo

volleyPORTO VIRO (Rovigo) – A due passi dalla Serie A. Scattano i playoff per l’Alva Inox Delta Volley, che parte subito dalla finale. La squadra di Massimo Zambonin si giocherà la promozione nel doppio confronto con lo Stadium Pallavolo Mirandola. Sabato 11 maggio alle ore 20 il Palasport di Porto Viro ruggirà per gara uno, il ritorno una settimana dopo, sabato 20 alle ore 18 in terra emiliana. Servono due vittorie, con qualsiasi punteggio, per centrare l’obiettivo: qualora le squadre fossero in parità dopo i primi due match, si andrà allo spareggio, già fissato per mercoledì 22 maggio (ore 20.30), di nuovo a Porto Viro. Un piccolo ma significativo vantaggio che i nerofucsia hanno acquisito in virtù del maggior numero di punti ottenuti nel corso della regular season.

A proposito di stagione regolare, vale la pena analizzare nel dettaglio il cammino dello Stadium Mirandola, che l’Alva Inox ha già sfidato (e battuto) tra gennaio e febbraio per i quarti di finale di Coppa Italia, ma che evidentemente in campionato ha saputo fare grandi cose. I modenesi hanno preso il comando del girone D all’ottava giornata e da lì non l’hanno più mollato, pur avendo costantemente alle calcagna Portomaggiore e Calci. L’inseguimento è durato fino all’ultima giornata, quando Mirandola ha potuto finalmente festeggiare il primato grazie allo 1-3 in casa di Villadoro. Regolarità, soprattutto in casa: questa la parola chiave della squadra di Marco Barozzi, che tra le mura amiche è sempre andata a punti quest’anno (11 vittorie e una sconfitta al tie-break). Un ritmo costante grazie a cui i modenesi si sono potuti permettere qualche passaggio a vuoto in trasferta (8 successi e 4 ko), così come negli scontri diretti con le già citate Portomaggiore e Calci (complessivamente una sola vittoria e tre sconfitte).

Fossimo nel ciclismo, si direbbe che Mirandola predilige le corse a tappe piuttosto che le grandi “classiche”. Tradotto nel linguaggio del volley, significa che forse le gare secche come quelle dei playoff non sono esattamente il “pane” dello Stadium e, del resto, il mezzo naufragio nei quarti di coppa (specie all’andata) sembrerebbe confermare questa ipotesi. Ma il capitano dell’Alva Inox Juan Cuda non si fida di una lettura tanto semplicistica: “Quello che è successo in Coppa Italia non conta più, ora è tutta un’altra storia – afferma – Mi aspetto una partita completamente diversa a livello tattico, ma anche dal punto di vista agonistico: Mirandola sarà agguerritissima e in più avrà la consapevolezza di aver vinto un girone molto difficile. Il vantaggio che abbiamo è quello di giocare contro un avversario che conosciamo e che, dunque, abbiamo già studiato. Il loro punto di forza è la fase break, nella quale si esprimono ad altissimi livelli grazie ad una grande intensità difensiva”.

E il Delta come sta prima dell’appuntamento più importante dell’anno? Cuda sembra non avere dubbi: “Arriviamo con il morale molto alto a questa doppia sfida, abbiamo lavorato tutta la stagione per prepararci ai playoff. Giochiamo la prima in casa e ci aspettiamo il sostegno di tutta la città che ci è sempre stata vicina in questi mesi: i nostri tifosi possono darci la forza e l’entusiasmo necessari per centrare l’obiettivo”.

C.S.



Articoli correlati