Home » CONI, SCUOLA, SECONDO PIANO

La cultura del cibo entra in classe grazie al Coni Point di Rovigo

Ieri mattina l’incontro con gli studenti della “Casalini” sostenuto dalla fondazione Cariparo grazie al bando “Sportivamente”
10 maggio 2019 Stampa articolo

coniROVIGO – Grazie al Coni Point di Rovigo la cultura dell’alimentazione è tornata in classe. Questa mattina la scuola media “Casalini” di Rovigo ha ospitato l’incontro con gli studenti “Sana Alimentazione & Sport”, format consolidato che il Coni Point di Rovigo propone al mondo scolastico polesano grazie al sostegno della Fondazione Cariparo, che da qualche anno ha inserito nell’apprezzato bando “Sportivamente” l’approfondimento di temi di attualità e interesse per il mondo giovanile. 

L’incontro è stato introdotto ai ragazzi delle classi terze, circa 120, dalla professoressa Iris Rizzi. Il saluto del

Coni Point di Rovigo è stato portato dal fiduciario Angelo Rossi, che non ha mancato di ringraziare la Fondazione Cariparo per il puntuale sostegno alle iniziative a cinque cerchi. Poi la parola è passata alla nutrizionista e biologa Laura Cominato, ormai spalla fidata del Coni Point di Rovigo nella delicata missione di promozione di una vera cultura del cibo tra i giovani sportivi polesani.

Agli studenti la dottoressa ha trasmesso l’importanza di un’alimentazione equilibrata legata a uno stile di vita attivo, spiegando quali cibi preferire quando ci si siede a tavola, soprattutto se si fa sport. “Non esiste un alimento che contenga tutto ciò che ci serve – ha ricordato – Occorre variare i cibi tra loro, mangiare di tutto ma con consapevolezza su ciò che scegliamo. La colazione è fondamentale ma i pasti nel corso della vostra giornata devono essere cinque e in tutti non devono mai mancare frutta o verdura”. Attenzione anche alle bevande: “Mi raccomando, bevete tanta acqua: almeno un litro e mezzo o due al giorno, anche di più se fate attività sportiva intensa. La disidratazione non dà avvertimenti, quando arrivano i primi sintomi è troppo tardi. Preferite sempre l’acqua alle bibite gassate – ha ricordato Laura Cominato, che poi ha messo in guardia gli studenti – Non fatevi ingannare dai colori delle confezioni al supermercato, dal packaging e dalle pubblicità. Andate più a fondo nella scelta dei cibi. Pensate soprattutto a quello che ingerite, non all’immagine”.coni

Utili consigli anche per ottimizzare lo schema alimentare dello sportivo. “Prima dell’attività mangiate carboidrati complessi, come fette biscottate e cereali, magari insieme a formaggio, yogurt o frutta secca – ha consigliato la biologa e nutrizionista – Durante lo sforzo, alla vostra età serve solo acqua. Dopo lo sport zuccheri semplici e una cena proteica. Ricordate, inoltre, che il riposo è fondamentale per i nostri muscoli”. Tante le domande dei ragazzi in chiusura a un incontro davvero riuscito. 

C.S.



Articoli correlati