Home » RUGBY

Il Rugby Frassinelle promosso!

22 maggio 2019 Stampa articolo

JESOLO (Venezia) – Seconda e ultima partita di Barrage per il Rugby Frassinelle che a Jesolo, in una partita decisiva per decidere il proprio futuro, ha affrontato una squadra molto organizzata e motivata.

I ragazzi di coach Marco Fenzi non hanno deluso le aspettative, aggiudicandosi una partita emozionante e combattuta fino alla fine con il punteggio di 3- 0 grazie ad un calcio piazzato dell’apertura Andrea Ferracin a cinque minuti dalla fine.

Con questo risultato la società gialloblù riesce a centrare la promozione in serie C nazionale, categoria riconquistata dopo nove anni di purgatorio e che è sfuggita nei due anni precedenti sempre per una inezia.

In un campo appesantito dalle forti piogge scese nei giorni precedenti le squadre fin dal fischio d’inizio iniziano a studiarsi. Entrambe appaio contratte e spesso sono gli errori a farla da padroni con le mischie chiamate a fare gli straordinari.

Prima mezz’ora che vede una certa supremazia territoriale dei veneziani anche se questa non porta particolari apprensioni ai galletti.

Alla mezz’ora esatta Jesolo ha la possibilità di sbloccare il risultato con una punizione centrale da quaranta metri ma viene calciata di poco fuori dalla acca.

Cinque minuti dopo è il Frassinelle che guadagna in rapida successione un paio di punizioni nella zona centrale dei ventidue metri avversari ma anziché piazzare decide in entrambe le occasioni per la touche alla ricerca del bersaglio grosso. È brava la difesa della squadra di casa a sventare il pericolo opponendo una difesa asfissiante che porta all’errore dei gialloblù.

Primo tempo che si conclude quindi in perfetta parità con un nulla di fatto da parte di entrambi.

Secondo tempo che inizia subito con il Frassinelle in forcing, che schiaccia gli avversari dentro i ventidue senza mai lasciare loro giocare l’ovale.

In almeno un paio di occasioni i ragazzi gialloblù arrivano fino davanti alla linea di meta e in un’altra occasione commettono un in avanti proprio mentre stanno entrando in area di meta. Nel frattempo lo Jesolo perde in sequenza prima il pilone sinistro per un fallo professionale e successivamente anche il pilone destro per ripetuti fuorigioco.

Al 36’ minuto il Frassinelle conquista una punizione appena fuori dai 22 metri avversari. Da posizione defilata è brava e fredda l’apertura Andrea Ferracin a trasformare.

Quando ormai ai ragazzi polesani sembra di vedere il traguardo, si complicano terribilmente la vita. Prima regalando ingenuamente una punizione per una entrata laterale appena fuori dai propri ventidue metri che i locali non trasformano da posizione defilata, poi subendo i tentativi di sfondare la linea difensiva eretta dentro i cinque metri dai galletti che soltanto dopo un errore commesso dallo Jesolo porta l’arbitro a fischiare la fine delle ostilità e a mandare in paradiso il Rugby Frassinelle.

A fine partita coach Marco Fenzi, mentre festeggia con i suoi atleti, afferma:

“Oggi abbiamo disputato una partita d’altri tempi, combattuta da entrambe le squadre e conclusa con un piazzato di Andrea Ferracin.

Mi permetto di sottolineare tra i giovani del gruppo proprio Andrea Ferracin che ha dimostrato una maturità ed una crescita importante, certamente supportato dall’esperienza dei “vecchietti”

La mancanza di molti atleti oggi si è fatta sentire ma il gruppo, la squadra, ha saputo reagire e dimostrare che non solo la tecnica a volte è sufficiente per vincere, servono determinazione e dedizione che questo gruppo li ha fatti propri….

Siamo riusciti nel nostro obiettivo, siamo in C1. Ora la finale regionale che affronteremo, perché è corretto così, anche se molte recriminazioni e molte cose ci sarebbero da dire in merito… 

Infine, devo solo e soltanto dire un grande grazie a tutti!”

Sono scesi in campo: Andrea Borghesan, Simone Spolaore, Matteo Bersan, Alessandro Orlando, Christian Saltarin, Andrea Ferracin, Cristiano Giolo, Christian Greggio, Nicholas Cominato, Thomas Argenton, Enrico Brizzante, Paride Lupato, Giacomo Fanchin, Giuseppe Mortella e Cristian Bicego.

Sono subentrati: Jonathan Sisto, Stefano Berengan, Alessandro Raboni, Stefano Rovere, Ermanno Romani, Nicola Piscopo e Alberto Faccioli.

Ultimo appuntamento per la truppa gialloblu il prossimo 2 giugno in sede da definire, per cercare di dare l’assalto alla Coppa Veneto messa in palio dal Comitato Regionale Veneto.

C.S.



Articoli correlati