Home » RUGBY

Il ds e consigliere Giuseppe Favaretto saluta il club rossoblù

Questa mattina nella sede della Rugby Rovigo Delta si è tenuta la conferenza stampa del Presidente Francesco Zambelli in vista dell’imminente stagione sportiva 2019/20.
14 giugno 2019 Stampa articolo

ROVIGO – Il Presidente della Società ha in primis salutato e ringraziato il Direttore Sportivo Giuseppe Favaretto, il quale ha presentato le proprie dimissioni, sia come Direttore Sportivo sia come Consigliere, per assumere il nuovo ruolo di Assessore del Comune di Rovigo.

“Rugby Rovigo Delta spera di avvalersi quanto prima di un Direttore Generale o di un Vicepresidente operativo – ha affermato il Presidente Zambelli – Serve una figura matura, con esperienza e tempo libero, volontaria, che possa fare da coordinatore dei numerosi operatori della Società. Per quanto riguarda la figura del Direttore Sportivo è stata individuata una persona che potrebbe sostituire l’ingegnere Favaretto e che speriamo di poter annunciare quanto prima. L’Assemblea dei Soci per il rinnovo del Consiglio d’Amministrazione dovrà slittare nella seconda metà di luglio, essendo fondamentale la chiusura del bilancio al 30 giugno 2019”.

Giuseppe Favaretto ha voluto ringraziare “il presidente, Umberto Casellato, tutta la struttura societaria. In questi mesi ho fatto il mio massimo, così come quando ero giocatore, perché la Rugby Rovigo Delta è un Club che va onorato, per la sua storia e la sua importanza nel panorama rugbistico. Ringrazio il Presidente che ha accettato con la massima comprensione questa mia inaspettata e nuova avventura in Comune. Auguro buon lavoro al Presidente, ad Umberto e a tutta la struttura”.

Relativamente all’ambito sportivo, il Presidente ha poi illustrato il progetto che si sta mettendo in piedi per la nuova Stagione: “Stiamo costruendo una prima squadra giovane ma ancora una volta competitiva. L’Under 18 Élite verrà gestita dalla Rugby Rovigo Delta perché è una squadra che dovrà rappresentare la miglior Under 18 del Polesine, in collaborazione con le Società limitrofe e stretta correlazione con la prima squadra. È un programma che non va a cozzare con i progetti della Monti Junior, aspirando che la collaborazione con il settore giovanile possa continuare pacificamente, il cui obiettivo deve restare quello di costruire il futuro della prima squadra. Per questo se dovessero esserci i numeri sufficienti per mantenere anche la squadra Cadetta, potremo iscriverla al Campionato C1 e sarà la Monti Junior a gestirla”.

“Ho sperato che Giuseppe Favaretto potesse restare come Direttore Sportivo, poiché è stato in questi mesi come un padre per me – è stato il commento dell’head coach Umberto Casellato – La Rosa della squadra avrà 36-37 giocatori: 11-12 giocatori nuovi, stiamo concludendo una trattativa con un pilone sinistro giovane che si è messo in luce nell’ultima stagione così come con un nuovo giovane tallonatore e un paio di altri emergenti. Ci prenderemo invece ancora un po’ di tempo per una seconda linea, non abbiamo fretta e vogliamo fare una scelta accorata dopo aver valutato anche l’organico già confermato. Le altre squadre si sono rinforzate molto, la nostra è abbastanza giovane ma estremamente entusiasta ed energica. Il nostro obiettivo è restare tra le prime quattro e riuscire a disputare la Finale in casa. Lunedì ci saranno 18 giocatori che verranno a fare i test fisici, il 15 luglio inizierà la preparazione che si protrarrà fino alla settimana di Ferragosto prima di una breve pausa. Venerdì 6 settembre la prima amichevole con una squadra ‘di lusso’ che annunceremo presto, la seconda venerdì 13 settembre con le Fiamme Oro. Il torneo Pedrini a Badia del 21 settembre ci ospiterà dopo le finali per un’amichevole con una squadra di TOP12 che il Badia sta individuando. La presentazione della squadra avverrà il 14 settembre e poi il 28 settembre inizieremo con la Coppa Italia, le cui prime due partite saranno prima dell’inizio del TOP12”.

C.S.



Articoli correlati