Home » Ginnastica Ritmica

Sempre un successo il saggio di Ritmica Gimnasia

15 giugno 2019 Stampa articolo

ROVIGO – In tarda serata di domenica 9 giugno si è concluso il tradizionale saggio di fine anno della S.a.r Ritmica Gimnasia. Presenti anche questa volta più di 150 atlete, che durante l’anno lavorano suddivise nelle varie sedi attraverso le quali la società organizza corsi di ginnastica ritmica sul territorio polesano: per la sede di Rovigo, le palestre Casalini e Favero, seguite da quelle di Arquà Polesine, Sant’Urbano e Villadose. Il sipario è calato non più nella consueta palestra di via Mozart, in fase di ristrutturazione, bensì per la prima volta presso il Palazzetto dello Sport di Largo Azzurri d’Italia, storico cuore dello sport rodigino, ambito da moltissime altre società sportive.
Come accade ormai da circa tre anni, quello di domenica sera è stato il secondo saggio delle atlete rodigine. Il primo, svoltosi nel mese di maggio presso il Palazzetto dello Sport di Sant’Urbano, le ha viste riprodurre i programmi portati alle gare federali e promozionali nella stagione 2018/2019, si è trattata quindi di una parentesi più tecnica. Quello di domenica sera, invece, è stato uno spettacolo totalmente coreografico e artistico, che esulava dai tipici schemi della ginnastica ritmica basati sull’uso dei piccoli attrezzi (fune, cerchio, palla, clavette e nastro) e che ha visto le ginnaste sbizzarrirsi con attrezzi non convenzionali. Dopo il successo dello scorso anno con l’intramontabile favola Disney “La bella e la bestia”, quest’anno lo staff tecnico della Gimnasia ha deciso di cimentarsi in tutt’altro tema: le colonne sonore di un decennio indimenticabile dal punto di vista musicale, quello degli anni Settanta.

Così, in una scenografia suggestiva fatta di piogge di CD riflettenti e palloncini colorati, il pubblico ha potuto ammirare ben ventiquattro coreografie, che lo hanno in pochi minuti catapultato indietro di quasi cinquant’anni. Per la sezione Casalini di Rovigo, seguita dai tecnici Irene Baratto, Nicole Carovelli, Cristina Ferrari e Arianna Nicoli, sono state messe in scena le seguenti coreografie: “What a wonderful world” di Louis Armstrong, “Gli Aristogatti” sulla colonna sonora del celebre cartone animato del 1970, “Don’t sop me now” in onore di uno dei gruppi musicali più acclamati della storia della musica internazionale, i Queen, “Il caffè della peppina” dalle più piccoline, “I love rock ‘n roll” di Joan Jett, “Viva la mamma” del nostro Edoardo Bennato e infine “September” degli Earth, wind and fire. Proseguendo con la palestra Favero sempre a Rovigo, le ginnaste dell’agonismo, seguite dai tecnici Isabella Giribuola, Arianna Nicoli e Martina Rozzi, hanno contribuito allo spettacolo con queste esibizioni: “You’re the one that I want” dallo storico musical Grease, “Prendila così” del grande Lucio Battisti, “Another brick in the wall” dei Pink Floyd, “Margherita” di Riccardo Cocciante, “Staying alive” dei Bee Gees e “Svalutation” di Adriano Celentano. Le ginnaste di Arquà Polesine, seguite da Cristina Ferrari e Giulia Migliorini, hanno poi portato in scena “Il gatto e la volpe” sempre di Bennato, “In the summer time”, “E la vita, la vita” dei comici Cochi e Renato e infine una struggente coreografia su “Minuetto” di Mina. Proseguendo con la sezione di Sant’Urbano, le ragazze seguite sempre dal tecnico Giulia Migliorini, hanno ballato sulle note de “La pantera Rosa” dal compositore Henry Mancini, “La sveglia birichina” direttamente dallo Zecchino D’Oro di quegli anni, “A mano a mano”, intensa canzone del leggendario Rino Gaetano e infine “Rumore” di Raffaella Carrà. La sezione storica di Villadose, infine, seguita dai tecnici Cristina Ferrari e Isabella Giribuola ha portato in scena con le sue ginnaste “Imagine” di John Lennon e “Think” di Aretha Franklin, inno femminile alla libertà.

Grande soddisfazione per tutte le ragazze e le loro insegnanti che al termine si sono esibite nel famosissimo ballo di gruppo “YMCA” davanti ad un palazzetto gremito di spettatori. Ora per parte delle ginnaste la stagione si conclude e si riaprirà a settembre con l’inizio delle scuole, ma per tante altre continua fino a metà luglio con i prossimi appuntamenti di gara, come i Campionati Italiani Silver FGI, o di allenamento, con i corsi di perfezionamento.

C.S.



Articoli correlati