- AgoraSportonline.it - https://www.agorasportonline.it -

Bsc Rovigo sfortunato a Verona

VERONA – Trasferta a Verona decisamente sfortunata per l’Itas Assicurazioni Baseball Softball Club Rovigo. Sabato scorso, 29 giugno, i rossoblù hanno fatto visita ai Dynos Verona Baseball Softball per la doppia gara valida per la terza giornata di ritorno del campionato di Serie B. Un impegno che i rodigini hanno affrontato con determinazione e grinta, ma che purtroppo si è rivelato piuttosto avaro di soddisfazioni soprattutto a causa di una serie di infortuni che ha ridotto all’osso il roster complicando molto i piani del manager Fidel Reinoso, arrivato all’ombra dell’Arena senza Frigato, costretto a letto dalla febbre, e con Lorenzo Taschin non in perfette condizioni fisiche e non utilizzabile sul monte di lancio. Gara uno ha fatto registrare il successo dei padroni di casa per 10-2; gara due, quella che ha lasciato più amaro in bocca, ha visto i polesani cedere il passo di misura col punteggio di 6-5.

La prima sfida è andata in scena alle 15.30, in un clima torrido. Rovigo parte con Enrico Crepaldi sul monte di lancio, ma già alla prima ripresa gli scaligeri trovano un passaggio a casa base. Poi la sorte inizia già a voltare le spalle ai rossoblù. Mentre il match corre sui binari dell’equilibrio, con le difese che hanno la meglio sugli attacchi, Rovigo perde lo stesso Crepaldi per infortunio dopo la seconda serie di lanci. Un guaio fisico mette fuori causa anche Gonzalez al termine di un turno in battuta. In piena emergenza si arriva al pirotecnico quarto inning: Rovigo riesce a mettere la testa avanti con Vigato e Cherubin, ma l’immediata replica dei Dynos, autori di quattro punti, porta il punteggio sul momentaneo 5-2. Nel frattempo sul monte rossoblù era salito Johnatan Foli, poi sostituito da De Marchi e Jacopo Foli, ma è soprattutto nel box di battuta che i rossoblù non riescono più a ingranare e, non a caso, nelle successive riprese non arriva alcun altro punto. Al contrario, tra la settima e l’ottava Verona trova altre cinque corse vincenti che fissano il punteggio sul definitivo 10-2, che manda in archivio il primo round.

Rovigo affronta gara due con i cerotti, ma anche con la voglia di prendersi un’immediata rivincita e si porta subito avanti con il punto siglato da Reyes. Poi il contro sorpasso dei Dynos. Sul monte rossoblù c’è Pietrogrande, che poi cederà il posto nell’ordine a Cherubin e Rondina. Al quinto inning per la squadra del manager Fidel Reinoso la strada torna a farsi in salita: al punto di De Marchi i veronesi replicano con tre passaggi sul piatto di casa base, costringendo nuovamente gli avversari polesani a tentare la rimonta. Questa volta la reazione rossoblù c’è: alla settima ripresa Reyes, Bernardi e Micai riportano la disputa in perfetta parità, spalancando le porte su un finale di gara combattutissimo. Purtroppo gli ultimi due turni di battuta di un concitato finale non portano in dote altri punti per il Rovigo, ulteriormente frenato dall’ennesimo infortunio di giornata, questa volta a Cherubin. Al contrario i Dynos all’ottava ripresa trovano la corsa vincente che vale la vittoria anche in gara due per 6-5. Nella classifica del Girone B di Serie B i Dynos allungano sul Rovigo, che comunque mantiene la quinta posizione. Prossimo turno domenica 7 luglio sul campo dei Blu Fioi Ponzano Veneto.

Domenica 30 giugno è scesa in campo anche la squadra Cadetta che, nel match valido come prima giornata della “seconda andata” del campionato di Serie C, Girone D, ha superato sul diamante di casa il Trento Baseball col punteggio di 16-11. Un successo maturato già dopo le prime quattro riprese con ben 10 punti messi a segno e poi mandato definitivamente in archivio con un ottavo turno nel box di battuta che ha fruttato altri sei passaggi a casa base.