Home » Triathlon

Week end ricco d’impegni per Progetto Vista Triathlon

20 settembre 2019 Stampa articolo

triathlonROVIGO – Week end ricco d’impegni per Progetto Vista Triathlon che con i suoi atleti, cinque, sarà presente a Cervia, Jesolo e Spinone al Lago in quel di Bergamo.

Cervia ospiterà per la terza volta l’Ironman, la gara sportiva di triathlon più estrema. Circa 3000 atleti da 98 nazioni del mondo arriveranno in città per sostenere in un’unica giornata, sabato 21 settembre, 3 prove: nuoto (3,8 km), bicicletta (180 km) e corsa (42,2 km). La gara di nuoto e la maratona si svolgeranno a Cervia, mentre la frazione dedicata alla bici prevede 2 giri di 90 km, che si estendono oltre che a Cervia, nei territori di Ravenna, Forlì, Cesena, Bertinoro e Forlimpopoli. Domenica 22 settembre le gare raddoppiano, con la Triathlon 5i50 e la 70.3, con le stesse prove dell’Ironman, ma su percorsi più brevi. Per Progetto Vista Triathlon avrà in gara sabato Mattia Luppi e Samuele Craparotta all’ironmen mentre domenica al Triathlon Olimpico a difendere i colori polesani ci sarà, sempre a Cervia, Luca Banzato. Mattia Luppi e Samuele Craparotta hanno partecipato in questa stagione a numerose gare proprio in preparazione di questo Iroman, gara molto impegnativa per la lunghezza dei percorsi e per la presenza di atleti di alto livello provenienti da ben 98 nazioni. Luca Banzato ha esordito sulla distanza Olimpica a metà giugno e ora ci riprova e cercherà anche di migliorarsi.

Domenica poi Stefano Gabatti scenderà in gara a Jesolo per lo Sprint Ligerman Triathlon. Il percorso, nuoto: giro unico di 750 mt a rettangolo, bici: 3 giri da 6,3 km interamente chiusi al traffico e pianeggianti su strada a due carreggiate. Più raccordo di circa 800 mt tra zona cambio e circuito da ripetere in uscita e in rientro. Corsa 2 giri da 2,5 km su passeggiata lungomare con passaggio sulla rotonda dell’arrivo. Stefano Gobatti dopo l’Irondelta olimpico di Lido delle Nazioni e lo sprint di Chioggia cercherà ancora il podio di categoria a Jesolo.

Sempre domenica Paolo Scalabrini si cimenterà al Triathlon Olimpico del Lago di Endine e Val Seriana. Dopo 1500 metri di nuoto nelle acque del lago d’Endine (giro unico), il percorso ciclistico di 43000 metri a giro unico gli atleti si impegneranno dapprima sulla salita del Colle Gallo, nota per essere stata più volte inserita nella classica ciclistica del Giro di Lombardia, e dopo aver percorso la discesa (tecnica) fino a Cene in Val Seriana sulla salita della Valle Rossa, meno impegnativa della prima ma pur sempre da non sottovalutare. Anche Scalabrini, atleta e tecnico di Progetto Vista Triathlon dopo l’argento al Suviana Lake Triathlon cercherà di bissare l’ottima prova.

Dopo lo scollinamento, gli atleti percorreranno la discesa, a tratti tecnica, che li porterà fino a Endine Gaiano, al cui termine sarà effettuato l’attraversamento della statale SS42; rallentando per prestare attenzione alle indicazioni degli addetti al traffico presenti. Il circuito costeggerà poi la sponda orientale del lago, in cui si dovrà prestare attenzione alla strettoia di San Felice al lago (larghezza 2 metri), con uno strappo di 400 metri posto a 4000 metri dall’arrivo. Lasciata la bici gli atleti percorreranno i 10000 metri di corsa finale svolti su un percorso lievemente ondulato di due giri, prevalentemente su terreno sterrato/misto

C.S.



Articoli correlati