Home » Rugby giovanile

Under 18 FTGI Polesine sconfitta dal Petrarca

7 ottobre 2019 Stampa articolo

Petrarca – Ftgi Polesine 26 – 19

PADOVA – Non poteva esserci debutto più impegnativo per la FTGI Polesine che ha esordito nel Campionato Elite Under 18 giocando sul campo del Petrarca, la squadra Campione d’Italia in carica della categoria. Alla fine del match è arrivata una sconfitta per 26 -19, ma la prestazione della squadra polesana, che comunque è tornata da Padova con il bonus difensivo, è stata più che soddisfacente, soprattutto da punto caratteriale. Il compito dei ragazzi di Bonini si è subito complicato quando al 18′, con i padovani in vantaggio per 7 – 3, il direttore di gara ha estratto il cartellino rosso per il seconda linea rossoblù Scaro per un fallo di reazione. Sotto nel risultato e con un uomo in meno la FTGI Polesine poteva correre il rischio di un pericoloso sbandamento, ma la squadra ha risposto nel modo migliore riuscendo a chiudere il primo tempo con soli tre punti di scarto, fallendo un penalty che avrebbe potuto portare la gara in parità. Nella ripresa il Petrarca ha allungato nel risultato sfruttando tutte le opportunità a disposizione mentre la squadra polesana, molto solida in mischia anche se in inferiorità numerica, ha commesso qualche errore di troppo nella fase conclusiva delle sue manovre d’attacco. Nel finale, però, lo spirito combattivo della FTGI Polesine è stata premiata con la meta di Barbi che ha regalato il punto di bonus. In precedenza, i marcatori rossoblù erano stati Scolaro, con una meta nel primo tempo, e Ghelli con tre penalty. Questa la formazione scesa in campo: Ghelli; Carraro, Baccaro, Taddia, Quadri; Milan, Lorenzetti; Degan, Callegaro, Mattetti; Scaro, Scolaro; Magro, Vanzan, Cervato. Sono entrati anche Legnaro, Bettarello, Barbi, Marzolla ed Equisetto.

Ecco il commento dell’allenatore polesano Luca Bonini: “Ottima partita dei ragazzi per attitudine e determinazione che non sono mai mancate. Dispiace per il risultato finale che con una nostra migliore gestione di certe situazioni poteva essere diverso. Abbiamo giocato quasi tutta la partita con un uomo in meno, ma nonostante ciò la partita è stata viva fino alle ultime battute quando siamo riusciti a trovare la meta del bonus difensivo. Non era scontato che questo accadesse. Complimenti a tutti i ragazzi per la grande prova di carattere.”

C.S.



Articoli correlati