Home » BASKET, Femminile, Serie B

Settima perla di Rhodigium Basket a Trieste

10 novembre 2019 Stampa articolo

basketRhodigium Basket 63: Malin 2, Zamboni 2, Vaccarini 4, Stoppa 4, Veronese 2, Masarà 2, Ferri 5, Viviani, Sorrentino 12, Furlani 13, Cappellato 5, Cognolato 12. All. Frignani.
OMA Basket Trieste 54: Bardi 3, Giorgesi E., Tobou Mouafo 6, Bincoletto, De Barba 23, Possenelli, Baroncini 2, Manzin 1, Giorgesi L 8., Giacomello, Zanelli 11. All. Pelizon.

Parziali: 19-16; 23-36; 38-51; 54-63.

1º Arbitro: Daniele Romeo di Pagnacco (UD) e 2º Arbitro: Marco Olivo di Buttrio (UD)

TRIESTE – Settimo successo consecutivo per le ragazze di coach Fabio Frignani che a Trieste battono l’OMA Basket con il punteggio di 54-63.

Partita anomala per la Solmec Rhodigium Basket che priva delle assenti Pegoraro e Bergamin, scende in campo con tutte le atlete a disposizione risparmiando Stoppa e Ferri per dare più spazio alle giocatrici che salgono dalla panchina.

Buon inizio per la Rhodigium che si ritaglia da subito un buon vantaggio ad opera di Ferri e Furlani, 3-10 al 5’; già a metà del primo quarto Frignani dà inizio al turn-over, sperimentando quintetti inediti e mettendo alla prova le giovani rossoblù. Trieste poi rinviene e con i cesti della capitana De Barba prima pareggia e poi sorpassa con quattro punti consecutivi di Zanelli. A fine primo quarto il tabellone segna 19-16 per le padrone di casa. Nel secondo quarto Sorrentino e Cognolato si fanno carico della squadra e riportano in vantaggio le rossoblù; con il ritorno in campo Stoppa e Ferri il livello di gioco e l’agonismo si alzano e con solo quattro punti concessi alle friulane nel quarto, la Rhodigium si riporta in doppia cifra di vantaggio sul 23-36 a fine primo tempo.
Il terzo quarto procede all’insegna dell’equilibrio con Furlani a dettar legge sotto le plance tra le file rossoblù, e la coppia Zanelli-De Barba per l’OMA Basket. Il parziale si chiude in parità con un invariato +13 rodigino, 38-51 al 30’. Nell’ultimo decisivo quarto di gioco, la formazione ospite piazza il break di 6-0 che ricuce il distacco sul 44-51 al 32’; le speranze però di ribaltare il risultato delle friulane si spengono con i cesti di Furlani che riportano a debita distanza l’OMA Basket, 48-59 al 36’.

Finisce 54-63 una partita che è stata un’ottima occasione non solo per le giocatrici meno utilizzate per mettersi in mostra, ma anche per coach Frignani di testare nuovi quintetti e meccanismi di gioco che potrebbero essere sfruttati in altre occasioni. Buone risposte da parte di alcune giocatrici, Sorrentino e capitan Cappellato su tutte; grande soddisfazione anche per il gradito ritorno a tabellino in partita ufficiale di Martina Malin.

 

 

C.S.



Articoli correlati