Home » SECONDO PIANO, Triathlon

Una stagione da incorniciare per Progetto Vista Triathlon

18 novembre 2019 Stampa articolo

ROVIGO – La stagione del triathlon si è da poco chiusa, per Progetto Vista Triathlon il sipario è calato dopo l’ottima performance all’ironman di Marrakech. Una stagione che ha visto il sodalizio polesano ottenere brillanti risultati di categoria sia nella prima parte della stagione sia nella seconda. Partiamo a ritroso vedendo che cosa è successo dopo Ferragosto nella seconda parte della stagione. Si è tornati in gara il 31 agosto e il 1° settembre con tre appuntamenti che hanno visto gli atleti del sodalizio polesano essere tra i protagonisti a Grado, Lavarone e Surviana, nei vari triathlon olimpici. Il sabato si è partiti con un doppio impegno che ha visto Mattia Luppi e Samuele Craparotta, partecipare al 21° Triathlon Olimpico No-Draft di Grado. Mattia Luppi ha terminato la sua fatica in una eccellente quarta piazza con il tempo di 2:12:44. Bene anche Samuele Craparotta che ha ottenuto con il tempo di 2:19:48 l’eccellente sesta piazza. Al Triathlon olimpico di Lavarone Massimo Bosi ha ottenuto con il tempo di 3:17:50 un buon 14esimo posto. Domenica è stata la volta del Suviana Lake Triathlon, qui non si è lasciato sfuggire il podio il tecnico – atleta di Progetto Vista Triathlon Paolo Scalabrini che con il tempo di 2:40:43 ha conquistato il secondo posto. Molto bene anche Luca Banzato che ha terminato con il tempo di 2:46:27 piazzandosi al 17esimo posto. Bene altresì Roberto Zanforlin che con il tempo di 3:19:36 ha chiuso la sua fatica al 21esimo posto. Per lui era il debutto stagionale. La settimana seguente ottima prestazione di Stefano Gobatti al Triathlon Sprint Rank Città di Chioggia che ha portato a casa un eccellente argento di categoria nonostante le condizioni atmosferiche non siano sempre state ottimali. A metà settembre Progetto Vista Triathlon è stato impegnato su due fronti, all’Olimpico di Peschiera con Massimo Bosi che ha agguantato la 37esima posizione. Buona anche la prova di Lorenzoni, al suo esordio assoluto sulla distanza olimpica.

All’Irondelta sprint Alessio Stefanoni che si è piazzato al nono posto con il tempo di 1h 10’33”. Massimo Gobbi si è classificato al 17° posto, con il tempo di 1h26’e40”. All’Irondelta sulla distanza olimpica Stefano Gobatti ha conquistato la sesta piazza con il tempo di 2h05’28”. Bene anche Stefano Raisi che si è piazzato 26esimo con il tempo di 2h45’38”, bene pure Roberto Zanforlin giunto 16esimo con il tempo di 2h19’15”. La settimana seguente Progetto Vista Triathlon ha piazzato l’acuto con Stefano Gobatti, primo a Jesolo, e Paolo Scalabrini secondo a Endine. Molto bene anche Luca Banzato nono a Cervia bene anche Mattia Luppi e Samuele Craparotta sempre a Cervia.banner

A fine ottobre l’ultimo impegno stagionale, l’Ironman di Marrakech con il rientro alle gare di Daniele Toffoli. Ottima performance di Paolo Scalabrini che ha completato il percorso in 4h51’30”, conquistando il nono posto e sempre nella sua categoria, è stato il primo degli italiani in gara nonostante un problema fisico. Molto bene anche Mattia Luppi che ha impiegato 4h53’43” per terminare il percorso. Anche lui ha avuto un problema fisico, ha subito un trauma alla caviglia e al ginocchio destro per cui ha dovuto rallentare finendo egualmente ma concludendo con il 31esimo posto.  Per quanto riguarda la staffetta con papà Daniele in bike, la figlia, Chiara nel nuoto e il marito di Chiara, Mattia Siviero, nella corsa, ha impiegato 6h26’01” piazzandosi in un ottimo nono posto assoluto, avrebbe potuto andare ancora meglio se Daniele non avesse forato perdendo così 10 minuti. Chiara ha impiegato per la sua frazione di nuoto 33’55” uscendo in terza posizione assoluta delle staffette, maschi compresi.

La prima parte di stagione i ragazzi seguiti dal tecnico Paolo Scalabrini hanno iniziato le gare il 6 aprile al Lago delle Nazioni di Lido di Volano dove si è svolta la Ironlake di Primavera, sulla distanza del mezzo Ironman 70.3

Hanno gareggiato lo stesso tecnico Paolo Scalabrini che ha completato il percorso con l’ottimo tempo di 4 ore e 18’ piazzandosi terzo nella categoria M3; molto bene anche Mattia Luppi che ha fatto registrare il tempo di 4 ore e 14′; anche Samuele Craparotta si è ottimamente comportato chiudendo la sua fatica nel tempo di 4 ore e 23′.

Seconda gara è stata lo storico Sprint di Asola qui da registrare l’ottima performance di Fabrizio Soggiorni che dopo un anno di stop per infortunio ha esordio nella triplice disciplina con il tempo di 1h 9′, molto bene anche Daniela Marchetti che ha chiuso in 1h 44′. Ottimo anche il terzo posto nella categoria M1 di Stefano Gobatti che ha completato la sua fatica in 1h 5′.

Sabato 11 maggio si è gareggiato al Triathlon Olimpico di Mantova Mattia Luppi è giunto 23esimo assoluto e settimo nella categoria M1 completando la sua performance nel tempo di in 2h 7’. Molto buona la prestazione anche di Stefano Gobatti 26esimo assoluto e ottavo nella categoria M1 in 2h 8’, Fabrizio Soggiorni 44esimo e decimo nella categoria M2 in 2h 12’, Samuele Craparotta 50esimo e 12esimo M2 in 2h 13’, Stefano Raisi 57esimo categoria M2 in 3h 4’.

Domenica 12 maggio è stata la volta dello Sprint a Salò, sul Lago di Garda dove Valentina Chiarelli, al debutto assoluto, è stata artefice di una buona prova chiusa in 1h 41’.spot

La domenica seguente la società rodigina ha preso parte allo Sprint di Novellara, Reggio Emilia, dove Stefano Gobatti si è ottimamente comportato chiudendo la propria prova in 1h 4’, 44° assoluto e 5° M1.

Domenica 2 giugno alla 17esima edizione del Triathlon Sprint di San Giovanni in Persiceto Stefano Gobatti si è piazzato al 35esimo posto nella classifica assoluta con il crono di 1h 05’ 59” 50, nella classifica di categoria si è piazzato in un ottimo quarto posto arrivando a sfiorare il podio.

Molto buona anche la prova di Luca Banzato che si è piazzato nella classifica assoluta al 61esimo posto con il tempo di 1h 08’ 59”. Nella classifica di categoria, S3, ha ottenuto un lusinghiero sesto posto. Bene anche Alessio Stefanoni che ha fermato il cronometro sul tempo di 1h10’01’.  Soddisfazione anche in campo femminile con Daniela Marchetti che impiegato 1h 41’ 59” giungendo al 50esimo posto in classifica assoluta mentre in quella di categoria, M3, è arrivata all’ottavo posto.

Il 9 giugno c’è stata la terza edizione del Triathlon Marconi dove Mattia Luppi ha impiegato 1h58’01” piazzandosi al 17esimo posto assoluto mentre in quello di categoria si è posizionato in un eccellente 4° posto. Buona anche la prova di Stefano Raisi che ha fermato il cronometro sul tempo di 3h01’36”.

A metà giugno Luca Banzato ha gareggiato, al Triathlon di Bardolino, nella categoria S3 chiudendo la sua performance nel tempo di 2h 36’19”30.

Nel Week end successivo ottima prova di Samuele Craparotta, al Triathon Olimpico di Sirmione dove si è piazzato 12esimo nella sua categoria nel tempo di 2h07’09”.

Il 7 luglio Mattia Luppi, Fabrizio Soggiorni e Paolo Scalabrini hanno affrontato il difficile impegno della 9^ edizione dell’Arona Men Triathlon Medio Silver giungendo, Luppi 19esimo posto assoluto con il tempo di 4h 34’01” e quarto di categoria, Soggiorni ha conquistato la 32esima piazza assoluta con il tempo di 4h44’26” e l’ottava di categoria. 36esima piazza assoluta invece per Paolo Scalabrini nel tempo di 4h46’19” e primo di categoria.

Per quanto riguarda lo Sprint di Parma Valentina Chiarelli ha si è piazzata al 64esimo posto assoluto con il tempo di 1h44’23”

Il 14 luglio Luca Banzato e Samuele Craparotta hanno gareggiato al Triathlon Olimpico No Draft Lago di Brasimone. Banzato ha ottenuto un crono di 2h41’ 07” mentre Stefano Craparotta ha fatto una buona prova infatti ha chiuso la sua gara con il tempo di 2h 41’ 36”. Sempre domenica Ippolito Lorenzoni e Stefano Raisi hanno difeso i colori della società rodigina alla Ledroman Triathlon Sprint con ottimi risultati

L’ultima gara di questa prima parte di stagione l’ha disputata Fabrizio Soggiorni, domenica 21 luglio che ha debuttato nel primo Ironman stagionale, quello di Zurigo, del Progetto Vista Triathlon. L’atleta del sodalizio rodigino ha chiuso ben al disotto delle 12 ore con un crono finale di 11h29’ piazzandosi nella sua categoria, 45/49 anni, al sesto posto tra gli italiani in gara. Per quanto riguarda la sua frazione a nuoto Soggiorni ha fatto meglio, sempre nella sua categoria, di tutti i connazionali.

C.S.



Articoli correlati