Home » BASKET

Rhodigium cede di stretta misura al Bolzano

Le ospiti s’impongono di un punto a sei secondi dalla fine
1 dicembre 2019 Stampa articolo

basketRhodigium Basket – Pallacanestro Bolzano 52 – 53

Rhodigium Basket: Bergamin 6, Malin ne, Vaccarini ne, Stoppa 14, Veronese 2, Masarà, Ferri 5, Sorrentino 4, Furlani 8, Cappellato ne, Cognolato 3, Pegoraro 10. All. Frignani.

Pallacanestro Bolzano: Luppi, Mossong 8, Gottardi 4, Rossi ne, Giangrasso 10, Alberti ne, Fabbricini 12, Kerin 9, Assentato 9, Hafner D. 1, Hafner M. ne. All. Pezzi.

Parziali: 14-20; 30-33; 43-44; 52-53

1° Arbitro: Ionut Vlad Sandu di Ponzano Veneto (TV) e 2° Arbitro: Ismaele Cenedese di Roncade (TV)

ROVIGO – Esce a testa altissima la Solmec Rhodigium Basket, che sul parquet di casa con il punteggio di 52-53 è costretta a cedere il passo alla Pallacanestro Bolzano. Partita che non ha deluso le attese e ha visto due squadre agguerrite e in grado di regalare una serata di grande pallacanestro ai trecentocinquanta tifosi accorsi al Palasport di via Bramante.basket

Quaranta minuti di lotta, con la Rhodigium in grado di portarsi anche in vantaggio di 5 lunghezze, giocando di squadra e unendo le forze per contenere le imponenti lunghe bolzanine. Certo c’è rammarico per avere perso uno scontro diretto così importante e che significa perdere la possibilità di comandare in solitaria la classifica della serie B femminile; d’altra parte Cappellato e compagne hanno dimostrato di non avere nulla in meno rispetto ad una formazione di categoria superiore come Bolzano, costituita da giocatrici professioniste, nonché due straniere.

Tra gli spalti, anche le ragazze della squadra Granzette Calcio a 5 di coach Chiara Bassi e Silvio Zeggio, che durante l’intervallo di metà partita si sono presentate al pubblico del palazzetto di Rovigo. Prime nel girone di serie A2 e qualificate al terzo turno di Coppa di Divisione, grazie anche all’eliminazione di una squadra di categoria superiore, le Granzette si stanno giocando la promozione diretta alla massima serie ed hanno colto l’occasione per invitare tutti gli appassionati a sostenerle negli imminenti incontri casalinghi. I prossimi appuntamenti sono la partita in occasione della decima giornata di campionato, domenica 8 alla palestra di San Pio X alle ore 17 contro l’Audace Verona e giovedì 9 per la sfida con Real Grisignano (squadra militante in serie A1) alle ore 21 sempre tra le mura amiche, per la Coppa di Divisione.

Inizio un po’ impacciato per la Rhodigium Basket che si lascia sorprendere e subisce il mini-break ad opera di Giangrasso e Fabbricini. Le polesane poi entrano in partita e con la coppia Pegoraro-Stoppa si porta in parità sul 9-9 al 6’. Con la playmaker bolzanina Kerin tagliata completamente fuori dal gioco da Stoppa, le ospiti si affidano alla fisicità delle lunghe Mossong e Assentato e si ritagliano un piccolo vantaggio sul 14-20 che chiude il primo quarto. Nel secondo parziale la Solmec parte subito bene, sfruttando il maggior dinamismo delle sue lunghe e la corsa delle guardie; con sei punti consecutivi di Bergamin, la Rhodigium mette la freccia al 17’, 25-24. Nonostante il bel gioco delle rossoblu, Bolzano riesce ad andare negli spogliatoi sul +3, grazie ai secondi possessi portati dai rimbalzi della pivot Fabbricini (30-33 al 20’).

basketNel terzo quarto la Rhodigium inverte il trend e rientra in campo dall’intervallo lungo con grande intensità ed agonismo; con Furlani e Veronese le rodigine piazzano il break che costringe al time out coach Pezzi sul 38-33 al 24’. Rinviene poi la formazione bolzanina che restituisce il break e prima pareggia con una tripla di Kerin e poi completa la rimonta con un gioco da tre di Mossong. Grazie al due su due di Stoppa dalla lunetta, la Rhodigium si riporta a -1 a fine terzo quarto, sul 43-44.

Nell’ultimo decisivo parziale Bolzano torna in campo con il coltello tra i denti e alza l’intensità difensiva cercando di mettere la partita sul piano della fisicità; ma la Rhodigium non si spaventa e anzi con Stoppa a dirigere il gioco rossoblu, riprende le redini del match, 50-46 al 35’. Quando l’inerzia sembra dalla parte della Rhodigium, proprio Stoppa è costretta ad uscire per crampi, quando il tabellone segna 2.52’’ allo scadere; dopo qualche secondo di riposo la guardia rossoblu rientra in campo, ma Bolzano ha approfittato del momento per ricucire il distacco con Frabbricini e Mossong, 50-50 a 1.49’’ dalla fine. Sempre la lunga lussemburghese segna un libero per la formazione ospite, al quale risponde subito Ferri su assist di Pegoraro, 52-51 a 15’’ dalla sirena. Segue una azione confusionaria da parte di Bolzano, nella quale però Kerin si ritrova il pallone in mano e appoggia il lay-up per il vantaggio delle Sisters sul 52-53 quando mancano solo 6 secondi alla fine. Grazie al fallo sistematico di Hafner su Pegoraro, con Bolzano non ancora in bonus, la Rhodigium si ritrova con 3 secondi sul cronometro per tentare di costruire un’azione, ma sono troppo pochi per trovare una soluzione a canestro e le rossoblù alla fine si arrendono sul punteggio finale di 52-53 per la Pallacanestro Bolzano.

Sconfitta per le ragazze di coach Frignani che però possono dirsi soddisfatte della prestazione di sabato. C’è poco di cui rimproverarsi, dopo una partita condotta in maniera magistrale dalle veterane e che ha visto le più giovani rispondere alle chiamate di Frignani con grande maturità; finale amaro ma che sottolinea la sola mancanza di esperienza delle polesane che non possono che migliorare per presentarsi preparate nelle future situazioni da dentro o fuori.

Complimenti quindi ad entrambe le squadre e la Rhodigium ricomincerà gli allenamenti la prossima settimana consapevole sì dei sui limiti, ma ancor più dell’enorme potenzialità di questo gruppo.

C.S.



Articoli correlati