- AgoraSportonline.it - https://www.agorasportonline.it -

Union River, si è dotata del defibrillatore

La società di calcio giovanile Union River, si è dotata del defibrillatore. A farne dono alla società calcistica con sede a Gavello, ma che comprende anche i comuni di Crespino, Guarda Veneta e Bosaro, è stato il gruppo solidale “Le Farfalle”, in collaborazione con il centro ricreativo anziani gavellesi. Un’iniziativa lodevole, che denota sensibilità e attenzione al mondo dello sport e a quello giovanile,  che vede ancora una volta protagonista l’associazione de “Le farfalle”, nata nel 2016 da un’idea  di Renza De Grandi, composta da una ventina di signore di Gavello, e che si adopera con le proprie iniziative per raccogliere fondi da devolvere alle realtà che hanno lo spirito di aiutare il prossimo, il cui slogan è “Aiutaci ad aiutare”. Un atto di generosità, raccolto entusiasticamente dalla nuova società Union River, presieduta da Marco Paganico e che ha il suo quartier generale proprio negli impianti sportivi di Gavello. “Il defibrillatore donato alla società di calcio, dice Barbara Tumiatti, presidente del Gruppo Le Farfalle, è il nostro modo di essere presenti nel territorio, soprattutto in una realtà importante come quella sportiva dove protagonisti sono i nostri ragazzi. Appoggiamo i valori del progetto della nuova società di calcio giovanile e, con parte del ricavato di una cena alla quale hanno partecipato 120 persone, svoltasi qualche tempo fa nella piazza di Gavello, abbiamo deciso di fare questa donazione. Con l’occasione, continua Barbara Tumiatti, vorrei ringraziare gli esercenti di Gavello e dei paesi limitrofi, e i tanti privati che hanno sposato la causa dando un contributo.”

 Il defibrillatore è già stato consegnato e ha trovato ubicazione negli impianti sportivi di via Pietro Nenni.“Un dono molto importante per la nostra società, dice il presidente dell’Union River, Marco Paganico, e ringraziamo sentitamente il  Gruppo solidale “Le Farfalle” per quello che ha fatto e per quello che fanno. Un gesto di grande generosità e sensibilità, uno strumento che sappiamo bene quanto possa rivelarsi utile e talvolta decisivo in modo particolare nei luoghi molto frequentati”.
Un dispositivo, il defibrillatore, che ci si augura di non dover mai usare, ma di cui, in caso di necessità, è essenziale poter disporre. Un apparecchio di vitale importanza in quelle situazioni di emergenza cardiaca quando la variabile tempo gioca un ruolo fondamentale. “Come società, conclude il presidente dell’Union River, abbiamo quattro tesserati abilitati, che hanno seguito il corso di formazione BLS-D, per l’utilizzo del defibrillatore semiautomatico e l’intervento di primo soccorso”.